Latina

La Corte Suprema di Giustizia honduregna (massima istituzione legislativa del paese) ha dichiarato anticostituzionale la legge mineraria perché viola il diritto alla salute sancito dalla Costituzione

Honduras: legge mineraria anticostituzionale

20 ottobre 2006
Flaviano Bianchini

Buone notizie dall’Honduras. La Corte Suprema di Giustizia dell’Honduras ha dichiarato anticostituzionale la legge mineraria in ben 13 articoli.
Citando testualmente: “L’attività mineraria è altamente contaminante e pregiudica la vita. La distruzione accelerata delle risorse naturali e il degrado dell’ambiente minacciano il futuro della Nazione creando problemi economici e sociali che affettano la qualità della vita della popolazione”.
Il tutto nasce un paio di mesi fa quando uno studio indipendente mise in evidenza i danni dell’estrazione di oro nel Valle de Siria. Lo studio constatò che tutta l’acqua della zona è fortemente contaminata con cianuro e metalli pesanti (nel torrente Guanijiquil l’arsenico è 100 volte superiore ai valori limite europei) e che il 100% della popolazione presenta valori di piombo e arsenico nel sangue di molto superiori a quelli ritenuti pericolosi dall’OMS.
Detto studio prova che la mortalità infantile della frazione di Nueva Palo Ralo raggiunge 12 volte la media nazionale, che per i figli dei minatori questo valore raggiunge 33 volte la media nazionale e supera l’83% e che nella frazione di El Porvenir il 98% della popolazione soffre di problemi alla pelle (contro il 12% del 2001), il 45% di problemi agli occhi (contro il 13% del 2001) e che il 36% soffre di problemi neurologici (contro il 26% del 2001).
Sempre lo stesso studio comprova che, nella frazione di Nueva Palo Ralo, l’avvelenamento da piombo ha causato ad un bambino la sindrome di Wernike-Korzakoff che gli impedisce di leggere e gli da problemi d’equilibrio e che una bambina di solo un anno è affetta dalla malformazione genetica (provocata dalla contaminazione della miniera) chiamata sindrome di Werning-Hoffman, che le impedisce di muovere un solo muscolo e che la porterà alla morte precoce quando le si fermeranno anche i muscoli dei polmoni.
Solo una volta in possesso di questi dati la Corte Suprema di Giustizia si è finalmente decisa a dichiarare anticostituzionali gli articoli di legge che consentivano alle compagnie di utilizzare sostante chimiche tossiche e di contaminare l’ambiente con il lecito della legge.
Ora tutto l’Honduras aspetta speranzoso le modifiche agli articoli in questione.

Articoli correlati

  • Convegno a Taranto:
"Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e di vita"
    Taranto Sociale
    Comunicato di Medicina democratica

    Convegno a Taranto: "Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e di vita"

    "I cittadini e i lavoratori di Taranto hanno ragioni “da vendere”- ha aggiunto Caldiroli- per pretendere la chiusura o almeno una drastica riduzione dell'impatto dei processi produttivi maggiormente inquinanti (in particolare dell’area a caldo) degli impianti ex ILVA di Taranto.
    12 aprile 2019 - Medicina democratica
  • Honduras: le rivoluzioni di Berta
    Latina
    Un libro sul COPINH, su Berta Cáceres e sull’esigenza di giustizia

    Honduras: le rivoluzioni di Berta

    Leader delle lotte indigene per la salvaguardia ambientale in Honduras, ha ricevuto vari riconoscimenti, tra cui il Goldman Environmental Prize 2015. Ha fondato il Consiglio delle organizzazioni popolari ed indigene dell'Honduras (COPINH). Dopo anni di minacce, è stata assassinata il 2 marzo 2016.
    21 marzo 2019 - Giorgio Trucchi
  • La 'siembra' di Berta continua a generare semi di libertà
    Latina
    Honduras

    La 'siembra' di Berta continua a generare semi di libertà

    Tre anni dopo il suo assassinio, Berta Cáceres vive nelle lotte emancipatorie dei popoli
    12 marzo 2019 - Giorgio Trucchi
  • Democratizzazione dei dati ambientali
    Ecodidattica
    Il software Omniscope

    Democratizzazione dei dati ambientali

    A scuola abbiamo fatto un’esperienza di Ecodidattica con un software di business intelligence realizzato da Antonio Poggi, un esperto del settore che vive a Londra ma che - essendo nato a Taranto - ha pensato di adattare il suo software all’analisi dei dati ambientali.
    22 febbraio 2019 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.19 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)