Pace

RSS logo

Mailing-list Pace

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Pace

...

Articoli correlati

Adelmo Cervi tra passato e attualità - Landriano (Pavia)

6 aprile 2017 - Laura Tussi

ARCI Circolo Garcia Lorca 

UISP Sport per tutti

CITTADINI PER IL TERRITORIO

Adelmo Cervi a Landriano (Pavia) Sala Conferenze "Fabrizio De André" - Venerdì 7 APRILE ore 21.00

 

VENERDI' 7 APRILE 2017 ore 21.00 - LANDRIANO (PAVIA)

presso

SALA CONFERENZE "Fabrizio De André"

via Verdi, 8 LANDRIANO (PAVIA)

Presentano:

ADELMO CERVI

"Io che conosco il tuo cuore"

con la partecipazione di:

LAURA TUSSI, Scrittrice e Giornalista, Referente PeaceLink - Telematica per la pace

FABRIZIO CRACOLICI, Presidente ANPI Nova Milanese, referente Progetto "Per non dimenticare"

Con il patrocinio di ANPI Nova Milanese

In collaborazione con:

ARCHIVIO STORICO di Nova Milanese

ARCI Ponti di Memoria

PeaceLink - Telematica per la pace

Un ex-ragazzo di oggi, figlio di un padre strappato alla vita, racconta quel padre, Aldo, partigiano con i suoi sei fratelli nella banda Cervi, per rivendicare la sua storia e, al tempo stesso, per rivendicare di essere figlio di un uomo, non di un mito pietrificato dal tempo e dalle ideologie.

Una vicenda straordinaria racchiusa tra due fotografie. La prima, degli anni Trenta: una grande famiglia riunita, contadini della pianura, sette fratelli, tutti con il vestito buono, insieme alle sorelle e ai genitori. La seconda, due anni dopo la fucilazione dei sette fratelli: solo vedove e bambini, indifesi di fronte alle durezze del periodo, alla miseria, ai debiti, anche alle maldicenze. Adelmo è seduto sulle ginocchia del nonno, in faccia l’espressione di chi è sopravvissuto a una tempesta. O a un naufragio.

C’è tutto un mondo da raccontare in mezzo a quelle due foto, con la voce di un bambino che ha imparato a cullarsi da solo, perché suo padre è morto troppo presto e sua madre ora è china sui campi.

 

Questa è una storia vera, talmente vera che sembra un romanzo. Il romanzo d’amore di chi sa bene che l’amore si nutre di libertà.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)