Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Allegati vi sono tre brevi ragionamenti redatti e diffusi nei giorni scorsi

Con il popolo ucraino, contro la guerra

Il responsabile del "Centro di ricerca per la pace, i diritti umani e la difesa della biosfera" di Viterbo, Peppe Sini, ha tenuto oggi un incontro di solidarieta' con il popolo ucraino e contro tutte le guerre nel quartiere di Santa Barbara a Viterbo.
12 marzo 2022
Redazione PeaceLink
Fonte: "Centro di ricerca per la pace, i diritti umani e la difesa della biosfera" di Viterbo
Russell sulla guerra CON IL POPOLO UCRAINO, CONTRO LA GUERRA. UN DISCORSO A SANTA BARBARA

1. Occorre far cessare imediatamente le stragi e le distruzioni

Da oltre due settimane prosegue la guerra del governo russo contro il popolo ucraino, l'invasione armata dell'Ucraina da parte dell'esercito russo, i bombardamenti delle citta', e con la guerra le stragi, le distruzioni, e gli orrori di cui ogni guerra consiste. Poiche' la guerra sempre e solo consiste dell'uccisione di esseri umani, di sofferenze inflitte ad esseri umani, di distruzione dei beni e del bene degli esseri umani.
La guerra e' nemica dell'umanita'. Nessuna guerra e' giusta. Nessuna guerra e' ammissibile. Solo salvare le vite e' giusto. Salvare le vite e' il primo dovere di ogni persona e di ogni umano istituto. Chi prepara, promuove, provoca, organizza, ordina, esegue, favoreggia la guerra si rende nemico dell'umanita'.
Massimamente nell'epoca aperta dagli orrori di Auschwitz e di Hiroshima, nell'epoca in cui e' tecnicamente possibile distruggere non solo intere popolazioni ma finanche l'intera famiglia umana, la guerra e' uscita per sempre dalla sfera della razionalita': "alienum a ratione" scrisse Giovanni XXIII nella "Pacem in Terris"; la guerra non ha ragione ne' ragioni, la guerra e' contro la ragione, ed essendo la facolta' della ragione la caratteristica prima dell'umanita' di ogni essere umano ne consegue ancora una volta che la guerra e' intrinsecamente nemica dell'umanita'; la guerra e' un male assoluto contro cui l'intera umanita' deve lottare.
Ogni essere umano sa che la guerra e' il piu' grande dei crimini. Ed ogni essere umano ormai sa che ogni guerra per la sua dinamica interna puo' espandersi fino a incendiare ed incenerire l'intera umanita', l'intero mondo vivente, quest'unico mondo vivente che e' l'unica casa comune dell'umanita' intera, quest'unico mondo vivente di cui tutte e tutti siamo insieme parte e custodi.
Opporsi alla guerra e' il primo dovere.
Far cessare tutte le guerre e' il primo dovere.
Salvare le vite e' il primo dovere.
Siamo una sola umanita'.
Ogni vittima ha il volto di Abele.
*

2. Receda il governo russo dalla sua scellerata follia

Un governo folle e scellerato ha scatenato e sta proseguendo quest'ennesima guerra che sta mietendo vittime su vittime, che sta provocando distruzioni e devastazioni irrimediabili, e che potrebbe estendersi su scala planetaria e distruggere l'intera civilta' umana.
Nessun popolo puo' volere la guerra.
Non la vuole il popolo del paese aggredito, ma non la vuole neanche il popolo dello stato aggressore.
Il governo russo ascolti la voce delle vittime innocenti, ascolti la voce del suo stesso popolo, ascolti la voce dell'umanita': cessi immediatamente la guerra ed inizi immediatamente i negoziati.
Gia' troppi crimini di guerra e troppi crimini contro l'umanita' sono stati commessi in queste settimane. Cessate il fuoco subito. Tornate subito alla ragione. Tornate subito all'umanita'.
Opporsi alla guerra e' il primo dovere.
Far cessare tutte le guerre e' il primo dovere.
Salvare le vite e' il primo dovere.
Siamo una sola umanita'.
Ogni vittima ha il volto di Abele.
*

3. Cessi la complicita' con la guerra e le stragi da parte dei governi dei paesi piu' ricchi del mondo

I governi dei paesi piu' ricchi del mondo invece di adoperarsi per far cessare immediatamente la guerra, invece di impegnarsi per la pace con mezzi di pace, hanno fin qui preferito speculare sulla guerra, facendo i loro sordi di giochi di potere mentre sempre piu' innocenti muoiono tra sofferenze indicibili, perseguendo i loro interessi particolari indifferenti allo spargimento di sangue, danzando la loro danza macabra sulle macerie delle citta' e sulle cataste di cadaveri che la guerra produce. E' mostruoso tanto cinismo. I governi dei paesi piu' ricchi del mondo a parole si dichiarano contro la guerra, ma nei fatti la favoreggiano e la alimentano. E sono quindi effettuali complici del massacro della popolazione ucraina. Questo abominevole atteggiamento di tanti governi non danneggia solo il popolo ucraino vittima della guerra, danneggia anche tutti gli altri popoli, danneggia l'umanita' intera.
E per parlare del nostro paese: anche il governo italiano invece di fare ogni sforzo per la pace, invece di impegnare ogni risorsa disponibile per soccorrere le vittime, ha deciso follemente e criminalmente di inviare armi che serviranno soltanto a far morire ancora piu' persone, che serviranno soltanto a prolungare ed estendere la guerra; anche il governo italiano e' complice della guerra e delle stragi.
Tutti i governi del mondo dovrebbero ascoltare la voce dei loro popoli che chiedono pace, disarmo, solidarieta', nonviolenza.
Tutti i governi del mondo dovrebbero premere per l'immediato "cessate il fuoco", per l'immediato inizio di negoziati, per l'immediato ritorno della pace.
Tutti i governi del mondo dovrebbero inviare tutti gli aiuti umanitari che sia possibile al popolo ucraino, come a tutti i popoli vittime di guerre.
Tutti i governi del mondo dovrebbero soccorrere, accogliere, assistere tutte le persone in fuga da questa guerra come da tutte le guerre, da tutte le violenze.
Cessi la complicita' con la guerra; cessi ogni retorica menzognera, bellicista e razzista; ci si adoperi per salvare le vite umane.
L'unica politica internazionale decente e' quella che salva le vite umane.
Opporsi alla guerra e' il primo dovere.
Far cessare tutte le guerre e' il primo dovere.
Salvare le vite e' il primo dovere.
Siamo una sola umanita'.
Ogni vittima ha il volto di Abele.
*

4. Se i governi sono sordi e ciechi dinanzi alle stragi degli innocenti...

Se i governi sono sordi e ciechi dinanzi alle stragi degli innocenti, allora si sollevino nonviolentemente i popoli in un movimento di compassione e di solidarieta' per far cessare la guerra, aiutare tutte le vittime, salvare tutte le vite.
Dobbiamo essere noi, semplici esseri umani senza potere, a dire la verita' che va detta e a dare l'aiuto che va dato.
Dobbiamo inviare aiuti umanitari alla popolazione ucraina, come ad ogni popolo vittima di guerre e oppressioni.
Dobbiamo soccorrere, accogliere, assistere tutte le persone in fuga dalla guerra, dalle stragi, dalle distruzioni.
Dobbiamo promuovere ogni iniziativa possibile per fermare la guerra, per salvare le vite.
Dobbiamo chiedere al popolo russo, come a tutti i popoli, di insorgere nonviolentemente contro la guerra.
Dobbiamo chiedere ai soldati russi, come a tutti i soldati, di rifiutarsi di obbedire a ordini omicidi.
Dobbiamo chiamare ogni persona all'obiezione di coscienza, ad agire per il disarmo, ad agire per la smilitarizzazione, ad agire per salvare le vite, a scegliere la nonviolenza che sola puo' salvare l'umanita' dalla catastrofe.
E quindi dobbiamo cominciare noi stessi a scendere in piazza ogni giorno per chiedere pace e disarmo, a insorgere nonviolentemente contro la guerra, per la pace e i diritti umani di tutti gli esseri umani, per la legalita' che salva le vite.
Abolire la guerra.
Soccorrere tutte le vittime.
Accogliere tutte le persone in fuga.
Pace, disarmo, smilitarizzazione.
Un'Europa di pace, disarmata e nonviolenta dall'Atlantico agli Urali.
Opporsi alla guerra e' il primo dovere.
Far cessare tutte le guerre e' il primo dovere.
Salvare le vite e' il primo dovere.
Siamo una sola umanita'.
Ogni vittima ha il volto di Abele.
*

5. Deve intervenire l'Onu

Il governo russo che ha imposto la guerra sta commettendo crimini di guerra e crimini contro l'umanita'.
Il governo americano non vuole la pace, poiche' i poteri economici che lo dominano traggono enormi vantaggi e profitti dalle stragi e dalle distruzioni in Europa.
I governi dei paesi dell'Unione Europea stanno favoreggiando la guerra e danneggiando anche i propri popoli con decisioni riarmiste e razziste insensate, illegali e disumane; dicono di volere la pace ma fanno una politica contraria, commettendo una colossale ed abominevole omissione di soccorso.
Occorre l'intervento dell'Onu.
Occorre l'intervento dell'Onu che imponga il cessate il fuoco.
Occorre l'intervento dell'Onu che imponga negoziati di pace.
Occorre l'intervento dell'Onu che invii sul terreno adeguate forze di interposizione non armata e nonviolenta.
Occorre l'intervento dell'Onu che organizzi e gestisca efficacemente, tempestivamente e correttamente i soccorsi umanitari.
Opporsi alla guerra e' il primo dovere.
Far cessare tutte le guerre e' il primo dovere.
Salvare le vite e' il primo dovere.
Siamo una sola umanita'.
Ogni vittima ha il volto di Abele.
*

6. Il primo dovere

Far cessare la guerra.
Mandare aiuti umanitari.
Soccorrere, accogliere, assistere tutte le persone in fuga dalla guerra.
Opporsi alla guerra e' il primo dovere.
Far cessare tutte le guerre e' il primo dovere.
Salvare le vite e' il primo dovere.
Siamo una sola umanita'.
Ogni vittima ha il volto di Abele.
Peppe Sini
Il "Centro di ricerca per la pace, i diritti umani e la difesa della biosfera" di Viterbo
Viterbo, 12 marzo 2022
Mittente: "Centro di ricerca per la pace, i diritti umani e la difesa della biosfera" di Viterbo, strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo, e-mail: centropacevt@gmail.com
Il "Centro di ricerca per la pace, i diritti umani e la difesa della biosfera" di Viterbo e' una struttura nonviolenta attiva dagli anni '70 del secolo scorso che ha sostenuto, promosso e coordinato varie campagne per il bene comune, locali, nazionali ed internazionali. E' la struttura nonviolenta che oltre trent'anni fa ha coordinato per l'Italia la piu' ampia campagna di solidarieta' con Nelson Mandela, allora detenuto nelle prigioni del regime razzista sudafricano. Nel 1987 ha promosso il primo convegno nazionale di studi dedicato a Primo Levi. Dal 2000 pubblica il notiziario telematico quotidiano "La nonviolenza e' in cammino". Da alcuni mesi e' particolarmente impegnata nella campagna per la liberazione di Leonard Peltier, l'illustre attivista nativo americano difensore dei diritti umani di tutti gli esseri umani e dell'intero mondo vivente, da 46 anni prigioniero innocente.
Note: Allegato primo: Intervenga l'Onu a fermare le stragiI. Fermare le stragi, la guerra e' un crimine contro l'umanita'La folle e scellerata guerra scatenata dal governo russo contro il popolo ucraino prosegue, ed ogni giorno aumentano e si estendono le stragi e le devastazioni.Sono esseri umani quelli che muoiono.E sono esseri umani coloro che azionano le armi assassine.A tutte le vittime vada la solidarieta' dell'umanita' intera.A tutti gli assassini giunga il monito dell'umanita' intera: cessate di uccidere, state uccidendo le vostre sorelle e i vostri fratelli.*II. Quid agendumOccorre un'azione corale dell'umanita' intera per imporre:1. il "cessate il fuoco" immediato e definitivo;2. un negoziato vero sotto l'egida dell'Onu;3. l'invio da parte dell'Onu di forze di interposizione non armata e nonviolenta;4. immediati soccorsi umanitari per tutte le vittime della guerra;5. soccorrere, accogliere ed assistere tutte le persone in fuga dalla guerra;6. iniziare subito la ricostruzione delle case, delle scuole, degli ospedali, di tutte le strutture della vita civile.Salvare le vite e' il primo dovere.*III. Intervenga immediatamente l'OnuTutto cio' richiede l'intervento immediato dell'Onu, solo soggetto istituzionale in grado di esercitare un'azione efficace.L'Onu deve imporre il passaggio dalla guerra alla pace, dal conflitto al negoziato, dalle uccisioni al salvare le vite umane.L'Onu deve imporre il passaggio dalla politica della violenza alla politica della nonviolenza: siamo una sola umanita', e l'Onu deve rappresentare tutti i popoli del mondo.L'umanita' deve affrontare oggi sia la pandemia che perdura sia il disastro ambientale globale che mettono in pericolo l'intera famiglia umana: la guerra e' ormai una totale follia, la guerra deve essere abolita, e devono essere aboliti gli strumenti delle guerre: gli eserciti e le armi.Intervenga l'Onu a fermare le stragi.Intervenga l'Onu ad imporre la pace.Salvare le vite e' il primo dovere.*IV. Il governo russo cessi la guerraAl governo russo occorre chiedere l'immediata cessazione dell'invasione e delle stragi, l'immediato ritiro delle truppe, l'immediata accettazione di un negoziato vero sotto la direzione e la garanzia dell'Onu.La Russia fa parte dell'Europa, il popolo russo fa parte dell'umanita', nessuna persona pensante odia il popolo russo o qualunque altro popolo.Il governo russo scatenando la guerra non solo non tutela, ma mette in pericolo lo stesso popolo russo.Se la Russia chiede garanzie di non essere aggredita, l'Onu le dia queste garanzie, e tutti i governi europei sottoscrivano un impegno in tal senso.Tutte le controversie territoriali (e nel mondo ve ne sono innumerevoli) possono e devono essere risolte con il negoziato; la guerra non e' mai una soluzione.Il governo russo faccia subito l'unica cosa saggia che puo' fare: l'immediata cessazione dell'invasione e delle stragi, l'immediato ritiro delle truppe, l'immediata accettazione di un negoziato vero sotto la direzione e la garanzia dell'Onu.Salvare le vite e' il primo dovere.*V. L'Unione Europea cessi di essere bellicista, razzista e schiavista, ed aiuti finalmente tutte le vittimeMa anche altre richieste occorre aggiungere.Ai governi dell'Unione Europea occorre chiedere di sciogliere immediatamente la Nato, che e' il braccio armato della politica americana contro i popoli europei, che gia' da molti anni ha commesso e promosso crimini di guerra e crimini contro l'umanita', che negli anni e nei mesi scorsi ha svolto un'incessante azione bellicista e golpista - di criminale provocazione e delittuosa alimentazione della violenza palese ed occulta - nell'Europa centrale ed orientale, azione che e' all'origine della guerra in corso.Ai governi dell'Unione Europea occorre chiedere di recedere dalla politica razzista e schiavista che li caratterizza e che ogni giorno miete vittime nel silenzio quasi totale dei mezzi d'informazione.Ai governi dell'Unione Europea occorre chiedere di dismettere la politica militarista, riarmista e neocolonialista che sta spargendo sangue in tante parti del mondo.Ai governi dell'Unione Europea occorre chiedere di soccorrere, accogliere, assistere tutte le persone in fuga dalla guerra e della fame.Ai governi dell'Unione Europea occorre chiedere di inviare immediati aiuti umanitari in Ucraina, cosi' come negli altri paesi devastati dalle guerre e dalla violenza.Salvare le vite e' il primo dovere.*VI. Il governo degli Stati Uniti d'America cessi di essere nemico dell'umanita'E una richiesta ancora occorre aggiungere.Al governo dell'entita' politica piu' assassina del mondo, quegli Stati Uniti d'America sorti con il genocidio delle popolazioni native americane, quegli Stati Uniti d'America che tuttora sono il principale criminale promotore di guerre e di stragi, di terrorismo e di dittature nel mondo, chiediamo di cessare di condurre una politica che in Europa ha come fine sia la strage dei popoli di interi paesi, sia la riduzione all'indigenza di gran parte della popolazione europea.Al governo degli Stati Uniti d'America chiediamo di cessare di promuovere guerre ed imporre dittature in tutto il mondo.Al governo degli Stati Uniti d'America chiediamo di cessare di essere nemico dell'umanita'.Salvare le vite e' il primo dovere.*VII. Ogni vittima ha il volto di AbeleOgni persona, ogni popolo, ogni umano istituto puo' e deve contribuire al bene comune dell'umanita'.Occorre la pace, il disarmo, la smilitarizzazione.Occorre soccorrere, accogliere, assistere ogni popolazione ed ogni persona bisognosa d'aiuto.Occorre contrastare il male facendo il bene.Occorre opporsi alla violenza con la scelta nitida e intransigente, concreta e coerente, necessaria ed urgente della nonviolenza.Solo la nonviolenza puo' salvare l'umanita' dalla catastrofe.Salvare le vite e' il primo dovere.*VIII. Repetita iuvantDiciamolo una volta ancora, ripetiamolo una volta ancora.Occorre un'azione corale dell'umanita' intera per imporre:1. il "cessate il fuoco" immediato e definitivo;2. un negoziato vero sotto l'egida dell'Onu;3. l'invio da parte dell'Onu di forze di interposizione non armata e nonviolenta;4. immediati soccorsi umanitari per tutte le vittime della guerra;5. soccorrere, accogliere ed assistere tutte le persone in fuga dalla guerra;6. iniziare subito la ricostruzione delle case, delle scuole, degli ospedali, di tutte le strutture della vita civile.Salvare le vite e' il primo dovere.*IX. Il popolo ucraino e' l'umanita'Con il popolo ucraino vittima della guerra c'e' l'umanita' intera.Il popolo ucraino vittima della guerra e' l'umanita' intera.La guerra e' nemica dell'umanita' intera.Cessi immediatamente la guerra.Salvare le vite e' il primo dovere.Viterbo, 10 marzo 2022* * *Allegato secondo: A un passo dall'apocalisse atomica: cessate il fuocoI combattimenti intorno a una centrale nucleare in Ucraina hanno portato l'umanita' a un passo dall'apocalisse atomica.Cessate il fuoco.Cessate immediatamente la guerra.Fermate immediatamente i combattimenti.La sopravvivenza dell'umanita' e' un "fine sovraordinato" (Gandhi) dinanzi a cui ogni altro fine deve cedere.Tutte e tutti siamo esseri umani. Tutte e tutti siamo una sola umana famiglia.Cessi immediatamente la guerra, cessino immediatamente tutte le guerre, cessino immediatamente tutte le stragi, cessino immediatamente tutte le uccisioni.Il diritto alla vita dell'umanita' intera viene prima di ogni altra cosa.Salvare le vite e' il primo dovere.*Al governo russo chiediamo l'immediata cessazione della criminale e folle aggressione alla popolazione ucraina, l'immediata cessazione dei bombardamenti, l'immediato ritorno delle truppe russe in Russia.Salvare le vite e' il primo dovere.*Al governo ucraino chiediamo di cessare ogni attivita' bellica - per quanto esse siano del tutto legittime da parte di un popolo aggredito - e di passare alla sola vera difesa possibile, necessaria, efficace ed infine vittoriosa, alla sola vera Resistenza possibile, necessaria, efficace ed infine vittoriosa: la difesa popolare nonviolenta; la difesa popolare nonviolenta di fronte alla quale nessun invasore puo' prevalere.Salvare le vite e' il primo dovere.*Ai governi degli altri stati chiediamo di cessare di soffiare sul fuoco, chiediamo di cessare di inviare armi e di promettere armi, armi che solamente alimentano ed estendono la guerra, le stragi e le uccisioni, armi che solamente provocano altre innumerevoli morti, favoreggiano l'allargamento della catastrofe e minacciano di distruzione l'intera umanita'.Chiediamo di inviare immediatamente ed esclusivamente aiuti umanitari in soccorso della popolazione ucraina aggredita.Chiediamo di soccorrere, accogliere, assistere tutti i profughi in fuga dalla guerra, da questa guerra come da tutte le guerre, da tutte le dittature, da tutte le schiavitu' e da tutte le devastazioni.Chiediamo di compiere non atti ostili, ma di sostegno al negoziato, al dialogo e alla riconciliazione.Chiediamo azioni immediate, concrete e coerenti contro la guerra: azioni di pace, disarmo, smilitarizzazione, difesa e promozione dei diritti umani di tutti gli esseri umani, la scelta concreta e coerente della nonviolenza che e' l'unica risorsa che puo' salvare l'umanita' dall'orrore, dalla barbarie, dall'annichilimento.Salvare le vite e' il primo dovere.*Tacciano le armi e comincino veri negoziati che costruiscano la pace con mezzi di pace.E' in gioco l'esistenza dell'umanita'. La guerra e' nemica dell'umanita' consistendo sempre e solo dell'uccisione di esseri umani. Tutte le vittime sono nostre sorelle e nostri fratelli.Ogni vittima ha il volto di Abele.Salvare le vite e' il primo dovere.*Giunti a un passo dall'apocalisse atomica, tornano alla memoria le parole di don Lorenzo Milani: "E noi stiamo qui a questionare se al soldato sia lecito o no distruggere la specie umana?".Pace subito.Disarmo subito.Smilitarizzazione subito.Nonviolenza subito.Salvare le vite e' il primo dovere.*Tornano alla mente in questo tragico momento gli appassionati ammonimenti, i decisivi ragionamenti di Carlo Cassola: occorre l'immediato disarmo, o le armi distruggeranno l'umanita'.Ogni umano consorzio ha come prima ragione e scopo fondamentale il mutuo soccorso, la condivisione del bene e dei beni, salvare le vite.Ogni umana istituzione ha come prima ragione e scopo fondamentale il mutuo soccorso, la condivisione del bene e dei beni, salvare le vite.Dopo gli orrori assoluti di Auschwitz e di Hiroshima nessuna divisione tra esseri umani ha piu' senso: siamo tutte e tutti una sola umanita' in un unico mondo vivente casa comune dell'umanita' intera, ua sola umanita' in un unico mondo vivente di cui siamo insieme parte e custodi.Ogni essere umano ha diritto alla vita, alla dignita', alla solidarieta'.Salvare le vite e' il primo dovere.*Ovunque si manifesti per la pace.Ovunque si organizzino raccolte di aiuti umanitari da inviare alle vittime della guerra.Ovunque siano soccorse, accolte ed assistite le persone in fuga dalla guerra, dalla fame, dalle violenze, dalle distruzioni.Ovunque si manifesti per la cessazione immediata della guerra.Chi salva una vita salva il mondo.Salvare le vite e' il primo dovere.Viterbo, 4 marzo 2022* * *Allegato terzo: Partecipando al digiuno contro la guerraOggi in digiunoPrendo parte anch'io quest'oggi al digiuno contro la guerra promosso dal papa.Degli strumenti che la nonviolenza appresta per contrastare la violenza, il digiuno e' e' quello piu' forte nel richiamare gli esseri umani alla propria comune umanita'.E la guerra e' il piu' abominevole dei crimini contro l'umanita', poiche' essa consiste sempre e solo dell'uccisione di esseri umani da parte di altri esseri umani, dimentichi che siamo tutte e tutti sorelle e fratelli, tutte e tutti una sola umana famiglia in un unico mondo vivente di cui siamo insieme parte e custodi.La regola aurea che in tutte le grandi tradizioni di pensiero presiede all'umana convivenza, alla liberta' e alla giustizia, e': "agisci nei confronti delle altre persone cosi' come vorresti che le altre persone agissero nei tuoi confronti".Uccidere annienta l'umanita'. La guerra e' nemica assoluta dall'umanita'.E' quindi dovere di ogni essere umano opporsi alla guerra, che e' sempre e solo assassina.E' quindi dovere di ogni essere umano opporsi a tutte le guerre, a tutte le stragi, a tutte le uccisioni.Solo la nonviolenza puo' salvare l'umanita'.Salvare le vite e' il primo dovere.*"Cessate il fuoco", troppi esseri umani sono gia' mortiLa guerra scatenata dal governo russo contro il popolo ucraino deve cessare immediatamente. Troppi esseri umani sono gia' morti.L'invasione militare russa dell'Ucraina deve cessare immediatamente. L'esercito russo deve lasciare immediatamente l'Ucraina. Troppi esseri umani sono gia' morti.La popolazione ucraina vittima di una folle e scellerata aggressione deve ricevere immediatamente tutti i soccorsi umanitari di cui ha bisogno. Troppi esseri umani sono gia' morti.Tutte le persone in fuga dalla guerra devono essere soccorse, accolte, assistite. Troppi esseri umani sono gia' morti.La guerra va fermata immediatamente. Troppi esseri umani sono gia' morti.Pace, disarmo, smilitarizzazione, nonviolenza. Troppi esseri umani sono gia' morti.Solo la nonviolenza puo' salvare l'umanita'.Salvare le vite e' il primo dovere.*Alcune ragionevoli parole della "Rete pace e disarmo"Condivido sostanzialmente quello che ha scritto la "Rete pace e disarmo" e lo trascrivo qui di seguito."Bisogna fermare la guerra in Ucraina. Bisogna fermare tutte le guerre del mondo.Condanniamo l'aggressione e la guerra scatenata dalla Russia in Ucraina. Vogliamo il "cessate il fuoco", chiediamo il ritiro delle truppe.Ci vuole l'azione dell'Onu: disarmo e neutralita' attiva.Dall'Italia e dall'Europa devono arrivare soluzioni politiche, non aiuti militari.Protezione, assistenza, diritti alla popolazione di tutta l'Ucraina, senza distinzione di lingua e cultura.Siamo con la societa' civile, con le lavoratrici e i lavoratori ucraini e russi che si oppongono alla guerra con la nonviolenza.No all'allargamento della Nato. Si' alla sicurezza condivisa.Vogliamo un'Europa di pace, senza armi nucleari dall'Atlantico agli Urali.Costruiamo ponti e solidarieta' tra i popoli, non con le armi ma con la democrazia, i diritti, la pace.Basta armi, basta violenza, basta guerra".Cosi' scrive la "Rete pace e disarmo", e dice bene.Solo la nonviolenza puo' salvare l'umanita'.Salvare le vite e' il primo dovere.*Un'aggiunta nonviolentaMa occorrera' aggiungere alcune parole ancora.1. La decisione del governo e del parlamento italiano di inviare armi nel cuore della carneficina e' del tutto illegale e criminale, folle e sciagurata: non di ulteriori stragi, non di ulteriori morti vi e' bisogno, ma di pace e soccorsi umanitari.2. La Nato, che e' la piu' grande e peggiore organizzazione terrorista e stragista nel mondo, deve essere sciolta.3. In tutto il mondo deve avere immediata applicazione la proibizione delle armi atomiche sancita dall'Onu: si cessi di produrre le armi nucleari, si smantellino tutti gli arsenali atomici. E' in gioco l'esistenza stessa del genere umano.4. Occorre ridurre drasticamente le spese militari ed investire quelle ingenti risorse - oggi sperperate a fini di morte - in aiuti umanitari, assistenza, sanita', istruzione, riconversione economica sostenibile, protezione del mondo vivente, riconoscimento concreto dei diritti umani di tutti gli esseri umani.5. Occorre adoperarsi per abolire gli eserciti e le armi: la salvezza comune dell'umanita' richiede l'immediato passaggio dalla sanguinaria e distruttiva gestione armata dei conflitti alla difesa popolare nonviolenta.Solo la nonviolenza puo' salvare l'umanita'.Salvare le vite e' il primo dovere.*Un'insegna d'osteria, il cielo stellato e un professore di KoenigsbergL'umanita' intera si opponga alla guerra.L'umanita' intera sostenga la popolazione ucraina aggredita come tutti i popoli oppressi.L'umanita' intera si impegni per la cessazione immediata della guerra e dell'invasione, di tutte le guerre e tutte le oppressioni.L'umanita' intera comprenda che al male occorre opporsi facendo il bene.L'umanita' intera comprenda che alla violenza occorre opporre la nonviolenza.Abolire la guerra, ora.Cessare di uccidere, ora.Pace e disarmo, ora.Sii tu l'umanita' come dovrebbe essere.Solo la nonviolenza puo' salvare l'umanita'.Salvare le vite e' il primo dovere.Viterbo, 2 marzo 2022

Articoli correlati

  • Appello di IPPNW sugli attacchi alla centrale di Zaporizhzhia
    Conflitti
    "Condurre una guerra in un paese con reattori nucleari operativi non è mai accaduto e rompe un tabù"

    Appello di IPPNW sugli attacchi alla centrale di Zaporizhzhia

    L'appello dai medici di IPPNW ai governi rappresentati alla Conferenza di Revisione del TNP, affinché venga fatto ogni sforzo per evitare attacchi militari alle centrali nucleari. E' la risposta urgente e decisa alla situazione critica presso la centrale ucraina di Zaporizhzhia.
    13 agosto 2022 - Roberto Del Bianco
  • Se il mondo va in guerra
    Cultura
    Poesia

    Se il mondo va in guerra

    Se il mondo va in guerra / voglio solo dirti che ti amo, / che l'amore non basta / in questa terra di fiori e di roghi,/ che dovrebbe esserci / la tua bellezza in ogni angolo
    26 febbraio 2022 - Dale Zaccaria
  • L'ipocrisia di chi non vuole una soluzione ma il predominio militare
    Pace
    La classe dominante occidentale ci sta portando verso la terza guerra mondiale

    L'ipocrisia di chi non vuole una soluzione ma il predominio militare

    Sarei felice di unirmi al coro delle condanne alla Russia se, ogni volta che condanniamo il fatto — del tutto condannabile — che Mosca bombarda l'Ucraina, si aggiungesse anche: “E noi ci impegniamo a non fare mai più nulla di simile in futuro".
    3 luglio 2022 - Carlo Rovelli
  • Perché non armare gli ucraini è una strategia moralmente migliore
    Pace
    E' moralmente sbagliato armare gli ucraini perché li condurrà sulla strada del disastro

    Perché non armare gli ucraini è una strategia moralmente migliore

    Se si armano gli ucraini alla fine si arrecherà un grave danno all'Ucraina. Mentre l'Occidente arma l'Ucraina, i russi reagiranno e finiranno per fare ancora più danni all'Ucraina di quanti ne siano stati fatti finora.
    3 luglio 2022 - John Mearsheimers
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)