Migranti

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

"I cittadini dei Paesi colpiti dal maremoto potranno rientrare in Italia fino a metà febbraio"

3 gennaio 2005
Fonte: www.migranews.it - 29 dicembre 2004

Per i cittadini stranieri dei Paesi colpiti dal sisma del 26 dicembre sarà possibile raggiungere i luoghi d´origine e rientrare successivamente in Italia con il cedolino del rinnovo del permesso di soggiorno. Per loro il documento provvisorio non sarà valido solo per l’uscita e il rientro in Italia durante il periodo natalizio, misura che riguarda tutti gli altri immigrati, ma fino al 15 febbraio 2005. Lo stabilisce una circolare ministeriale trasmessa alla polizia di frontiera il 27 dicembre. Il ministro dell’Interno, Giuseppe Pisanu, nella risposta di ieri alla lettera del Sindaco di Roma Walter Veltroni che chiedeva un provvedimento straordinario per gli immigrati in attesa del rinnovo del pds, aveva dichiarato che sin dalla tarda serata del 26 dicembre, quando erano giunti i primi dati sulla catastrofe provocata in Asia dal maremoto, il suo Ministero aveva dato disposizione alla polizia di agevolare l’uscita e il reingresso.

Intanto Cgil, Cisl e Uil hanno chiesto al ministro degli Esteri, Gianfranco Fini, l´attivazione di un servizio di informazione e assistenza per gli immigrati residenti in Italia, che provengono dalle aree del maremoto. Nella lettera dei segretari confederali di Cgil e Uil, Fulvio Fammoni e Guglielmo Loy e del responsabile delle politiche migratorie della Cisl Oberdan Ciucci, si sollecita l´attivazione del servizio “anche in relazione con le ambasciate interessate, per gli immigrati residenti nel nostro Paese, provenienti dalle aree colpite dal maremoto, nell´ambito del lavoro dell´unità di crisi, teso a garantire informazioni ed assistenza per i nostri connazionali che si trovano nei Paesi colpiti”.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)