festa

Una collina in festa FESTA DEI POPOLI 2005 - TANTE GUERRE, UNA SOLA PACE

24 settembre 2005

Promosso da: Centro Missionario Servi di Maria di Ronzano - Segretariato Missioni Servi di Maria - Acli, Circolo Giovanni XXIII Associazione Amici di Ronzano - Cefa Il seme della solidarietà - Centro interculturale Zonarelli - Centro Poggeschi Destinazione Chiapas - EMI (Edizioni Missionarie Italiane) - GVC (Gruppo Volontariato Civile) - Iscos Cisl Pax Christi punto pace Bologna

Perché la Festa?
Notizie e immagini di guerra entrano ogni giorno nelle nostre case: un vero bombardamento. Peccato che, oltre a essere notizie molto parziali e manipolate, disegnano un mondo senza speranza per i più. Con l'incontro di donne e uomini, diversi per pelle, cultura, religione, ma pacifici, vogliamo contribuire a un mondo di pace, perché uguale e giusto. Giornate di riflessione e di condivisione: questa la nona edizione della Festa dei Popoli. Tema La Festa dei Popoli 2005 pone al centro la Pace. Donne e uomini del Sud e del Nord del mondo vogliono conoscere i meccanismi di morte e distruzione che paiono dominare, ma anche le aspirazioni e opportunità di dialogo, fratellanza, convivenza che vivono in loro.

P R O G R A M M A

SABATO 24 SETTEMBRE 2005
Ore 16:00
Apertura della Festa:
fra Bruno Quercetti, direttore del Centro Missionario
Seminario di approfondimento
Le guerre si fanno con le armi
Relazioni:
Guerre dimenticate, guerre invisibili, guerre negate. Marco Deriu Armi, un grande profitto di morte: per produttori e commercianti. Achille Lodovisi

DOMENICA 25 SETTEMBRE 2005
Ore 9.30
Tavola rotonda
Beati i costruttori di pace
Coordina: p. Ottavio Raimondo, direttore EMI
Partecipano: mons. Luigi Bettazzi, vescovo emerito di Ivrea, ex Presidente Pax Christi
Lidia Menapace, gruppo "Manifesto", giornalista
Nicoletta Dentico, coordinatrice Campagna italiana contro le mine
Aluisi Tosolini, professore all'Università Cattolica del S. Cuore (Piacenza) Ore 12.00 Eucaristia Presiede mons. Luigi Bettazzi Ore 13.00 Pranzo Ore 15.00 A ruota libera. Gruppi di approfondimento
* Religioni, violenza, guerra. Coordina p. Angelo Cavagna
* Bambine e bambini in guerra. Coordina Nicoletta Dentico
* Gesti di pace: campagna ControllArmi, obiezione fiscale. Coordina don Alberto Vitali Consigliere Nazionale di Pax Christi Ore 16.30 ". E SARA' GIOIA!" Spettacolo del Gruppo Gospel di S. Agostino 50 amici (una corale ed una band), ci proporranno una meditazione sul senso della nostra esistenza umana, passando attraverso importanti passi della Bibbia e famosi brani di musica gospel

Stands
Oltre i momenti di studio e confronto, le Associazioni presenteranno in appositi spazi espositivi la loro realtà e le loro proposte, occasione di conoscenza, di incontro e di scambi. Bambini L'Associazione Vagalumeart organizza attività creative per i bambini, sia perché anche loro partecipino alla Festa sia per consentire ai genitori di prendere parte agli incontri sia del sabato che della domenica. Ristorazione Domenica funzioneranno servizi di ristorazione. Sarà così possibile pranzare a prezzi contenuti (i biglietti vanno acquistati durante la mattinata). Nel pomeriggio sarà funzionante il bar, e non mancheranno sia le "torte delle donne" che le collaudate "tigelle". Dove La Festa si svolge sulla collina dell'Eremo di Ronzano (Via Gaibola 18), a pochi chilometri dal centro di Bologna. Al coperto, in caso di maltempo. Informazioni Comunità dei Servi di Maria 051-581443 Diego Rufillo Passini 051-589160; 392-6667022 Giuseppe Simoni 051-6167457; 338-9705387

Per maggiori informazioni:
Pax Christi punto pace Bologna
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
  • Ecologia
    Health Impact Assessment of the steel plant activities in Taranto as requested by Apulia Region

    Studio OMS sull'impatto dell'ILVA di Taranto sulla salute

    Lo studio è stato richiesto dalla Regione Puglia ed è del giugno 2021, ed è uno studio predittivo. Nelle conclusioni si legge: "Le stime della presente relazione sono pienamente in linea con le precedenti valutazioni, effettuate da autorità regionali e altri ricercatori".
    12 gennaio 2022
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)