Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

PeaceLink ha un unico sponsor: sei tu

Sostieni PeaceLink, dai voce alle tue idee

Quest’anno PeaceLink ha compiuto vent’anni. Un cammino fatto di iniziative di pace, solidarietà internazionale, aiuto ai più poveri e lotta all'inquinamento. Nel 1991 creammo uno dei primi social network telematici per promuovere la pace e il volontariato dell’informazione. Vent’anni di libertà, ma anche di denunce per aver detto verità scomode. In questo momento - incredibile ma vero - pende su di noi un’altra querela per aver rivelato il pesante inquinamento da diossina nel mare di Taranto. Accanto a iniziative locali sosteniamo progetti di solidarietà in Africa.

Per fare una donazione a PeaceLink puoi usare una di queste modalità:

- il conto corrente postale 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto;
- oppure il conto corrente bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink, IBAN: IT 65 A 05018 04000 000011154580
Laura Tussi18 dicembre 2011

 

PeaceLink ha un'unico sponsor: sei tu
 

Sostieni PeaceLink, dai voce alle tue idee

Quest’anno PeaceLink ha compiuto vent’anni. Un cammino fatto di iniziative di pace, solidarietà internazionale, aiuto ai più poveri e lotta all'inquinamento. Valori che ci stanno a cuore. 

 PeaceLink è una grande associazione telematica, un network che collega molteplici realtà attive a livello nazionale ed internazionale che si occupano dei temi della Pace, del Dialogo interculturale ed interreligioso, della Nonviolenza, del disarmo, dell'obiezione di coscienza alle spese militari, della tutela e salvaguardia ambientale e della difesa e promozione dei diritti umani 

Nel 1991 creammo uno dei primi social network telematici per promuovere la pace e il volontariato dell’informazione. Vent’anni di libertà, ma anche di denunce per aver detto verità scomode. In questo momento - incredibile ma vero - pende su di noi un’altra querela per aver rivelato il pesante inquinamento da diossina nel mare di Taranto. Accanto a iniziative locali sosteniamo progetti di solidarietà in Africa. Ad esempio a Kimbau (www.kimbau.org).

 

Di fronte a tante e tali urgenze riteniamo immorale usare il nostro denaro per fare le guerre.

Ci siamo conosciuti perché abbiamo cercato di dare voce alle speranze, agli ideali e all’impegno civile che ci accomunano.

PeaceLink non ha nessuno sponsor. Lo noterai dal sito. E’ una scelta di libertà. Preferiamo che i nostri sponsor siano le persone come te.

 

Per questo ti chiediamo di sostenerci. Presenta PeaceLink ai tuoi amici.

Una rete di sostenitori è la nostra polizza per il futuro.

Aiutaci ad affrontare il 2012 con una donazione: aderisci a PeaceLink!

 

Per fare una donazione a PeaceLink puoi usare una di queste modalità:

  • il conto corrente postale 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto;
  • oppure il conto corrente bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink, IBAN: IT 65 A 05018 04000 000011154580

Entra anche tu nella rete degli attivisti di PeaceLink. Metti le tue competenze al servizio degli altri. Tutte le nostre iniziative sono basate sul volontariato.   

 

Se vuoi ricevere un adesivo di PeaceLink inviaci per email il tuo indirizzo di casa e te lo spediremo.

 

Per contatti: a.marescotti@peacelink.it Bandiera della Pace

Articoli correlati

  • Nonviolenza: la forza della verità
    Pace
    I capisaldi della nonviolenza: un ricordo per Nanni Salio 

    Nonviolenza: la forza della verità

    Dal principio del dire la verità ai potenti alla legge dell’amore 
    16 ottobre 2020 - Laura Tussi
  • L'Antifascismo di padre in figlia
    Pace
    Patrizia Mainardi si racconta

    L'Antifascismo di padre in figlia

    "Mobilitarsi significa agire, partecipare, manifestare e rivendicare il rispetto delle fondamentali esigenze della convivenza sociale". Intervista alla Presidente Anpi Salsomaggiore Terme, figlia di Anteo, il Partigiano "Canto".
    6 agosto 2020 - Laura Tussi
  • La strage di Reggio Emilia
    Pace
    Dopo questi orribili fatti il governo Tambroni si dimise

    La strage di Reggio Emilia

    Partigiani e operai assassinati nella strage del 7 luglio 1960: fu un cortocircuito tra la società civile e antifascista e le istituzioni
    6 luglio 2020 - Laura Tussi
  • Agenda Onu 2030: ripartiamo dalla pace 
    Pace
    Corsi e ricorsi attraversano l’intera storia umana

    Agenda Onu 2030: ripartiamo dalla pace 

    L’essere umano dovrebbe praticare il senso e il sentire di un comune rispetto per ogni forma di vita sul pianeta e di tutela di tutti gli ecosistemi terrestri
    6 maggio 2020 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)