festa

Festa dell'Acqua - 2 Ottobre - "La corsa all'oro blu"

2 ottobre 2005

Tutto è pronto per "La corsa all'oro blu", la Festa dell'Acqua, che si terrà in Piazza Umberto I a Pignataro Maggiore(Caserta) il 2 ottobre, organizzata dall'associazione A-privativo (www.aprivativo.org), con la collaborazione del Comitato civico in difesa dell'acqua e il concorso di molte organizzazioni, tra cui: Sinistra Giovanile, Rifondazione Comunista, Laboratorio Millepiani e Centro Sociale Tempo Rosso. Un'iniziativa volta a promuovere una cultura dell'acqua come bene comune e come un diritto umano fondamentale. La programmazione della giornata parte alle 10:30 con l'apertura degli stand informativi, presso i quali potrete trovare le tessere per iscriversi all'associazione, chi è interessato, e il n°4 del bollettino associativo di satira, politica e filosofia, nonché brochure per chi desidera ricevere informazioni sulla privatizzazione dell'acqua. Si prosegue con giochi d'acqua, degustazioni, spettacoli, incontri, mostre e dibattiti preparati da organizzazioni che da anni si occupano del tema acqua nei suoi aspetti più diversi. Alle 17:30 è previsto il dibattito "Parole sull'Acqua", a cui prenderanno parte, oltre al presidente di A-privativo Carmine D'Errico, anche Domenico Cecere, della Sinistra Giovanile, Enzo Mataluna, capogruppo provinciale del PRC, il Comitato civico in difesa dell'acqua, il Laboratorio Millepiani e il Centro Sociale Tempo Rosso. I temi conduttori dell'incontro sono: la difficile situazione della distribuzione delle risorse idriche, la difesa di un governo pubblico dell'acqua, la riduzione dei consumi. Argomenti questi molto sentiti dai cittadini. Gli interventi si chiuderanno al suono della calda voce di Agnese Ginocchio, cantautrice per la pace, che presenterà il "Canto per l'Acqua". Vi aspettiamo numerosi!

Fonte: www.aprivativo.org

Per maggiori informazioni:
Carmine D'Errico
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Dal sito

  • Storia della Pace
    Un pioniere della nonviolenza e dell'educazione in Italia

    A cento anni dalla nascita di Danilo Dolci

    Il suo messaggio di solidarietà, partecipazione e trasformazione sociale rimane più che mai attuale, ispirando nuove generazioni di attivisti e educatori. Riportiamo qui alcuni video che ne fanno emergere la testimonianza e servono a consolidare la memoria di questo grande personaggio
    22 giugno 2024 - Redazione PeaceLink
  • Conflitti
    La guerra diventa sempre più distruttiva e questo provoca un aumento dei renitenti alla leva

    Arriva la devastante bomba FAB 3000: uccide gli ucraini in un diametro di due chilometri e mezzo

    L'esordio dell'ordigno russo da tre tonnellate sul campo di battaglia. Un militare ucraino dice: "Se sopravvivi, sarai sicuramente ferito. Mette molta pressione sul morale dei soldati. Non tutti i nostri ragazzi possono resistere. Queste bombe sono un inferno".
    22 giugno 2024 - Redazione PeaceLink
  • MediaWatch
    Lo abbiamo chiesto a ChatGPT

    Perché i governi della Nato non rendono noto il numero delle vittime in Ucraina?

    Il governo ucraino aveva dichiarato: "Le informazioni sulle perdite dell'Ucraina nella guerra sono un segreto di Stato". Ma perché tenere segreto un dato che consentirebbe di apprezzare quanto sono state "utili" le armi inviate a Kiev?
    22 giugno 2024 - Redazione PeaceLink
  • Conflitti
    Analisi globale dei fallimenti della NATO nella guerra in Ucraina

    Perché Putin sta vincendo?

    Di fronte al fallimento delle sanzioni, la NATO ha cambiato approccio, dando maggiore enfasi alla dimensione militare del conflitto. Questa nuova linea strategica ha però presentato varie criticità. Punto per punto vedremo cosa è andato storto fino a ora.
    20 giugno 2024 - Alessandro Marescotti
  • Editoriale
    L'Italia a un bivio

    Avranno il coraggio di aumentare le spese militari con un deficit così?

    Procedura di infrazione per l'Italia a causa del deficit eccessivo. L'Europa chiede di scendere sotto il 3% del PIL ma l'Italia è arrivata al 7,4% nel 2023. La Nato però esige un aumento di oltre 10 miliardi di euro all'Italia. L'autonomia differenziata farà quadrare i conti pugnalando il Sud.
    20 giugno 2024 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.7.15 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)