incontro

COSTRUIRE PONTI DI PACE - INCONTRO CON ESPONENTI DELLA SOCIETA' CIVILE IRACHENA

11 novembre 2004
ore 10:00

Tutti parlano di Iraq: i media, gli esperti improvvisati, i politici di professione, ma l'unica voce che non abbiamo ancora sentito è quella degli iracheni.
In Iraq esistono centinaia di gruppi e associazioni, partiti politici e sindacati, intellettuali e artisti che si confrontano, sognano, progettano e costruiscono un paese nuovo.
Nonostante anni di dittatura, guerre, embargo e un'occupazione che mese dopo mese si è rivelata in tutta la sua arroganza e violenza scatenando altra violenza, la società civile irachena esiste e resiste.
E' una società civile che reagisce ai bombardamenti sulle città, alle autobombe quotidiane, agli abusi ed alle torture senza cedere al fatalismo dimostrando una voglia straordinaria di essere protagonista della costruzione di una società diversa.
In questi mesi sono nate associazioni per la difesa dei diritti umani, per la tutela dell'infanzia, per il miglioramento della condizione femminile, per la difesa dell'ambiente e la tutela dei lavoratori.
Per capire l'Iraq e gli Iracheni in tutta la loro complessità riteniamo fondamentale l'ascolto e il confronto con questa parte di Iraq.
'Costruire Ponti di Pace' non vuole essere un semplice slogan ma una prima iniziativa concreta verso la riflessione e l'incontro.
L'11 Novembre avremo la possibilità di compiere un passo in questa direzione ascoltando i rappresentanti di alcune di queste organizzazioni.
Vuole essere un primo incontro con uomini e donne, religiosi e laici, leader sindacali ed attivisti per i diritti umani provenienti da Baghdad, Fallujia, Bassora e Diwanyia.
In Egitto alcuni governi organizzano una 'conferenza per la pace' che al momento esclude la società civile irachena, mentre noi riteniamo che questa, in tutte le sue diverse espressioni, debba essere presente come uno degli attori decisivi. Con questa prima iniziativa vogliamo dar spazio e voce alla società civile moltiplicando le occasioni di conoscenza ed ascolto per trovare insieme le risposte alle domande di giustizia e democrazia.
Siamo tutti invitati a partecipare, a riflettere, ad ascoltare. Vi aspettiamo

organizzano:
Un ponte per, Aprile, ARCI, Attac Italia, Bastaguerra Milano, Beati i Costruttori di Pace, Carta, CGIL, Donne in Nero di Roma, Gruppo Abele, FIOM, Firenze Social Forum, Giovani Comunisti, Guerre&Pace, ICS, Legambiente, Marcia Mondiale delle Donne, Movimento Palestinese per la Cultura e la Democrazia, Pax Christi, Punto Rosso, Rete di Lilliput, Rete Ebrei contro l'Occupazione, Rifondazione Comunista, SinCobas, Tavola della Pace, Unione degli Studenti, Unione degli Universitari.

PROGRAMMA DELL'INIZIATIVA

11 Novembre - Teatro Piccolo Eliseo - Via Nazionale - Roma Ore 10.00 - 17.00
Tavolo della presidenza: Anna Pizzo (Settimanale Carta) e Riccardo Troisi (Pax Christi - Rete Lilliput)
a.. Saluto del Presidente della Provincia di Roma On. Enrico Gasbarra
b.. Introduzione a nome dei promotori dell'iniziativa Fabio Alberti (Presidente Un Ponte per.)
a.. Ismail Daud - Associazione Nazionale per la Difesa dei Diritti Umani in Iraq
"La situazione dei diritti umani e la attività delle associazioni di difesa dei diritti umani"
a.. Saba'a Sh. Fahan - Rappresentante di Diwanyia dell' Iraqi Women Network
"La condizione delle donne in Iraq e la attività delle associazioni femminili"
Domande scritte dal pubblico e Risposte

14.00 Inizio sessione pomeridiana
Tavolo della presidenza: Lisa Clark, Alessandra Mecozzi (FIOM)
a.. Sceicco Mohammed A. M. Hussein - Imam Moschea Al Zafaranya, sunnita
"La situazione in Iraq e la attività della associazione Al-Afadhel"
a.. Sceicco Anwar Younis - Imam sciita della comunità Al Nasser
"La situazione a Sadr City e la attività delle moschee a sostegno dei poveri"
Domande scritte dal pubblico e Risposte

a.. Mohammed T. A. Alla - Centro Studi per i Diritti e la Democrazia di Fallujia"
"La situazione in Falluja e la attività del Centro per il Diritto e la Democrazia"
a.. Hana Edwar - Coordinatrice di Al Amal organizzazione non governativa irachena
"La situazione umanitaria in Iraq e la attività delle organizzazioni non governative irachene"
a.. Hassan Jumma Awad - Rappresentante del sindacato dei lavoratori del petrolio di Bassora
"Condizioni dei lavoratori del settore, panoramica sulla situazione economica del paese e privatizzazioni"
Domande scritte dal pubblico e Risposte
a.. Osservazioni Finali (Titti de Salvo, Segreteria CGIL)


I NOBEL PER LA PACE INCONTRANO ESPONENTI DELLA SOCIETA' CIVILE IRACHENA

Presenti all'iniziativa i Premi Nobel per la Pace:
MIKHAIL GORBACHEV, BETTY WILLIAMS, MAIREAD CORRIGAN MAGUIRE, JOSE' RAMOS-HORTA, OSCAR ARIAS SANCHEZ, CARLOS FILIPE XIMENES BELO, JOSEPH ROTBLAT, ADOLFO PEREZ ESQUIVEL, RIGOBERTA MENCHU' TUM, LECH WALESA, KIM DAE-JUNG, ONU, IPB (Ufficio Internazionale per la Pace), MEDICI SENZA FRONTIERE, UNHCR, AMERICAN FRIENDS SERVICE COMMITTEE, AMNESTY INTERNATIONAL, CONFERENZE DI PUGWASH, IPPNW (Medici Internazionali per la Prevenzione della Guerra Nucleare), ISTITUTO DI DIRITTO INTERNAZIONALE, UNICEF, ILO (Ufficio Internazionale del Lavoro), ICBL (Campagna Internazionale per la messa al bando delle mine).

Tavolo della presidenza Lisa Clark (Beati Costruttori di Pace) e Raffaella Bolini (ARCI)
a.. Saluto del Sindaco di Roma Walter Veltroni
b.. Introduzione a nome dei promotori di Lisa Clark
c.. Intervento del Nobel Carlos Belo
Interventi degli ospiti iracheni
a.. Hassan Jumma Awad - Rappresentante del sindacato dei lavoratori del petrolio di Bassora
b.. Hana Edwar - Coordinatrice di Al Amal organizzazione non governativa irachena
c.. Mohammed T. A. Alla - Centro Studi per i Diritti e la Democrazia di Falluja
d.. Sceicco Anwar Younis - Imam sciita
e.. Sceicco Mohammed A. M. Hussein - Imam moschea Al Zafaranya e coordinatore Al-Afadhel
f.. Saba'a S. Fahan - Rappresentante di Diwanyia dell' Iraqi Women Network
g.. Ismail Daud - Attivista dell' Associazione Nazionale per la Difesa dei Diritti Umani in Iraq
Conclusioni: Nobel per la Pace Betty William

Per maggiori informazioni:
Un Ponte Per...
06/44360708
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Pace
    TPAN e educazione civica

    Trattato Proibizione Armi Nucleari: webinar

    La finalità del webinar di PeaceLink è quella di far conoscere il trattato ONU TPAN inserito in un percorso di educazione civica e di cittadinanza globale. L’educazione alla pace deve essere inserita nell’educazione civica, partendo dal fatto che in una democrazia le regole evitano la guerra.
    25 gennaio 2021 - Laura Tussi
  • Pace
    Trattato ONU di Proibizione Armi Nucleari

    TPAN: che fare adesso

    Comunicato stampa: incontro su Internet svoltosi il 22 gennaio 2021 - azione non celebrazione
    23 gennaio 2021 - Laura Tussi
  • PeaceLink English

    What can we learn from the failure of the Alinari company?

    25 gennaio 2021
  • Ecodidattica
    I limiti per la dose tollerabile sono stati abbassati di sette volte dall'EFSA nel 2018

    Strategia comunitaria sulle diossine, i furani e i bifenili policlorurati

    "In bambini esposti a diossine e/o PCB durante la fase gestazionale sono stati riscontrati effetti sullo sviluppo del sistema nervoso e sulla neurobiologia del comportamento, oltreché effetti sull’equilibrio ormonale della tiroide, ritardo nello sviluppo, disordini comportamentali".
    24 gennaio 2021 - Redazione
  • Ecodidattica
    I numeri del cancro in Italia (vedere file allegato)

    Limiti normativi, indicazioni OMS e rischi per la salute

    La maggior parte dei risultati degli studi che hanno valutato l’impatto dell’inquinamento atmosferico sulla salute umana provengono da studi condotti in aree (italiane o straniere) in cui tali limiti di legge erano rispettati. Questa osservazione vale anche per le valutazioni del rischio oncologico
    AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica)
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)