manifestazione

CAROVANA SOCIALE PER IL FONDO PER LA NON AUTOSUFFICIENZA

18 novembre 2004

Il 18 novembre Manifestazione conclusiva a Roma

al Teatro Brancaccio e presidio davanti a Montecitorio

Roma, 10 novembre 2004. E’ giunta alla tappa conclusiva la Carovana Sociale itinerante, promossa da Auser RisorsAnziani e dal Forum del Terzo Settore per rivendicare l’istituzione di un Fondo per la non autosufficienza ed efficaci politiche di sostegno alle famiglie. L’appuntamento è fissato per giovedì 18 novembre a Roma alle ore 10 al Teatro Brancaccio dove si terrà una Manifestazione pubblica e alle 12,30 un presidio in Piazza Montecitorio.

La Carovana, partita da Genova il 16 ottobre, ha attraversato in un mese le piazze di 13 città italiane per sensibilizzare e confrontarsi con i cittadini, con gli esponenti delle realtà sociali, con gli Amministratori e i Parlamentari, attorno al tema della non autosufficienza e il diritto alla domiciliarità per le persone anziane e disabili.

"La scelta della cura a domicilio è un diritto che deve essere garantito a tutti i cittadini –sottolinea la presidente dell’Auser Maria Guidotti- mette al centro la persona garantendole il diritto di scegliere il luogo in cui poter condurre la propria vita e soddisfare i propri bisogni di assistenza e socialità. Chiediamo con forza –continua la Guidotti- che a partire dalla Finanziaria 2005 si individuino le risorse necessarie per una prima, significativa, quota di finanziamento per un Fondo Nazionale a favore della non autosufficienza". C’è un fabbisogno di 15 mila miliardi di vecchie lire da parte dei disabili indipendentemente dalle cause e dall’età e le famiglie sono lasciate sole nell’affrontare il problema. In Italia 2.700.000 persone vivono in condizioni di disabilità e non autosufficienza. Il 72% è costituito da anziani.

Intervengono alla Manifestazione al Teatro Brancaccio: Mario Dany De Luca presidente Auser Lazio; Daniele Caldarelli portavoce del Forum Terzo Settore del Lazio; Maria Guidotti presidente nazionale Auser; Edoardo Patriarca portavoce Forum Terzo Settore; Katia Zanotti Parlamentare Ds Commissione Affari Sociali; Rosy Bindi parlamentare La Margherita; Raffaela Milano assessore alle politiche sociali del Comune di Roma; Claudio Cecchini assessore alle politiche sociali e per la famiglia della provincia di Roma. E’ prevista la partecipazione di Piero Marrazzo candidato per la Presidenza Regione Lazio. Interverranno i rappresentati delle associazioni che hanno aderito alla Campagna.

La cantautrice Agnese Ginocchio che fa della musica un mezzo per cantare la giustizia sociale, la libertà e la pace nel mondo, canterà le sue canzoni.

Aderiscono alla Manifestazione Romana: Auser Lazio, Forum Terzo Settore Lazio, AIMA, AISA, Arci Regionale Lazio, AGCooperative – Lazio, Ancst Lega Cooperative del Lazio – Dipartimento Welfare, Città Visibile, Comunità Capodarco di Roma, CNCA – Lazio, COIN Consorzio Sociale - Roma, INTEGRA Consorzio Cooperative Sociali, Sol.Co Roma - Consorzio della Cooperazione Sociale, FISH – Lazio, UISP – Roma, UILDM sezione di Roma, AISP – Roma. Inoltre CGIL Roma e Lazio, SPI Roma e Lazio.

Giusy Colmo Ufficio Stampa Auser Nazionale Tel. 06/84407725 - 348/2819301

Paola Scarsi Ufficio Stampa Forum Terzo Settore Tel. 06/69787278

Hanno aderito alla campagna nazionale: Arci, Ancst Lega Cooperative, Anpas, Anteas, Apri, Eiss, Fish, Legambiente, Modavi Onlus, Movimento Cristiano Lavoratori (Lombardia), Uisp

Per maggiori informazioni:
Ufficio stampa Auser Nazionale;Ufficio Stampa Forum terso settore;
Giusy Colmo Ufficio Stampa Auser Nazionale Tel. 06/84407725 - 348/2819301;Paola Scarsi Ufficio Stamp
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Storia della Pace
    Installati nel 1960, furono smantellati dopo la Crisi di Cuba

    Le basi dei missili nucleari Jupiter in Puglia e Basilicata

    Le basi erano 10, di forma triangolare, con tre missili ognuna. Nell'ottobre del 1961 furono colpite quattro testate nucleari da fulmini, e in due casi venne attivato il processo fisico-chimico preliminare all'esplosione (che non avvenne). Un museo della pace e della memoria è oggi possibile
    Alessandro Marescotti
  • Disarmo
    Dal territorio del nostro Paese siano eliminate tutte le armi nucleari

    L’Italia ratifichi il Trattato sulla Proibizione delle Armi Nucleari

    La presenza di tali ordigni sul territorio italiano è in contrasto anche con il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari, al quale l’Italia ha aderito nel 1975 impegnandosi a «non ricevere da chicchessia armi nucleari né il controllo su taliarmi, direttamente o indirettamente».
    16 gennaio 2021
  • Storia della Pace
    La storia della pace, dalla secolare opposizione alla guerra al recente pacifismo

    Che cosa è la Peace History

    Per Peace History si intende lo studio delle cause più profonde della guerra nonché dei mezzi per contrastarla e per gestire risoluzioni non violente dei conflitti. In questa pagina web vi sono alcuni riferimenti per la Peace History e link utili per tracciare una storia della pace
    16 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Pace
    Entrambe includono tematiche comuni nella propria area di competenza e hanno punto di contatto

    Educazione civica ed educazione alla pace: un confronto

    L'evoluzione dell’educazione civica ha portato a un sempre maggiore avvicinamento della stessa all’educazione alla pace, fino ad una sovrapposizione di competenze, che oggi può in certi contesti rendere difficile distinguere le due discipline.
    10 gennaio 2021 - Manuela Fabbro
  • Storia della Pace
    L'opposizione alla guerra è nata con la guerra stessa

    Le radici storiche del pacifismo

    Il movimento pacifista può diventare un soggetto storico consapevole dei propri compiti solo se ha la consapevolezza della sua storia. La storia della pace studia l'impegno positivo di chi si è opposto alla guerra. Ma è anche analisi strutturale delle cause dei conflitti armati.
    15 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti, Daniele Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)