Sociale

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

Un libro di documenti su Giuliano, Scelba e Portella della Ginestra, per contribuire a fare chiarezza

Un nuovo testo di Carlo Ruta per l'Archivio storico "Accade in Sicilia"
19 febbraio 2013

 

È appena uscito il secondo libro dell’Archivio storico di “Accade in Sicilia”. Si tratta de L’affare Giuliano. I documenti che rivelano il primo patto tra Stato e mafia nel tempo della Repubblica. La cura è di Carlo Ruta. Il volume, di 328 pagine, contiene un gran numero di documenti, annotati e contestualizzati, solo in parte pubblicati sull’ex giornale on-line. E di questi documenti numerosi sono scarsamente conosciuti o addirittura inediti. Con questo testo, che propone soprattutto materiali significativi dell’epoca, si intende contribuire a definire le linee essenziali della vicenda, con una attenzione particolare alla strage di Portella della Ginestra, nodale nella storia italiana contemporanea, e tuttavia ancora oggi coperta da reticenze e segreti di Stato. Giuliano

La strage del primo maggio 1947 non è stata perfetta, e imperfetti sono stati i delitti che ne sono conseguiti. Sin da subito sono emerse scoperture che hanno chiamato in causa ambienti politici e di Stato: esponenti monarchici e della Democrazia Cristiana, un potente magistrato di Palermo, comandi militari, alti uffici di Pubblica Sicurezza, perfino il Viminale di Mario Scelba. Si è cercato di nascondere le tracce, di rimediare agli errori. Ma anche questo lavoro di «restauro» ha presentato scoperture importanti. Sono trascorsi oltre 65 anni, e il buio continua a dominare parti significative della scena, corroborato appunto dal segreto di Stato che grava ancora sulla vicenda. Le testimonianze e i documenti usciti lungo i decenni, molti dei quali riportati e annotati in questo testo, confermano tuttavia che lungo il perimetro del caso Giuliano e di Portella della Ginestra si è consumato un vero e proprio intrigo di Stato, il primo della Repubblica.

L’affare Giuliano. I documenti che rivelano il primo patto tra Stato e mafia nel tempo della Repubblica, a cura di Carlo Ruta, Archivio storico di “Accade in Sicilia”, febbraio 2013, euro 24,00

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)