Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Roma chiama Ndjamena - Ndjamena risponde

Michele Pierpaoli
Fonte: Pane e Rose (http://www.paneerose.com) - 03 novembre 2005

Ciao a tutti,
sto incominciando a prendere il ritmo qua a Ndjamena, poi oggi finirà il Ramadam e vedremo se mi deciderò di farmi musulmano o meno ...


Pasquale, rispondo ai tuoi interrogativi ripercorrendo i singoli punti

Pasquale scrive:
Riguardo il tuo primo reportino (che desidererei fosse settimanale, almeno finché puoi):

  • 1. Vorrei più notizie sulla tua sistemazione



    La sistemazione non è stata cosa facile, perché non è che ci siano tutte queste case a disposizione a Ndjamena. Ne avevo trovata una molto carina, ma un po' fuori, che costava 250.000 CFA (più di 350 euro), ma non era allacciata alla corrente elettrica, l'acqua veniva da una pompa a mano in giardino e i fornelli erano quelli tradizionali chadiani (ossia bisognava metterci il carbone). Sto pensando, nel caso fosse ancora libera, di poterla considerare come sistemazione a Ndjamena per il Gruppo Marcia (ovviamente ci si accamperebbe, ma sarebbe carina).

    Quella che ho trovato è una stanzetta con bagno, purtroppo senza cucina (costo 50.000 CFA) in un quartiere popolare di Ndjamena, ma Ndjamena (a parte la zona un po' fuori è tutta popolare!)
    Il fatto è che comunque Ndjamena non è una città poi così facile ed accessibile e quindi andare in giro di notte senza macchina non è che sia proprio consigliato, sia per possibili furti, sia per possibili problemi con i militari.



    Pasquale scrive:
    Cosa intendi per "motorino anteguerra"?. Parlacene meglio ...



    Motorino anteguerra è quello che fortunatamente ACRA mi ha messo a disposizione.
    Va benissimo (e bacio per terra di averne uno). Il fatto è che per muoversi la sera ci sarebbe bisogno della macchina e così, quando posso, mi faccio scarrozzare da qualcuno.



    Pasquale scrive:
    Parlaci anche di quella che hai definito "villetta con pompa a mano. Troppo esosa x le mie finanze" ...



    Vedi sopra



    Pasquale scrive:
    Riguardo "le voci", tienine conto (ci sono in tutto il mondo), ma non chiedere spiegazioni ad estranei e non farti influenzare, se non nella prudenza di comportamento che già citi.



    Comunque aspetto di sapere il numero effettivo di gente che ci sarà, prima di cominciare a muovermi su questo campo.



    Pasquale scrive:
    2. Sul solare di Sassari, sappiamo che il team del professore Attori ha studiato un meccanismo che facilita l'assenza delle batterie: ne potremmo sapere di più? Abbiamo accettato il suo invito ad andare a Sassari, ma ora che tu puoi vederlo installato è ancora meglio. Facci sapere.



    Probabilmente verrà installato i primi giorni di Gennaio, all'Università di SCIENCES EXACTES.



    Pasquale scrive:
    Noi Pane e Rose, con il Progetto Sahara Verde non sovrapponiamo niente e nessuno. Riteniamo però che l'energia rinnovabile migliore per il funzionamento delle pompe nei pozzi sia il solare: e così resta! Siamo interessati - tecnologicamente e tecnicamente parlando - anche all'eolico, ma al momento consideralo secondario rispetto al solare. Attingi comunque le informazioni possibili e utili e ne terremo conto.

    Tuttavia il solare, oggettivamente, è l'energia migliore, specie in Chad.



    Il discorso sovrapposizione riguardava il CIRPS, non Pane & Rose.
    Da quello che ho visto nella lezione che ha tenuto per alcuni studenti il Professore di Sassari, il CIRPS non è che possa offrire molto di più ... A mio avviso sarebbe più utile nell'ambito di una collaborazione universitaria aprire un capitolo completamente nuovo e questa non è un'opinione solo mia.
    Comunque la decisione sta al CIRPS.

    Per quanto riguarda il progetto, seguiamo la strada Solare, però verificherei un po' meglio il fatto che l'energia solare sia SICURAMENTE la migliore (a questo proposito vi consiglierei di contattare LVIA, un'ONG Piemontese, che ha grossa esperienza nel campo dell'Eolico, giusto per farvi un'idea di cosa intendiamo quando parliamo di Eolico, perché anche qui, da parte di chi lo ha suggerito, mi sembra ci siano idee molto confuse.)



    Pasquale scrive:
    3. Riguardo Racide, concordo con lui che nelle vallate (wuadi) di Mondo-Mao l'acqua è tra i 5-15 metri di profondità, mentre altrove o sulle dune si trova a 60-70-80 metri (già lo sapevamo dai nostri sopralluoghi e video).



    Sulle dune di Mondo o Mao, da come mi hanno detto si parla di profondità di 30-40 m. (vedere anche DB) di terreno completamente sabbioso.



    Pasquale scrive:
    Inoltre che l'acqua è limpida e pressoché potabile, lo abbiamo verificato de visu e con i due campioni riportati in Italia dalla nostra Filomena.
    Per quanto riguarda i tempi e i costi per i forage "bando alle chiacchiere", tu contatta e incontra le 2-3-4 ditte che fanno forage di cui hai lista e fatti fare dei preventivi, nero su bianco.



    Sto prendendo informazioni da qualche ditta, ma per farmi fare un preventivo vero e proprio, aspetto di tornare dai villaggi.



    Pasquale scrive:
    Sarebbe ottimo se acquisissi i dati tecnici dell'impianto solare di Mondo (io ci ho provato per un anno).



    Tutto sta nell'incontrare Sylvia Gaya di UNICEF (che adesso è in ferie), la quale mi deve introdurre alla Ditta B.O.K., la quale ha realizzato il Forage per l'UNICEF stessa; altrimenti sarebbe difficile ottenere questi dati.



    Pasquale scrive:
    La presenza, operatività, efficacia, competenza e la natura giuridica dell'Associazione GARK di Mao sono essenziali per farci revisionare eventualmente il nostro progetto, che prevede il Centro di Manutenzione a Mondo.
    Per farci avere il CD sul Kanem, usa la venuta in Italia della Console Favaretto.



    La Console è già in Italia e tornerà qui intorno al 20 Novembre, quindi gita a Mao a partire da circa il 24 Novembre.
    Ho comunque guardato i dati e garantisco che non ci sia niente di realmente interessante. L'unica cosa degna di nota era il DB che vi ho mandato.



    Pasquale scrive:
    Per quanto riguarda i pozzi fatti a mano: bene, raccogli evidenze oggettive.



    Ho raccolto più testimonianze di gente che fa forages fino a 45 m. o pozzi tradizionali, anche a profondità di 100 m.



    Pasquale scrive:
    Per la marcia di gennaio, per ora abbozza, incassa pure la derisione da parte di qualcuno (chi?), poi rideremo noi. La marcia si farà e per i dettagli bisogna aspettare 7-8-10-15 novembre.



    Chi è scettico? Scettici sono i cooperanti che sono qui da diversi anni.
    Io personalmente non condivido l'impostazione di promettere cose, come visite con varie autorità, o marcia preparatoria sull'ultimo pezzo di strada asfaltata e cose del genere, senza prima avere bene chiare le idee su dove stiamo andando e su che cosa troveremo.
    Tutto si risolverà, OK, però stiamo vendendo la pelle di un orso che non solo non abbiamo ucciso, ma non l'abbiamo neanche visto!



    Pasquale scrive:
    Bene, ora ti elenco alcuni punti che vorrei tenessi in mente (oltre alle tracce dell'Instruction Book di
    Pane e Rose del 16.10.2005, in tuo possesso):
    Fa' un dossier con indirizzi, commenti, prezzi, ecc. delle ditte presenti a Ndjamena per:

  • i Forage;

  • le Pompe;

  • il Solare;

  • le Strutture metalliche.



  • OK, ho già contattato informalmente qualche ditta. Per i preventivi, aspetto di tornare dai villaggi.



    Pasquale scrive:
    Fa' una indagine per la piantumazione, per capire dove potremo acquistare 500 piante di acacie e palme per i primi di gennaio 2006, con i costi per le piante e per piantarle a Mondo e con le modalità di piantumazione ed innaffiamento (i cespugli si possono seminare/piantare?).



    Per quanto riguarda la lotta alla desertificazione - sto seguendo un progetto che verrà presentato alla UE proprio su questo tema - il problema più grande è prima di tutto quello di impedire le cause che stanno portando alla distruzione delle risorse già presenti, cioè trovare alternative economiche per quelli che tagliano.
    Possibili soluzioni potrebbero essere organizzare attività imprenditoriali legate ad uno sfruttamento razionale ed economicamente conveniente dei boschi e quindi creare un interesse, perché gli alberi non vengano abbattuti.
    Siccome ci vogliono circa 3 anni prima che una pianta piantumata vada avanti con le sue forze, senza soprattutto essere mangiata dal bestiame, ciò implica che ci sia un interesse economico perché la gente si impegni a difenderle e soprattutto non le abbatta per venderne il legno.
    Per questo si pensava che potesse essere interessante piantumare tipo delle Acacie per la gomma Arabica, prevedendone anche uno sfruttamento economico.



    Pasquale scrive:
    Indaga come fare a Mondo i mattoni di sabbia e cemento (ACRA ne ha esperienza).



    Vi mando una foto di un metodo utilizzato qua per cuocere i mattoni fatti sul posto che hanno una durata consistente.
    Viene acceso il fuoco dentro la piramide (è un metodo ormai abbastanza diffuso da qualche anno qui in Tchad).



    Pasquale scrive:
    Informami su possibilità, costi, obblighi per prendere una villetta da adibire a guest house e office a Ndjamena.
    L'ipotesi famiglia di Tom non è più praticabile?.


    Per prendere una casa, villetta o che, con corrente elettrica, si parla di cifre intorno ai 300-400.000 CFA (500 Euro) al mese.
    La famiglia di Tom è stata gentilissima e disponibilissima, però non possiamo considerarla una base d'appoggio per chi venga.



    Pasquale scrive:
    Disponibilità e costo di un gruppo elettrogeno da 1-2-3 KW, da comprare a Ndjamena e portarti a Mondo.



    Il gruppo elettrogeno non è un problema, se ne trovano quanti vogliamo. Fai conto che per una villetta come quella che avevo visto - e che comunque, aggiungo, sarà libera solo fino a Marzo, parliamo di cifre intorno ai 300.000 CFA per un gruppo.
    Il gasolio costa 600 CFA (quindi intorno ai 0,9 Euro al litro.
    Per quanto riguarda la mia visita nei villaggi, non mi porterò dietro un gruppo elettrogeno. Non ne ho bisogno: solo falò all'aperto!



    Pasquale scrive:
    Oneri doganali?



    Per fare venire le cose, come ben sapete, si passa da DOUALA, CAMEROUN. I costi ci sOno.
    Gli Oneri doganali si dovrebbero pagare, ad ogni modo.
    Avendo un riconoscimento come ONG, si dovrebbe riuscire a non pagare l'IVA, ma mi devo informare meglio.



    Pasquale scrive:
    Registrazione giuridica di Pane e Rose in Chad?



    Pane & Rose si vuole registrare? E con che titolo?



    Pasquale scrive:
    Come vanno i tuoi sopralluoghi nei siti di ACRA? E come vanno i rapporti con loro?



    Con ACRA i rapporti sono ottimi. Sono andato a vedere alcuni Progetti nel Sud, relativi a questo progetto di conservazione delle foreste e lotta alla desertificazione. Nei prossimi giorni dovrei andare a vedere anche il progetto nell'ambito del quale hanno realizzato pozzi scavati a mano, fino a 50-60 m.
    Forse andrò a vedere il campo profughi di GOZ-BEIDA con COOPI, dove vogliono realizzare alcuni FORAGE (figuratevi che mi avevano chiesto se volevo fare io il Tecnico!)
    Altre ONG e Istituzioni ( WFP, FAO, UNICEF, UE, ecc) presenti a NDJ ?
    Sto aspettando di parlare con la persona dell'UNICEF, che è conosciuta sia dal Responsabile di ACRA che dalla Console, per farmi aprire un po' di porte.
    Nel frattempo andrò da UNDP, per sapere i progetti presenti nella zona.
    Per esserci, qui a NDJAMENA, come organizzazioni ci sono comunque un po' tutte ...



    Quindi, riassumendo quello che farò i prossimi giorni, in attesa che torni la Console per potere andare con lei nei villaggi:

  • Consultazione Biblioteca Direzione dell'Idraulica (mi sono segnato alcuni titoli di libri sul KANEM, che mi potrebbero interessare) e Biblioteca del CNAR (Centro Nazionale Assistenza Ricerche)

  • Organizzare visita ai progetti di pozzi di ACRA

  • Organizzare - se possibile, ma non sarà facilissimo - visita ai campi profughi, per vedere i loro progetti di FORAGES

  • Incontare il Preside della Facoltà di SCIENCES EXACTES

  • Rispondendo ad Andrea sull'intervenire a metà Dicembre, a mio avviso è decisamente prematuro.
    Piuttosto, ma di che fondi si pensa di disporre per questo Progetto, a parte quelli iniziali?
    C'è qualche novità sul fronte FUND-RAISING?



    Ciao a tutti e alla prossima
    Michele

    Articoli correlati

    Prossimi appuntamenti

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.2 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)