evento

global week astigiana

17 aprile 2005

17 APRILE
UNA GIORNATA DI AZIONE GLOBALE-LOCALE

Il 17 aprile ad Asti si svolgera' in piazza Alfieri l'iniziativa centrale della Global Week of Action Astigiana.
L'iniziativa inizierà gia' dal mattino con la bancarella
"EQUO CIOCCOLATO - PURO CIOCCOLATO " davanti alla parrocchia San Secondo ore 10-13.00 a cura del gruppo giovani parrocchiale Santa Maria Nuova- San Secondo.

Dalle 15 in poi si svolgera' in piazza Alfieri l'iniziativa di sensibilizzazione sul commercio internazionale che avra' come centrali due richieste:no! all’imposizione di accordi commerciali ingiusti,liberalizzazioni e privatizzazioni indiscriminate !

si!al diritto di ognuno al cibo, all’acqua, alla salute,ad una vita dignitosa ed all’istruzione !

In piazza ci saranno bancarelle di Asti Social Forum, Disvi, Centro Missionario Diocesano,Emergency, WWF, Amani, Cooperativa della Rava e della Fava, Girotondo e le altre che si unirano sulle istanze della manifestazione.

Vi saranno in piazza le campagne Stop Bolkestein, Banche Armate, Controllarmi e quella lanciata dalla Global Week riguardante l'organizzazione mondiale del commercio (WTO).

Si parlera' di proetti di solidarietà, commercio equo e diritti.

Al centro della piazza verra' organizzato un torneo di calcetto diseguale (INTERNAZIONALMENTE SCORRETTO E POLITICAMENTE SQUILIBRATO), simboleggiante gli squilibri di regole in ambito wto tra paesi ricchi e paesi poveri.

Per dimostrare cosa avviene se le regole sono diseguali.

E' possibile iscriversi al torneo al numero dell'ASF: 3477421983/3389891872

Durante la giornata vi saranno due dibattiti:

alle ore 15.30

Dal globale al locale

Il commercio dei diritti

Parteciperanno al dibattito

Coordinamento Asti Est

DI.SVI

Un Delegato ARVIN MERITOR (ex WAY ASSAUTO)

Padre Luigi Binello-Centro Missionario Diocesano

Bruno Giaccone pastore Valdese, progetto "tessitura e oltre"

Padre Luigi Landoni-missionario in Congo

Vi sara' un intervento sulla direttiva Bolkestein

L'idea del dibattito è parlare, affrontare le povertà che coinvolgono i paesi poveri e sempre piu' crescono anche nei paesi ricchi.

L'idea è quella di unire le riflessioni tra globale e locale e proporre nuove azioni e stili di vita, rispettosi dei diritti.

Il secondo dibattito vertera' proprio sul nostro ruolo di consumatori e cittadini:

dalle 17.30 in poi

Sobrietà nei gesti per un economia di pace

Il ruolo dei consumAttori del nord

Parteciperanno:

Maurizio Pallante

Fondatore del movimento per la Decrescita Felice

Esperto di tecnologie e di economia ambientali, vive da qualche anno in una cascina tra i boschi e le colline del Monferrato astigiano, dove coltiva ortaggi per autoconsumo e promuove il movimento della Decrescita Felice. Sul tema degli sprechi energetici ha scritto "Un futuro senza luce?", Editori Riuniti 2004 e, con Mario Palazzetti: "L'uso razionale dell'energia. Teoria e pratica del negawattora", Bollati Boringhieri 1997.

Marinella Correggia:astigiana di origine, giornalista, pacifista,una delle prime Italiane a Baghdad durante la guerra del 2001, autrice di "Si ferma una bomba in volo?", membro del comitato progetti di CTM (Commercio equo e solidale)

Laura Coppo

Autrice di "Terra di gamberi, contadini ed Eroi" sulla realta' del Tamil Nadu in India

Fabrizio Garbarino -Cooperativa Biologica La Masca -ROCCAVERANO (AT)

Per maggiori informazioni:
asti social forum
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Taranto Sociale
    Lo conferma lo studio dell'OMS

    Le emissioni dello stabilimento ILVA continuano ad essere incompatibili con la salute pubblica

    Da ora in poi, con i dati OMS che vanno a confermare le precedenti Valutazioni Danno Sanitario, non si può più considerare normale una situazione anomala. Questo rapporto dell'OMS a nostro parere costituisce notizia di reato.
    22 gennaio 2022 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)