Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Istruzioni per l'uso

Come si costituisce un Comitato per la Pace

L'atto costitutivo può essere adattato alle esigenze locali. Non è indispensabile registrarlo ma è bene inviarlo con posta elettronica certificata al Sindaco e al Prefetto per darne ufficialità, inviando al contempo un comunicato stampa e creando un evento pubblico di presentazione.
Redazione PeaceLink

Atto costitutivo del Comitato per la Pace Come si scrive l'atto costitutivo di un comitato per la pace

In data….. si costituisce a….. il Comitato per la Pace di… per volontà dei promotori sotto elencati.

Da qui in avanti verrà per comodità definito Comitato per la Pace.

Il Comitato per la Pace fa richiesta al Comune di avere come sede il Municipio e notifica con PEC il presente atto costitutivo chiedendo un apposito incontro al Sindaco o a chi ne faccia le veci.

Il presente atto costitutivo viene notificato con PEC anche al Prefetto.

Il simbolo del Comitato per la Pace è la bandiera arcobaleno. 

Finalità del Comitato

Il Comitato per la Pace si ispira ai valori della Costituzione Italiana e in particolare al ripudio della guerra così come sancito dall’articolo 11:

“L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo”.

Si ispira inoltre all’articolo 118 della Costituzione Italiana che all’ultimo comma recita:

“Stato, Regioni, Città metropolitane, Province e Comuni favoriscono l'autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio di sussidiarietà”.

Si ispira inoltre ai valori di pace dello Statuto comunale.

Il Comitato per la Pace è un organismo per la tutela di interessi collettivi, diffusi nella comunità, e intende dare rappresentanza comune paritetica ad associazioni e cittadini impegnati per la pace, richiedendo alle istituzioni di dare attuazione del principio di sussidiarietà sopra citato.

Il Comitato per la Pace:

  1. è impegnato nella difesa della Costituzione
  2. si ispira ai valori dell’antifascismo;
  3. attua ogni iniziativa nonviolenta utile ad attuare l’articolo 11 della Costituzione;
  4. opera nelle scuole proponendo l’educazione alla pace;
  5. è basato sul volontariato, promuove la cittadinanza attiva e la partecipazione democratica;
  6. richiede alle istituzioni l’attuazione del principio di sussidiarietà contenuto nell’articolo 118 della Costituzione in modo che venga favorita l’iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento delle attività di ripudio della guerra e di promozione della pace quali attività di interesse generale riconosciute e tutelate dalla Costituzione.  
  7. organizza manifestazioni pubbliche, cortei, sit-in, convegni, attività culturali e civili e ogni altra attività di sensibilizzazione, informazione e formazione.

Struttura del Comitato per la Pace

Gli aderenti al Comitato per la Pace possono essere sia associazioni e sia cittadini singoli.

Il Comitato per la Pace opera secondo il metodo della partecipazione e della democrazia e al momento della sua costituzione ha la seguente struttura:

  • promotori: sono coloro che firmano il presente atto costitutivo;
  • aderenti: sono coloro che manifestano la volontà di aderire e che vengono elencati in un apposito allegato.

Assemblea Generale

Dopo la costituzione del Comitato per la Pace i promotori e gli aderenti si riuniscono, anche mediante modalità online o modalità miste, in forma di Assemblea Generale eleggendo un Consiglio Direttivo.

Le associazioni designano un loro rappresentante che ha diritto a un voto così come i singoli cittadini.

Consiglio direttivo

Al Consiglio Direttivo spetta il compito di: 

  • coordinare con metodo democratico le attività del Comitato prestando ascolto alle proposte pervenute, organizzando periodici momenti di scambio di idee, anche online;
  • elaborare un piano d’azione con le iniziative da portare avanti, indicando gli obiettivi e i risultati attesi;
  • approvare i comunicati stampa e le modalità di comunicazione pubblica;
  • indicare le persone che partecipano alle conferenze stampa e che si fanno portavoce volta per volta del Comitato cittadino;
  • nominare un rappresentante legale;
  • elaborare eventualmente uno statuto e un regolamento;
  • registrare eventualmente atto costitutivo e statuto.

All’Assemblea Generale spetta il compito dell’eventuale scioglimento del Comitato nel caso in cui venisse espressa la maggioranza qualificata dei due terzi più uno degli aderenti.

Il portavoce e rappresentante legale pro-tempore del Comitato per la Pace è il signor …..

Firme ed email dei promotori del Comitato per la Pace

—-------------------------------------------

In allegato vi sono le Associazioni e i Cittadini che esprimono la volontà di aderire al Comitato per la Pace

—-------------------------------------------

Articoli correlati

  • Henry Kissinger: "L'Ucraina non dovrebbe aderire alla NATO"
    Conflitti
    Il 5 marzo 2014, sul Washington Post, Henry Kissinger scriveva questo profetico articolo

    Henry Kissinger: "L'Ucraina non dovrebbe aderire alla NATO"

    L'ex segretario di Stato americano proponeva la neutralità sul modello Finlandia e concludeva così: "Se non si raggiunge una soluzione basata su questi o altri elementi comparabili, la deriva verso lo scontro è destinata a precipitare".
    9 maggio 2022 - Redazione PeaceLink
  • Il 20 maggio i lavoratori e le realtà sociali di tutta l’Italia scioperano per dire NO alla guerra
    Pace
    Affollata assemblea preparativa a Roma

    Il 20 maggio i lavoratori e le realtà sociali di tutta l’Italia scioperano per dire NO alla guerra

    “Il padronato vuole comprarci col bonus governativo di €200? Se li metta in quel posto”, ha tuonato un rappresentante sindacale. “Noi, il 20, scioperiamo contro la sua guerra che causa inflazione, aumento di prezzi, cassa integrazione nelle industrie vulnerabili, tagli alla sanità e ai servizi".
    8 maggio 2022 - Patrick Boylan
  • "Pace proibita" è online
    Pace
    E' ora possibile vedere su Youtube l'evento organizzato da Michele Santoro

    "Pace proibita" è online

    E' stata una protesta contro l’esaltazione delle armi come soluzione della crisi Ucraina. “Si può dire senza trionfalismi - ha affermato Santoro - che la serata “Pace proibita” è stata un successo straordinario. Sommando le audiens dei vari media coinvolti valutiamo 400mila persone coinvolte".
    8 maggio 2022 - Redazione PeaceLink
  • “Pace Proibita”… proibita
    Pace
    Dopo la censura dei media dello show di Santoro, ora ci riprova YouTube

    “Pace Proibita”… proibita

    YouTube toglie dalla circolazione il video dello show condotto lunedì sera da Michele Santoro a favore della pace. “Allora facciamola circolare privatamente!” dicono gli attivisti per la pace che erano presenti all’evento.
    3 maggio 2022 - Patrick Boylan
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)