Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Le contestazioni e le proteste confermano la necessità dei capi: che, col solo loro esistere, tengono separate e conflittuali le collettività umane

Per liberarci dai capi dobbiamo sostituirli nelle loro funzioni

Controproporremo progetti in positivo
di autogestione a livello mondiale
12 aprile 2008

Si apriranno tutti i recinti, fisici e mentali,
in cui i capi ci tengono rinchiusi abusivamente
Dalla nuova situazione deriveranno i nuovi principi del Diritto internazionale (che seguirà e si adeguerà ai fatti, codificandoli) e le nuove aperture mentali e istituzionali, al di sopra dei confini (ruderi preistorici) e con la sovranità da trasferirsi agli individui singoli; che se ne impadroniranno già subito, agendo come se fosse già stata loro riconosciuta. Essi ignoreranno i capi di tutti gli Stati; faranno finta di non vederli, come se fossero trasparenti. Non li riconosceranno per quello che i capi pretendono arbitrariamente di essere e di aver diritto di fare, solo perché incontrano gente disposta a credere, in quanto impedita a sentire altre voci.
Gli uomini saranno collocati in posizione di soggetti.
L'autoreferenza dei capi si regge sull'abuso di potere che permette loro di chiudere le greggi nell'ovile, perché tutti lo fanno e nessun altro capo ha interesse a discuterne il diritto.
I sottoposti poi subiscono la situazione di fatto come fosse una regola.
Gli specialisti e gli intellettuali devono sottostare ai poteri (di oggi e di domani) del procedimento naturale, se vogliono parlare.
Così solo i capi possono fungere da intermediari e da rappresentanti di base, di fatto andando in trasferta e rivendicando come un diritto i riconoscimenti di cui si appropriano.
Di questi riconoscimenti ora si approprieranno coloro che lo vorranno.

Note: Si ricorda che nel sito www.marioragagnin.net
è pubblicato il libro "I Volontari e il Potere",
composto di tre parti:
Il potere ai Volontari,
Il nuovo ordine umano partirà da Israele,
L'autogestione dal basso unificherà e libererà l'umanità.

Articoli correlati

  • Boicottaggio, disinvestimento e sanzioni contro Israele
    Palestina
    Mosaico di Pace

    Boicottaggio, disinvestimento e sanzioni contro Israele

    Embargo contro Israele, un dossier a cura di BDS Italia. Con il sostegno di PeaceLink e con la collaborazione del collettivo A Foras. Israele applica un regime di apartheid nei confronti della popolazione palestinese, violandone i diritti umani e politici.
    20 marzo 2021 - Laura Tussi
  • Dialoghi con Moni Ovadia
    Pace
    Riflessioni sulle minacce alla pace

    Dialoghi con Moni Ovadia

    Su Israele parla di "politica del totale dispregio per le risoluzioni internazionali e, conseguentemente, per le istituzioni internazionali preposte alla pace". E sulla situazione internazionale dice: "Bisogna che la smettiamo per prima cosa di concedere cittadinanza ai linguaggi dell’odio".
    15 aprile 2020 - Laura Tussi
  • Militarismo e cambiamenti climatici - The Elephant in the Living Room
    Disarmo
    il settore militare non solo inquina, ma contamina, trasfigura e rade al suolo

    Militarismo e cambiamenti climatici - The Elephant in the Living Room

    “E’ stato stimato che Il 20% di tutto il degrado ambientale nel mondo è dovuto agli eserciti e alle relative attività militari”
    31 ottobre 2019 - Rossana De Simone
  • Il potere bianco
    Pace

    Il potere bianco

    I tweet di Donald Trump sulle donne politiche non bianche sono razzisti. Mostrano più che una mentalità: la white supremacy, la supremazia bianca negli Usa
    23 luglio 2019 - Adrian Daub
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)