Latina

Messico: è morta la Comandante Ramona dell'EZLN, Concepción Villafuerte - la foja coleta

8 gennaio 2006
Fonte: Area de Comunicación Social
Centro de Derechos Humanos Fray Bartolomé de Las Casas A.C.

San Cristóbal de Las Casas, Chiapas, México, 6 gennaio 2005 - La donna
che era al comando della "presa" della città di San Cristóbal il 1° gennaio
del 1994, è morta questa mattina.

Nell'atto della "Altra Campagna" che si realizzava nella città di Tonalá,
Chiapas, dove il Delegato Zero stava partecipando, è stata data la notizia
della morte della Comandanta Ramona.

Dal 1994 soffriva di un morbo terminale. Nel 1995, le fu trapiantato un rene
e così rubò 10 anni alla morte. Oggi in mattinata, si svegliò che non si
sentiva bene e mentre la trasportavano da Oventic a San Cristóbal de Las
Casas, ha cessato di esistere.

La Comandante Ramona, una piccola donna indigena, sotto il cui comando
era stata la strategia della presa della città di San Cristóbal de Las Casas,
Chiapas, durante l'insurrezione armata del 1° gennaio del 1994. Una donna
che ha dato la sua vita per la lotta del suo popolo, che nonostante il suo
delicato stato di salute, è sempre stata presente, ha cessato di esistere.

L'ultima volta che è apparsa in pubblico, fù nella plenaria delle
riunioni preparatorie della "Altra Campagna", il 16 settembre del 2005, nel
Caracol de La Garrucha, municipio Francisco Gómez.

Dando la notizia, il Delegato Zero ha annunciato che si sospende per
qualche giorno il giro programmato per la "Altra campagna" e che la
Delegazione ritorna al Caracol di Oventik, per essere presente ai funerali
di una grande donna, la Comandanta Ramona.

Allegati

Articoli correlati

  • Messico: devastazione ambientale e assenza di diritti
    Latina
    In Chiapas attaccata dalla polizia la Caravana Sur en Busca de los 43

    Messico: devastazione ambientale e assenza di diritti

    E il Frayba denuncia che la vita dei lottatori sociali per la difesa del territorio continua ad essere a rischio
    26 febbraio 2020 - David Lifodi
  • La costruzione della barriera anti-migranti sugli antichi siti degli Indiani Apache
    Migranti
    Trump sfida l'UNESCO

    La costruzione della barriera anti-migranti sugli antichi siti degli Indiani Apache

    Sono iniziate le esplosioni controllate all’interno dell’Organ Pipe Cactus National Monument, al confine con lo stato messicano di Sonora, sito sacro per la cultura indiana e protetto dall’UNESCO
    13 febbraio 2020 - Fanpage
  • Messico: ancora una donna assassinata
    Latina
    Il 17 gennaio, a Ciudad Juarez, uccisa l'attivista femminista Isabel Cabanillas

    Messico: ancora una donna assassinata

    Si tratta della quarta donna assassinata nella città nel solo mese di gennaio. La giovane è stata uccisa per il suo attivismo politico a favore dei diritti delle donne di fronte all'indifferenza delle istituzioni
    27 gennaio 2020 - David Lifodi
  • Crisi diplomatica tra Bolivia e Messico
    Latina
    La polizia del governo golpista assedia l’ambasciata messicana a La Paz

    Crisi diplomatica tra Bolivia e Messico

    Sono rifugiati nell’ambasciata numerosi ministri del governo di Evo Morales
    8 gennaio 2020 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)