Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Dvd/Libro a cura di Fabrizio Cracolici e Laura Tussi:

Archivio Storico di Nova Milanese -Giovanni Pesce. Per non dimenticare, Mimesis 2015

Con i contributi di Vittorio Agnoletto, Daniele Biacchessi, Ketty Carraffa, Moni Ovadia, Tiziana Pesce
Laura Tussi7 giugno 2015

Tutti insieme e uniti nell'impegno costante per la Pace contro ogni fascismo

Aprile 1983 - Intervista a Giovanni Pesce

Nella sede dell'ANPI Provinciale di Milano, parla un inedito Giovanni Pesce, Comandante Partigiano, che lancia messaggi profetici sul futuro dell'Antifascismo e della Pace, nel nostro Paese e nel mondo, partendo dalla propria esemplare storia di vita:

 

"...Essere consigliere nazionale ANPI e far parte di questa associazione, l'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia, che raccoglie e unisce la stragrande maggioranza dei Partigiani significa continuare, attraverso l'attività politica e organizzativa, a difendere gli ideali della Resistenza e a denunciare di fronte all'opinione pubblica gli scandali, la corruzione, quanto sta avvenendo nel nostro Paese, ma soprattutto, attraverso la nostra associazione, lottare per portare a compimento gli ideali della Resistenza. Ma credo che l'attività principale dell'ANPI è quella oggi di far rivivere lo spirito dell'unità antifascista, di far rivivere lo spirito della Resistenza, per impegnare tutte le forze politiche a lottare con più convinzione e denunciare il pericolo di guerra. Una denuncia per coloro che fomentano la guerra, per coloro che attraverso il terrorismo, le bombe, l'energia nucleare, vorrebbero scatenare il terzo conflitto mondiale. Il nostro scopo è soprattutto quello della lotta per la Pace.

Credo che l'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia ha posto come obiettivo la lotta per la Pace. Denunciare tutte le illegalità e i soprusi che avvengono nel mondo. Siamo stati in prima linea, per la solidarietà insieme alla lotta del popolo spagnolo contro il franchismo, in Grecia contro i colonnelli, nell'America Latina, durante i fatti del Medio Oriente e in altri Paesi. Credo che questo aspetto sia molto importante: essere sempre coerenti con gli ideali della Resistenza, che pur allora, anche se ci furono dissidi, attriti, incomprensioni, c'era sempre un comune denominatore. Allora era la lotta contro il nazismo e il fascismo, per liberare il nostro Paese, oggi è la lotta contro coloro che vorrebbero impedire di portare a compimento gli ideali per cui noi abbiamo lottato e abbiamo combattuto e per cui sono morti centinaia e migliaia di compagni..."

Fonte: Archivio Storico Città di Nova Milanese 

 

 

 

Articoli correlati

  • I partigiani della pace
    Storia della Pace
    Un soggetto politico, strumento di partecipazione, informazione politica e culturale per i popoli

    I partigiani della pace

    Alcuni dei fondatori di questo movimento furono Picasso, Einstein, Neruda e tra gli italiani Nenni, Vittorini, Guttuso, Quasimodo, Ginzburg, Einaudi e molti altri
    8 dicembre 2021 - Laura Tussi
  • Le donne contro la guerra
    Pace
    Nel secondo dopoguerra, si rafforza un impegno contro la guerra sempre più rilevante e capillare

    Le donne contro la guerra

    Il fascismo aveva educato le donne a fare i figli per la guerra, invece le donne i figli devono farli per la pace e per un mondo migliore
    4 dicembre 2021 - Laura Tussi
  • I Giardini di Pace e Memoria
    Pace
    Un ponte Alife e Teano con il Gemellaggio dei Giardini dei Diritti Umani e della Nonviolenza

    I Giardini di Pace e Memoria

    Giornata internazionale dei Diritti Infanzia e Adolescenza e Giornata nazionale dell'Albero è avvenuto il Gemellaggio tra il "Giardino dei cinque Continenti e della Nonviolenza di Scampia" ed il "Giardino della Pace, della Memoria e del Creato, presidio di Pace, di Nonviolenza e di legalità"
    23 novembre 2021 - Laura Tussi
  • Fascismo è guerra
    Storia della Pace
    Con il regime fascista il pacifismo doveva sparire

    Fascismo è guerra

    Mussolini scrisse: "Il fascismo respinge il pacifismo che nasconde una rinuncia alla lotta, una viltà, di fronte al sacrificio. Solo la guerra porta al massimo di tensione tutte le esigenze umane e imprime un sigillo di nobiltà ai popoli che hanno la virtù di affrontarla"
    9 novembre 2021 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)