Pace

RSS logo

Mailing-list Pace

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Pace

...

Articoli correlati

  • Dino Frisullo: 20.03 2003. Le bombe su Bagdad
    Dieci anni fa iniziava la guerra in Iraq degli USA di Bush Jr.

    Dino Frisullo: 20.03 2003. Le bombe su Bagdad

    Le prime bombe della Seconda guerra del Golfo caddero su Bagdad nella notte tra il 19 e il 20 marzo 2003. Cinque anni dopo venne calcolato che costò più di 500 miliardi di dollari per una strage di civili iracheni, soprattutto, almeno 650mila civili, dieci volte più dei 63mila militari iracheni uccisi e cento volte più dei 5-6mila tra soldati e contractors occidentali. Gli italiani caduti furono 36. Ricordiamo l'orrore di quella notte con i versi di Dino Frisullo.
    20 marzo 2013
  • Raccontiamolo alle madri dei bambini massacrati:

    Iraq: Crimini di guerra, Bugie e Statistiche

    Un sondaggio dell' NDI rivela che dopo la distruzione del paese, malgrado un milione e mezzo di tombe, milioni di orfani, quattro milioni di sfollati e una carneficina che continua ogni giorno, da quasi un decennio - le cose stanno migliorando. Quasi da non crederci.
    Felicity Arbuthnot
  • Memorie a perdere - Racconti di ordinarie allucinazioni
    Luigi Milani

    Memorie a perdere - Racconti di ordinarie allucinazioni

    Edizioni Akkuaria
    22 giugno 2009 - Giacomo Alessandroni
  • Le librerie di Baghdad, “Case della Saggezza”

    Ancora una volta, "gli eserciti vincitori cercano di annientare anche la memoria storica, di cancellare l'identità dei popoli vinti. Ciò dimostra quanto nell'uomo contemporaneo sia rimasto vivo il primitivo bisogno d'imporre al futuro un unico messaggio. Quello della cultura dominante."
    13 aprile 2007 - Andrea Misuri
8 dicembre 2004


"Più Libri più Liberi" - Palazzo dei Congressi di Roma EUR

Progetto Bagdad e Agenzia Il Segnalibro
8 dicembre 2004, ore 14.00 (Sala Campana)
conferenza di presentazione dell’iniziativa
"Una biblioteca virtuale per Bagdad"

Una biblioteca virtuale per ricostruire e salvaguardare una cultura che rischia di essere ridotta in macerie. Questo lo scopo del progetto nato dalla volontà di un gruppo di giornalisti, docenti e studenti universitari e aperto al contributo di scrittori, editori e lettori italiani. Interverranno Piero Rovigatti e Dario Bellini, curatori del Progetto, Daniele Mastrogiacomo (La Repubblica), Samir Abdull Hamir (Università di Bagdad).Oggi Bagdad è una città senza libri. I bombardamenti "intelligenti" alleati e i saccheggi incontrollati seguiti alla caduta del regime baathista hanno distrutto biblioteche pubbliche, università, scuole. Il museo archeologico è stato saccheggiato, la Biblioteca Nazionale e la biblioteca dell'Accademia di Belle Arti sono andate letteralmente in fumo. I pochi libri sopravvissuti allo scempio sono stati accatastati in bunker e in rifugi di fortuna, precari testimoni di un inestimabile patrimonio librario, frutto di un culto della conservazione del sapere che nei millenni ha dato vita alle più importanti biblioteche della storia.

Una Biblioteca Virtuale per Bagdad

La conferenza promossa dall'Associazione Progetto Bagdad e da Il Segnalibro tenta di fare il punto sulla situazione attuale e di individuare nuove strade per favorire quel riavvicinamento che molti intellettuali e cittadini iracheni aspettano dal giorno della caduta di Saddam e che l’interminabile dopoguerra rende ancora difficile.

Una via possibile è la creazione di una "biblioteca virtuale" sul web, come quella in fase di allestimento sul sito dell’Associazione Progetto Bagdad, all’indirizzo www.unabibliotecaperbagdad.it.

La "biblioteca virtuale" è concepita come una raccolta di titoli, sinossi e estratti di libri d’arte e di opere di narrativa e saggistica, in arabo e in italiano, che, in seguito, potranno essere donate per la ricostruzione delle "biblioteche di carta" dell’Accademia delle Belle Arti di Bagdad e di altre istituzioni pubbliche e universitarie irachene, per favorire la scoperta, la conoscenza e l’accrescimento reciproco di mondi culturali apparentemente distanti.

Nel corso dell’incontro verrà lanciato un invito a tutti gli editori, scrittori e lettori presenti a depositare e donare titoli di opere per il potenziamento della "biblioteca virtuale per Bagdad" e per la costruzione — attraverso il sito — di un osservatorio sull’evoluzione della realtà culturale irachena e di uno spazio di confronto e cooperazione tra i progetti di solidarietà in atto


Una Biblioteca Virtuale per Bagdad

Per maggiori informazioni:
www.ilsegnalibro.it

Ufficio Stampa:
Agenzia Il Segnalibro, Claudia Leuci

e-mail: ufficiostampa@ilsegnalibro.it. Tel.: 0635400912






Una biblioteca virtuale per Bagdad

Programma dell’incontro

  • Proiezione del documentario "BAGDAD" di Dario Bellini
    Da marzo a maggio 2003, la difficile primavera di Bagdad raccontata con immagini fotografiche di sorrisi "bagdadi", di bambini e di straordinaria gente comune, insieme alle immagini di guerra, di occupazione militare, di sofferenza e speranza per il futuro.
  • Seguiranno gli interventi di:
    • Samir Abdull Hamir, docente di lingua italiana e spagnola, Università di Bagdad, incaricato delle relazioni internazionali nel Ministero dell’Educazione Superiore in Iraq
    • Daniele Mastrogiacomo, corrispondente da Badgad del quotidiano La Repubblica

Dario Bellini e Piero Rovigatti, curatori del progetto "Una Biblioteca per Bagdad". Un'idea per le università e gli editori italiani. Presentazione del sito www.unabbliotecaperbagdad.org e della "biblioteca virtuale".
È prevista la partecipazione di artisti e giornalisti (anche iracheni) insieme ad altri esperti di editoria e cultura araba. Saranno inoltre presenti all’incontro alcuni studenti iracheni del corso di laurea in Letterature Straniere, in Italia per un corso di specializzazione in Lingua italiana presso l’Università per gli Stranieri di Reggio Calabria.


Una Biblioteca Virtuale per Bagdad

Per maggiori informazioni:
www.ilsegnalibro.it

Ufficio Stampa:
Agenzia Il Segnalibro, Claudia Leuci

e-mail: ufficiostampa@ilsegnalibro.it. Tel.: 0635400912

Allegati

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)