azione diretta

No-NATO! catena umana al lido di Venezia

13 novembre 2004
ore 11:30 (Durata: 3 ore)

||| SIETE CIRCONDATI! ||| sabato 13 novembre ore 12.00 Lido di Venezia, punto di incontro: Piazzale S.Maria Elisabetta ore 11.00

Sabato 13 novembre circondiamo la Zona Rossa della Guerra e della Morte ed inauguriamo il Monumento Vivente al Disertore.
Il Venezia Social Forum promuove una catena umana lungo la Zona Rossa attorno ai luoghi in cui si riunirà l’Assemblea Parlamentare della NATO.
Isoliamo con i nostri corpi e con simboli di pace la cittadella dei militari e della politica che ignora la domanda di pace della gente.
Portiamo al Lido la nostra colorata richiesta di SOLIDARIETA’, COOPERAZIONE, GIUSTIZIA , DIRITTI E DIGNITA’ PER TUTTE E TUTTI!
BASTA SPESE MILITARI! MAI PIù VERTICI E PARATE MILITARI A VENEZIA E NEL MONDO!
Nel corso della catena umana, con l’aiuto di tutti i presenti verrà piantato a perenne memoria un albero, MONUMENTO VIVENTE AL DISERTORE e a tutte le Vittime della guerra.
Un gesto di vita contro chi vorrebbe convincerci della normalità della guerra e delle sue barbarie.
Appuntamento a Santa Maria Elisabetta al Lido, alle ore 11.00, con bandiere, striscioni, foto sulla guerra, etc.. da lasciare appese al monumento e sull’asfalto attorno alla Zona Rossa.
Vi chiediamo anche di portare dalle vostre città un pugno di terra ed un po’ d’acqua per l’albero, simboli di vita e di diritti inalienabili ed universali.
Ai piedi dell'albero sarà posta una targa, il cui testo è tratto dal Monumento ai Caduti di Tolentino (MC) distrutto dai fascisti nel ’22.
“Possa la santità del lavoro redento
fugare ed uccidere per sempre
il sanguinante spettro della guerra
per noi e per tutte le genti del mondo.
Questa la speranza e la maledizione nostra
contro chi la guerra volle e risogna.”

www.veneziasocialforum.org 349 6168605

Per maggiori informazioni:
michela vitturi
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Dal sito

  • Editoriale
    Si è preferito alimentare l'industria bellica condannando milioni di bambini a una morte evitabile

    La follia della corsa al riarmo: i leader del G7 hanno fallito

    Mentre i governi del G7 sperperano risorse preziose in armamenti, milioni di persone nel mondo continuano a soffrire la fame, malattie curabili e mancanza di accesso all'istruzione. Basterebbe meno dell'1% del budget militare del G7 per eradicare la mortalità per fame nei paesi del Sud del mondo.
    15 giugno 2024 - Redazione PeaceLink
  • Economia
    "È fallito l'obiettivo 2 dell'Agenda 2030: fame zero"

    Da Lula visione su aiuti per bisognosi dimenticati dai leader G7

    "La sua proposta di creare una task force per combattere la fame nel mondo è un passo importante verso una maggiore giustizia e solidarietà globale". Lo afferma Alessandro Marescotti, presidente dell'associazione ambientalista e pacifista PeaceLink
    14 giugno 2024 - Adnkronos
  • MediaWatch
    Manifestazione di protesta con Stella Assange il 16/6 ore 14.30 in Piazza Castello

    Milano ha vietato di nuovo l’opera d’arte per Julian Assange

    Il Comune di Milano, dopo aver già negato la cittadinanza onoraria al pluripremiato giornalista incarcerato Julian Assange, ha vietato per la seconda volta l'installazione del gruppo statuario "Anything to Say?" dello scultore Davide Dormino.
    14 giugno 2024 - Patrick Boylan
  • Editoriale
    PeaceLink sostiene e dà voce a tutte le iniziative di contestazione nonviolenta

    Fasano, capitale oggi e domani dell'opposizione al G7

    Oggi e domani, nella città di Fasano in provincia di Brindisi, si terranno due importanti iniziative pubbliche per contestare i G7 che continuano ad investire nel riarmo, mentre nel mondo aumenta inesorabilmente la fame.
    14 giugno 2024 - Redazione PeaceLink
  • Consumo Critico
    I dati sulla fame comparati con le spese militari del G7

    Partire dal cibo

    Per rompere il muro dell’indifferenza e dell’ineluttabilità è stato organizzato un contro-vertice, per dare segnali alternativi, per dire che un altro mondo è assolutamente necessario. Lo abbiamo chiamato la controcena dei poveri e si è svolto oggi a Brindisi in occasione del G7.
    13 giugno 2024 - Marinella Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.7.15 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)