A Taranto chi contrasta il degrado va aiutato e non cacciato!

Solidarietà ai ragazzi delle Officine Tarantine
15 febbraio 2014
Redazione Peacelink

le officine tarantine

Chi contrasta il degrado va aiutato e non cacciato!

Vogliamo esprimere la nostra solidarietà ai ragazzi delle Officine
Tarantine che hanno ricevuto la notifica di un’ordinanza di interdizione
dai locali dei Baraccamenti Cattolica da parte del Comune di Taranto.

Siamo scandalizzati dal fatto che quando qualcuno prova a rimboccarsi le
maniche e a fare qualcosa di concreto a favore di un bene comune venga
contrastato in questo modo.

Al contrario, l’Amministrazione comunale potrebbe cogliere gli aspetti
positivi presenti nell’iniziativa di questi ragazzi e accompagnarli in un
percorso di legalità che passi attraverso la concessione dei locali in
comodato d’uso, utilizzando le risorse regionali destinate alle politiche
giovanili.

Non risulta che ci sia stata altrettanta solerzia nei confronti di altri
abusi in danno della città.

Fra l’altro si segnala che il patrimonio edilizio del Comune di Taranto è
ingente e per nulla sfruttato, anzi il più delle volte è del tutto
abbandonato a se stesso. Quindi non si vede come ci si possa lamentare di
iniziative spontanee che hanno la finalità di dare nuova vita a strutture
che sono state chiuse per anni.

Nessuna repressione va attuata. Anzi questi ragazzi andrebbero ringraziati.

Un dubbio sorge spontaneo: non è che l’Amministrazione si è attivata così
in fretta perché i ragazzi delle Officine Tarantine si sono dichiarati per
la chiusura dell’area a caldo? Oppure perché stanno facendo cultura dal
basso e la cultura potrebbe svegliare le coscienze dei tarantini?

Alessandro Marescotti
Presidente nazionale PeaceLink

Fulvia Gravame
Responsabile del nodo di PeaceLink Taranto

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.26 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)