Latina

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Stephane Hessel
    Nel quinto anniversario della scomparsa

    Stephane Hessel

    Stephane Hessel ha partecipato eroicamente alla Resistenza francese (catturato dai nazisti e deportato nel campo di sterminio di Buchenwald riusci' a evadere e continuare la lotta) e dopo la guerra ha lavorato al Segretariato generale dell'Onu ed e' stato uno dei principali redattori della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.
    27 febbraio 2018 - Peppe Sini
  • Venezuela: intervento militare alle porte?
    Grandi manovre al confine con la Colombia e preoccupa la presenza Usa a Panama

    Venezuela: intervento militare alle porte?

    Miraflores deve contrastare anche l’ostracismo del Gruppo di Lima, composto da paesi vicini alla Casa Bianca
    23 febbraio 2018 - David Lifodi
  • PeaceLink e Unimondo - L'Europa dei cambiamenti: la coscienza storica
    UNIMONDO Editoriale

    PeaceLink e Unimondo - L'Europa dei cambiamenti: la coscienza storica

    In foto: con Padre Alex Zanotelli e ICAN Premio Nobel per la Pace 2017 per il disarmo nucleare universale
    2 febbraio 2018 - Laura Tussi
  • Appello dei resistenti francesi ai giovani

    Appello dei resistenti francesi ai giovani

    di Alfonso Navarra, Laura Tussi, Fabrizio Cracolici - autori di "Antifascismo e nonviolenza" (Mimesis Edizioni, 2017)
    13 gennaio 2018 - Laura Tussi
Efe| Caracas

Aspirante dell'opposizione accusa Chávez a L'Aja di delitti contro l'umanità

23 novembre 2011 - Redazione El Mundo
Fonte: www.elmundo.es - 21 novembre 2011

Diego Arria

Il presidente del Venezuela Hugo Chávez è stato denunciato lunedì davanti alla Corte Penale Internazionale (CPI) per presunti delitti contro l'umanità, da parte di uno dei sei aspiranti alla candidatura presidenziale unica dell'opposizione delle elezioni del 2012. Diego Arria, ex ambasciatore del Venezuela per l'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU), ha dichiarato al canale televisivo Globovision di aver sporto denuncia al procuratore capo della CPI Luis Moreno Ocampo, nella sua sede a L'Aja. Egli dovrà poi consegnarla alla Sala dei giudizi Preliminari, "dove si deciderà se è pertinente o no", ha aggiunto.

 

Arria ha affermato durante una chiamata a Globovision di aver preparato la denuncia "da più di un anno e mezzo"

"C'è un inventario di azioni davvero terribili, di brutalità commesse contro migliaia e migliaia di venezuelani, che vanno dagli omicidi fino agli sfratti forzati e all'eliminazione della proprietà privata, essendo parte di una politica sistematica statale in cui si ha il diritto di violare i diritti umani e di commettere realmente dei crimini contro l'umanità" ha poi sottolineato.

Globovision ha chiesto di riportare l'identità delle vittime per le quali si stava battendo ma Arria ha risposto che "non si possono rivelare nomi" fino a quando il procuratore capo non farà avanzare il processo e anche per "timore di "vendetta" da parte del governo venezuelano".

In un dibattito televisivo tra i sei candidati della Mesa de la Unidad Democratica (MUD – tavolo dell'unione democratica ndr.) svoltosi lo scorso 14 novembre, Arria che secondo le indagini risulta essere quello con minor probabilità di essere eletto, ha affermato che " la meta finale di tutti quelli che sfruttano il proprio popolo è la città chiamata L'Aja", sede della CPI.

Il candidato ha inoltre ricordato che, come rappresentante venezuelano all'ONU durante i governi antecedenti a Chávez, ha partecipato alla ricerca di crimini contro l'umanità commessi in Bosnia, Jugoslavia, Somalia e Ruanda.

" la comunità internazionale è entrata in azione troppo tardi e il numero di morti di conseguenza è stato infinito" ha replicato.

Arria ha aggiunto che la denuncia " non è contro l'istituzione della Presidenza e neanche contro il capo dello Stato", bensì " individuale e personale" contro Chávez.

Ha chiesto l'intervento della comunità internazionale anche per "detenere le azioni criminali" che si addossa, tra le quali vengono incluse le 155.000 vittime della malavita, riconosciute lo scorso gennaio dal governatore e che sono state uccise durante i primi dieci anni del suo governo.

 

 

L'opposizione Mesa de la Unidad Democratica ha convocato per il prossimo 12 febbraio le elezioni primarie per scegliere il suo candidato alle presidenziali del 7 ottobre, elezioni in cui si ricandiderà anche Hugo Chávez.

Note:

Link all'articolo originale: http://www.elmundo.es/america/2011/11/21/venezuela/1321887479.html

Tradotto da Matteo Paone per PeaceLink . Il testo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali citando la fonte (PeaceLink) e l'autore della traduzione.
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.7 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)