Palestina

Palestina

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • Conto Corrente Bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)

In rilievo

Motore di ricerca in
RSS logo

Mustafà Barghuti chiede l'invio di un'ispezione internazionale a Gaza

Il parlamentare Barghouti chiede alla comunità internazionale di inviare un comitato di investigazione sulla situazione a Gaza
Saed Bannoura
Fonte: IMEMC & Agencies - 14 luglio 2006


Il parlamentare palestinese Mustafa Barghouthi, presidente della Iniziativa Democratica Palestinese, ha dichiarato mercoledì che l’esercito israeliano ha condotto 47 attacchi aerei nella Striscia di Gaza uccidendo 74 residenti, e ferendone oltre 200 dall’inizio dell’assalto israeliano nella Striscia di Gaza.

In una conferenza stampa tenutasi ad el Bireh, vicino a Ramallah in Cisgiordania, Barghouti ha detto che circa 190 famiglie palestinesi sono state obbligate a lasciare le loro case a causa degli attacchi israeliani, e ha chiesto che la comunità internazionale con urgenza invii un comitato per investigare quale tipo di armi sta usando l’esercito israeliano contro il popolo palestinese.

“Ci sono dozzine di cittadini palestinesi che arrivano negli ospedali i cui corpi appaiono bruciati piuttosto che feriti e che ci hanno portato a investigare quale tipo di bombe hanno usato le truppe [ndt, israeliane]”, ha detto.

Barghouti ha accusato l’esercito di aver imposto un black out giornalistico sugli attacchi alla Striscia di Gaza, asserendo che il problema del soldato catturato è stato mal riportato da Israele e usato come pretesto per l’invasione, mentre di fatto gli atroci attacchi militari sulla Striscia di Gaza avevano raggiunto un culmine due mesi prima del rapimento del soldato.

Il parlamentare ha messo in guardia su un imminente catastrofe umanitaria nella Striscia di Gaza, se gli attacchi non verranno fermati, intanto che si sta verificando una grave mancanza di acqua, elettricità, medicine e generi di prima necessità insieme alla totale distruzione delle infrastrutture palestinesi, come riportato da agenzie palestinesi.

Inoltre Barghouti ha ipotizzato che gli aeroplani israeliani stiano lanciando 11-18 raid al giorno, rompendo spesso la barriera del suono sulla Striscia di Gaza, generando panico e segnando i bambini palestinesi con problemi psicologici.

Ha anche messo in luce che in mezzo all’orda di oltre 5.000 palestinesi che sono stati bloccati al punto di transito di Rafah, al confine con l’Egitto da due settimane, ci sono stati 5 cittadini palestinesi rimasti uccisi, secondo fonti palestinesi.

Barghouti ha anche dichiarato che la continuazione delle operazioni militari nella Striscia faranno collassare completamente l’Autorità Nazionale palestinese e gli accordi di Olso.

Note:

Traduzione a cura di redazione-minorityreport
www.redazione-minorityreport.blogspot.com/

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.6 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)