Migranti

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...
L'ultima fatica di Mauro Biani

Profughi Palestinesi occupano casa a Betlemme

Una parodia ma non troppo surreale
22 dicembre 2007 - Mauro Biani


Cominci la festa. Intanto questa è l'apertura dell'imperdibile Paparazzin su Liberazione di domani. Il pezzo con-seguente è dell'immarcescibile Alvise "stillenacht" Spanò.

Profughi Palestinesi occupano casa a Betlemme

Gesto disperato o violazione della proprietà privata? Sia come sia, il falegname Giuseppe S. e sua moglie Maria B. V., profughi palestinesi sfollati a Betlemme dopo un'operazione antiterrorismo, hanno occupato nottetempo una casa della Erode Immobiliaria Srl. "Era una struttura di lusso, l'avrei affittata a breve – ha dichiarato il sig. Erode – e ora l'hanno trasformata in una stalla!" La risposta delle autorità non si è fatta attendere, e il sindaco moderato Veltron-al-Kofferat ha già disposto lo sgombero: "abbiamo a cuore le sorti dei migranti, ma non può esserci dialogo senza rispetto delle regole". Le indiscrezioni raccolte nel vicinato mettono in dubbio la moralità della donna, in quanto sarebbe incinta, ma non del signor Giuseppe. Sembra inoltre che la coppia sia dedita al traffico di metalli preziosi (tra cui oro), sostanze stupefacenti (tra cui incenso) e misteriosi prodotti chimici come la Mirra, che il Sismi ritiene destinati all'arsenale atomico dell'Iran. Il 24 di dicembre questa famiglia atipica ha ricevuto in casa tre extracomunitari con finti passaporti diplomatici e numerosi pastori sardi probabilmente affiliati all'anonima sequestri. Le autorità locali hanno prontamente evacuato l'edificio con lacrimogeni, incontrando la decisa resistenza di centoventisette pecore, tre cammelli, un bue ed un mulo.

Note:

Quest'articolo è destinato a pubblicazione, su Liberazione di domani e sul prossimo numero della rivista Paparazzin.
Pertanto costituisce un'anticipazione e non deve essere riprodotto senza il consenso esplicito di autori ed editori

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)