evento

Terza Giornata ecumenica del dialogo cristianoislamico

12 novembre 2004

A tutti i musulmani d’Italia

Cari amici,
L’inizio di questo Ramadan 1425 è caratterizzato da un accentuato clima di “scontro di civiltà”. Non si tratta purtroppo di una novità. E’ dall’11 settembre del 2001 che stiamo vivendo questo clima che ha già provocato due guerre che non sono servite né a fermare il terrorismo né a risolvere alcuno degli squilibri internazionali oggi esistenti. E a pagare con la vita, come sempre, sono stati migliaia di innocenti, soprattutto bambini. Ma accanto a questo dato negativo non mangano segnali incoraggianti quali i continui appelli del Presidente della Repubblica Carlo Azelio Ciampi, che incitano al dialogo e all’accoglienza verso la realizzazione di “un’alleanza di civiltà” che è alla portata dell’umanità realizzare.
Come certo voi sapete è dal 2001 che siamo impegnati a realizzare momenti di dialogo fra cristiani e musulmani per impedire che la guerra in corso blocchi la capacità degli uomini e delle donne di Dio di lavorare ad un mondo senza guerre.
Ci auguriamo così che il tempo del Ramadan, che per il musulmano è tempo di riflessione per comprendere come meglio servire la volontà di Dio, possa essere un tempo fecondo di iniziative per la pace ed il dialogo fra cristiani e musulmani e più in generale fra tutte le religioni.
Ci auguriamo in particolare che il prossimo 12 novembre, ultimo venerdì del Ramadam 1425, possa vedere il moltiplicarsi, come già lo scorso anno, di incontri fra cristiani e musulmani, rilanciando quello spirito di collaborazione positivo verificatosi in occasione del rapimento delle volontarie di Un ponte per….
La paura favorisce il clima di guerra e di scontro. Abbiamo invece bisogno di pace e serenità. Ci auguriamo così che il vostro Ramadan 1425 possa essere un momento di gioia per gridare a chi vuole costruire artificiosamente un clima di caccia alle streghe che cristiani e musulmani non solo non hanno alcun motivo per farsi guerra ma anzi hanno molti buoni motivi per stimarsi a vicenda e operare congiuntamente in vista di un mondo più bello e più giusto.
Buon Ramadan 1425.
Shalom – Salaam

Il Comitato Organizzatore

-------- Notizie Utili ---------------
Per firmare l’Appello per la giornata ecumenica del dialogo cristianoislamico e per adesioni o segnalazione di niziative per la prossima giornata del 12 novembre 2004, ci si può rivolgere a:

il dialogo - Periodico di Monteforte Irpino
Via Nazionale, 51
83024 Monteforte Irpino (Avellino)
tel. 3337043384
Sito: http://www.ildialogo.org/
Email: redazione@ildialogo.org

Confronti
Roma
06 4820503; 06 48903241;
fax 06 4827901;
dialogo@confronti.net
http://www.confronti.net/

Tempi di Fraternità
Torino
via G. Di Vittorio, 11,
10095 Grugliasco (TO)
fax: 02 700 519 846
Tel: 0141218291 - 0119573272
http://www.tempidifraternita.it/
tempidifraternita@tempidifraternita.it

Mosaico di Pace
Via Petronelli n.6
70052 Bisceglie (Bari)
tel. 080/3953507
fax: 080/3953450
email:
info@mosaicodipace.it
Sito: http://www.mosaicodipace.it

QOL
una voce per il dialogo tra le religioni e le culture
Piazza Unità d’Italia 8
42017 NOVELLARA (RE)
tel.0522-654251
fax 059-650073
E Mail: torrazzo@libero.it

CEM - Mondialità
Via Piamarta 9 - Brescia 25121
tel 030-3772780
fax 030-3772781
e - mail: cemmondialita@saveriani.bs.it

Per l’elenco completo dei firmatari dell’Appello, per tutti i materiali ad esso relativi e per le iniziative in corso si può visitare il sito:
http://www.ildialogo.org/

Comunichiamo che sul sito http://www.ildialogo.org/ è disponibile un nuovo numero monografico sull’Islam contenente documenti riguardanti sia la questione del ruolo della donna nell’islam sia il dibattito sulla questione della “classe islamica” che doveva realizzarsi presso l’istituto Agnesi di Milano e che poi fu fermato. Il materiale, in formato pdf, è liberamente scaricabile dal sito e riproducibile per la realizzazione di iniziative di dialogo.

Per maggiori informazioni:
segreteria pax christi
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

  • lug
    4
    lun
    corso

    Settimana Nazionale del Freire - Metodo di Coscientizzazione

    Tropea (VV)
    Settimana Nazionale del Freire - Metodo di Coscientizzazione
    24° edizione della Settimana Nazionale del Freire il Metodo di Coscientizzazione di Paulo Freire "La Parola Autentica" a cura di Anna Zumbo, Irene ...
  • lug
    6
    mer
    convegno

    Università di Firenze - Affrontare la distorsione della Shoah sui social media

    6 LUGLIO 2022 ORE 17:00 AFFRONTARE LA DISTORSIONE DELLA SHOAH SUI SOCIAL MEDIA. INDICAZIONI PER GIORNALISTI, OPERATORI DELL'INFORMAZIONE E DELLA ...
  • lug
    7
    gio
    presentazione

    Scritti contro la guerra nella città di Bollate

    PIAZZA CARLO ALBERTO DALLA CHIESA n. 30 - Bollate (MI)
    COMUNE DI BOLLATE PRESSO LA SALA CONVEGNI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI BOLLATE CENTRO PIAZZA CARLO ALBERTO DALLA CHIESA n. 30 Giovedì 7 luglio ...
  • lug
    9
    sab
    presentazione

    Angelo Gaccione a Piacenza con la raccolta poetica Spore

    Via Genocchi n. 17 - Piacenza - Piacenza (PC)
    PICCOLO MUSEO DELLA POESIA DI PIACENZA; Sabato 9 luglio 2022, a partire dalle ore 18,00; Il Piccolo Museo della Poesia; Chiesa di San Cristoforo; Via ...
  • lug
    10
    dom
    concerto

    Concerto di violino e organo storico

    Santuario Santa Maria del Canneto a Gallipoli - Gallipoli (LE)
    *VIOLINO* : N. Paganini: Capriccio n. 24 *ORGANO* : W. A. Mozart: Ave Verum Corpus J. S. Bach: Concerto in C minor (BWV 981) after B. Marcello's ...
  • lug
    18
    lun
    campo

    Campi estivi Mir mn

    Vari - Varie
    Campi estivi di studio lavoro su tematiche nonviolenza in luglio e agosto. Contatti sulle schede Centro studi Sereno Regis
  • lug
    18
    lun
    campo

    Campi estivi Mir mn

    Vari - Varie
    Campi estivi di studio lavoro su tematiche nonviolenza in luglio e agosto. Contatti sulle schede
  • lug
    24
    dom
    campo

    Dragon dreaming

    Via san Domenico di Cesaro 7 - Faenza (RA)
    Sarà una settimana dedicata all'approfondimento del Dragon Dreaming e la Permacultura. Dall'Australia un metodo efficace ed entusiasmante che ...

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Dal sito

  • Pace
    E' moralmente sbagliato armare gli ucraini perché li condurrà sulla strada del disastro

    Perché non armare gli ucraini è una strategia moralmente migliore

    Se si armano gli ucraini alla fine si arrecherà un grave danno all'Ucraina. Mentre l'Occidente arma l'Ucraina, i russi reagiranno e finiranno per fare ancora più danni all'Ucraina di quanti ne siano stati fatti finora.
    3 luglio 2022 - John Mearsheimers (Università di Chicago)
  • Editoriale
    Kennedy disse: “Scegliamo di andare sulla luna non perché sia facile ma perché è difficile”.

    Scegliamo la pace non perché è facile ma perché è difficile

    Oggi occorre una specie di Missione Apollo, cioè uno sforzo individuale e collettivo, istituzionale e politico, culturale, finanziario, economico, sociale. Perché solo in questo modo si rese possibile raggiungere la Luna. Nelle scuole dovrebbero essere dedicate molte ore alla cultura della pace.
    3 aprile 2022 - Gianni Penazzi
  • Pace
    La classe dominante occidentale ci sta portando verso la terza guerra mondiale

    L'ipocrisia di chi non vuole una soluzione ma il predominio militare

    Sarei felice di unirmi al coro delle condanne alla Russia se, ogni volta che condanniamo il fatto — del tutto condannabile — che Mosca bombarda l'Ucraina, si aggiungesse anche: “E noi ci impegniamo a non fare mai più nulla di simile in futuro".
    3 luglio 2022 - Carlo Rovelli (fisico, saggista e accademico)
  • Conflitti
    E' stato necessario l'intervento dell'ambasciata britannica

    Lo storico Antony Beevor: perché l'Ucraina ha vietato il mio libro?

    Dopo la condanna del suo libro "Stalingrado" da parte del "comitato di esperti" governativi, Antony Beevor riflette sul desiderio dei governi di modificare il passato e mette in guardia dai pericoli della censura. La vicenda è del 2018 ma diventa attuale per le nuove leggi di censura sui libri.
    3 luglio 2022 - Redazione PeaceLink
  • Conflitti
    Lo ha affermato la direttrice dell'Istituto ucraino del libro Oleksandra Koval

    "Oltre cento milioni di libri di propaganda russa da ritirare dalle biblioteche pubbliche ucraine"

    Secondo la direttrice furono poeti e scrittori russi come Pushkin e Dostoevskij a gettare le basi del mondo russo: "È una letteratura molto dannosa, può davvero influenzare le opinioni delle persone. Pertanto questi libri dovrebbero essere rimossi anche dalle biblioteche pubbliche e scolastiche".
    2 luglio 2022 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)