dibattito

La complessità di essere donna nel mondo del lavoro, il mobbing

4 novembre 2005
ore 18:30 (Durata: 2 ore)

Giulia Fazzi
sul mobbing alla Casa Internazionale delle Donne
(4 novembre, ore 18.30, via della Lungara 19)

Un’occasione per presentare il suo primo romanzo, “Ferita di guerra” (Gaffi Editore), sulla complessità
dell’esser donna nel mondo del lavoro

Interverranno:

Marigia Maulucci (segretaria confederale Cgil)
Andrea Carraro (giornalista e scrittore, autore del libro “Il branco”)
Giorgio Ferraresi (giornalista e membro del direttivo della Freelance International Press)
Rosalia Grande (medico e presid. dell’assoc. Fisher)

è prevista la partecipazione del giornalista de Il Manifesto, Paolo Andruccioli

sarà presente l’autrice

“Ferita di guerra” è la storia di un’operaia, Lisa, raccontata attraverso la voce della giovane autrice, Giulia Fazzi .
Lisa lavora alla Rubino, in una città di provincia. Sandro è uno dei due padroni, quello giovane. La storia ruota attorno a questi tre elementi: Lisa, Sandro, la Rubino. Un’operaia, un padrone, la fabbrica. Una donna che si ribella, un padrone violento che vuole rimettere le cose a posto, un luogo di sfruttamento. La vita dentro e fuori la fabbrica. Il prezzo di essere un’operaia libera è il mobbing pressante, le punizioni, l’isolamento. È uno stupro dopo l’orario di lavoro. È la fuga, il silenzio, l’orrore del ricordo. L’impossibilità di dimenticare. È il racconto, alla fine, perché non si può sopravvivere senza raccontare. È la violenza, contro una donna, che è un esercizio di potere, un atto che vuole ristabilire i ruoli. Ma è anche l’amicizia ritrovata, e un nuovo sguardo sul mondo, sulle cose, sulle scelte di vita.

Per maggiori informazioni:
Giada Valdannini
06 85351974
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Sociale

    Basta! Anche io ora dico la mia

    Violenze maschili contro le donne, patriarcato, femminicidi anche in vita: la testimonianza di Ilaria Di Roberto – scrittrice, artista, attivista femminista radicale, vittima di violenza e cyber bullismo – dopo le parole di Barbara Palombelli.
    19 settembre 2021 - Alessio Di Florio
  • PeaceLink
    L’obiezione di coscienza di Daniel Hale

    Italiani per Hale

    L’ex analista dell'intelligence Usa è in carcere perché ha svelato i danni collaterali dei droni. Ha detto: "Abbiamo ucciso persone che non c’entravano nulla con l’11 settembre". Alex Zanotelli aderisce a questa campagna e dice: “Daniel Hale è un eroe del nostro tempo, è un dovere sostenerlo".
    18 settembre 2021 - Redazione PeaceLink
  • Disarmo
    Comunicato stampa di Stop RWM e Madri contro la repressione

    "Non vogliamo la fabbrica di bombe"

    Il 23 settembre ci sarà la prima udienza in Consiglio di Stato contro la fabbrica di bombe RWM (Domusnovas, Sardegna) per il ricorso sporto da Italia Nostra, USB, CSS-Assotziu Consumadoris.
    17 settembre 2021 - Redazione PeaceLink
  • PeaceLink
    Le cose fatte e da fare

    Pagina web della Campagna Guantanamo

    L'obiettivo della campagna è quello di chiedere la chiusura della prigione americana di Guantanamo. La campagna si rivolge al presidente del Consiglio Mario Draghi e ai parlamentari italiani ed europei perché facciano pressione sul governo USA e lo richiamino al rispetto dei diritti umani.
    15 settembre 2021 - Campagna Guantanamo
  • Consumo Critico
    L'esperienza Bimbisvegli

    Il maestro Giampiero Monaca: "Così non posso andare avanti"

    L'esperienza di scuola pubblica democratica all'aperto non può andare avanti, e il maestro si autosospende. "Quando la legge diventa ingiusta, disobbedire è un dovere". Qui la sua lettera.
    15 settembre 2021 - Linda Maggiori
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)