Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Corso per mediatori internazionali di pace "Bertinoro 2006"

Un'esperienza in continua crescita
26 settembre 2006
Giorgio Gatta

Bertinoro, 26 settembre 2006 - Stanno affluendo da tutt'Italia le iscrizioni al 4° Corso per Mediatori Internazionali di Pace, che si svolgerà dal 23 al 26 novembre 2006 nella splendida cornice delle strutture universitarie del Comune di Bertinoro che, nel 2004, è stato il primo finanziatore a sostenere il ripetersi dell’iniziativa, insieme alla Provincia di Forlì-Cesena, alla Regione Emilia-Romagna e al Copresc di Forlì-Cesena.

Dallo studente universitario al volontario dell'associazione che aspira ad approfondire le dinamiche della gestione dei conflitti; dal neo laureato alla persona che ha accumulato esperienza nella cooperazione internazionale; o più semplicemente: uomini e donne di qualsiasi età, motivati a partecipare a un'esperienza formativa che sentono come incisiva per potere orientare la propria vita in una forma di realizzazione personale e/o professionale non solo utopistica - a quanto poi la realtà politica internazionale attuale negli ultimi anni ci sta evidenziando.

Il corso intende dimostrare che l’alternativa alle “missioni di pace” basate sull’intervento militare e sul possibile uso della violenza è un’alternativa percorribile.
L'obiettivo principale è infatti dare i primi rudimenti e strumenti sui Corpi Civili di Pace, che sono un servizio il cui scopo è quello di mettere in grado uomini e donne di ogni età di intervenire in caso di crisi o di conflitti violenti con azioni pianificate nonviolente, come ad esempio: la prevenzione, il monitoraggio, la mediazione, l’interposizione, la riconciliazione.

Quest'anno oltre alla conferenza di inizio corso che riguarderà tre aree di crisi conflittuale: asiatica, balcanica, africana, vi è un'altra importante novità: venerdì sera presso il Museo Interreligioso di Bertinoro verranno presentate delle esperienze concrete: in Palestina, in Irlanda del Nord e in Libano di intervento non armato in zone di conflitto.
La presenza al Museo Interreligioso di Bertinoro non sarà affatto casuale: i conflitti tra le religioni stanno sempre più assumendo dal punto di vista mediatico il centro dell'attenzione nell'opinione pubblica e spesso le religioni vengono usate e strumentalizzate per giustificare le nuove guerre.
Nella pausa tra i due interventi visiteremo il museo stesso che racchiude importanti elementi di consapevolezza sulle tre religioni monoteiste (Ebraismo, Cristianesimo, Islam).

Da venerdì 17 a domenica 26 novembre sarà presente una mostra presso la Residenza Municipale di Bertinoro dell'Operazione Colomba dell'Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII sul conflitto israelo-palestinese.

Infine si sta avviando con il Polo Scientifico Didattico di Forlì dell'Università di Bologna, il percors o per introdurre a Forlì un Corso di Alta Formazione dell'Università su l tema della mediazione internazionale di pace, della durata di alcuni mesi, nel 2007.

Il Corso per Mediatori Internazionali di Pace è organizzata dall'Associazione Locale Obiezione e Nonviolenza di Forlì-Cesena, dall'ISCOS-Cisl di Forlì-Cesena e da Pax Christi Italia; è sostenuta e promossa da lla Provincia di Forlì-Cesena Assessorato al Welfare Pace e Diritti Umani, dal Comune di Bertinoro, dalla Regione Emilia-Romagna Assessorato alla Promozione delle politiche sociali, dal Polo Scientifico Didattico di Forlì dell’Università di Bologna e dal COPRESC Coordinamento Provinciale degli Enti di Servizio Civile di Forlì-Cesena.

Per maggiori informazioni, richiesta di materiale informativo, contatti e iscrizioni, potete comunicare con la segreteria del corso i cui i riferimenti sono in calce all'email, oppure andare sul sito internet di Alon http://www.alon.it

----------------------------------------------------------------
Pax Christi Faenza
Giorgio Gatta
via Bendandi, 25
48018 Faenza RA
Tel. e Fax 0546.634280
cell. 329.9612857 - 393.2237343
e-mail: ggatta@wooow.it
Skype: ggatta (Faenza)
http://www.alon.it
----------------------------------------------------------------

Articoli correlati

  • Alife, distrutto il Giardino della Pace
    Sociale
    Giardino della Pace di Alife: distrutte targhe e rubati faretti solari

    Alife, distrutto il Giardino della Pace

    "Queste persone dovrebbero solo vergognarsi" afferma il sindaco Maria Luisa Di Tommaso. Ferme condanne di padre Alex Zanotelli, di Libera contro le mafie, della rete Pangea e del Professor Sergio Vellante e del vescovo emerito di Caserta Raffaele Nogaro
    4 settembre 2021 - Laura Tussi
  • Agiamo subito!
    Pace
    Un pensiero per smuovere le nostre esistenze

    Agiamo subito!

    Vogliono farci credere che costruire armi sia necessario per la Pace nel mondo. Vogliono farci credere nello sviluppo e nella crescita per sfruttare il pianeta. “Se volete dare di nuovo un messaggio all’Occidente, deve essere un messaggio di Amore, un messaggio di Verità”, disse il Mahatma Gandhi
    1 agosto 2021 - Laura Tussi
  • Giampiero Monaca in digiuno per il diritto al metodo "Bimbisvegli"
    Pace
    Scuola

    Giampiero Monaca in digiuno per il diritto al metodo "Bimbisvegli"

    Da più di un mese il caro amico Giampiero Monaca è in digiuno, un digiuno di giustizia per affermare prima di tutto il diritto e dovere che ha un maestro di educare i suoi alunni secondo un metodo che pone le basi sull'insegnamento dei grandi maestri della pedagogia nonviolenta
    17 luglio 2021 - Laura Tussi
  • Raccontarsi è bello
    Laboratorio di scrittura
    Scrivere per sé, di sé e per gli altri è un atto bello

    Raccontarsi è bello

    Un tema che mi sta a cuore è la pace, perché da piccola sentivo in famiglia la storia di mio nonno che ha contribuito alla Resistenza antifascista, come personalità libertaria, come resistente, compiendo sabotaggi e partecipando in qualità di operaio della Breda agli scioperi del 1943 e 44
    24 giugno 2021 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)