incontro

COMUNICHIAMO LA PACE

15 giugno 2006
ore 18:30 (Durata: 2 ore)

“I Care” associazione cittadina contro tutte le guerre, il Comune di Bitonto, Assessorato alle Politiche Sociali e Giovanili e il Comune di Andria, Assessorato alla Cultura e Politiche Sociali, in collaborazione con “Eirene”, foglio di cultura della pace del comune di Andria, e l’Ufficio Comunicazione del Comune di Bitonto, invitano a partecipare al pubblico incontro “Comunichiamo la pace” che si terrà giovedì 15 giugno alle ore 18,30 presso l’ex convento dei Cappuccini. ( Bitonto, in fondo a via Traetta).

L’impegno di ciascuno nella costruzione di una società più giusta non può prescindere da un’informazione di pace. La pace si nutre di un´informazione e di una comunicazione libera, attenta al bene comune, vicina ai diritti e bisogni della persona e rispettosa della sua dignità, così come una libera informazione può crescere solo nella pace. La triste realtà quotidiana del nostro paese, purtroppo, ci mostra come pace e informazione siano due beni fondamentali a rischio. Per non rimanere muti spettatori a questo scenario, per dare voce alla pace, per tracciare nuove strade di verità nasce “Comunichiamo la pace”. Al pubblico incontro, dopo i saluti degli amministratori Francesco Paolo Ricci, assessore alle Politiche Sociali e Giovanili, Comune di Bitonto, Vito Masciale, assessore all’Accoglienza, Comune di Bitonto, e Paolo Farina, assessore alla Cultura e Politiche Giovanili, Comune di Andria, interverranno i giornalisti Pino Bruno, consigliere nell’ordine nazionale dei giornalisti, e Vincenzo Rutigliano, direttore responsabile di Eirene, foglio di cultura della pace promosso dal Comune di Andria. La sensibilità e le professionalità dei relatori permetteranno di scorgere la problematica da prospettive diverse e di individuare strumenti ed interventi per costruire una informazione di pace nel locale, partendo dal quotidiano.
Ma la comunicazione non passa soltanto attraverso la parola, assume talvolta le forme e i colori dell’immagine: a Domenico Sicolo, brillante fumettista bitontino, il compito di comunicare la pace attraverso “Bum”; una storia che legge la guerra e la pace attraverso gli occhi di bambino. Il lavoro, vincitore del primo premio come Miglior Sceneggiatura Adnkronos Libri- Corto Circuito- Festival Europeo della Comunicazione Audiovisiva Breve (Palazzo Reale - Napoli - 1998), si compone di sei tavole di fumetti e rimarrà in mostra tutta la serata.

Per maggiori informazioni:
Marica Buquicchio
3288594848
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Latina
    Gran parte degli omicidi commessi avviene per mano della polizia

    Il Tribunale permanente dei popoli giudicherà lo Stato colombiano per genocidio

    Sotto la presidenza di Iván Duque sono stati uccisi 167 leader indigeni
    22 gennaio 2021 - David Lifodi
  • Latina
    Honduras

    Grave regressione dei diritti delle donne

    Proibizione dell’aborto e del matrimonio egualitario scolpita nella pietra
    22 gennaio 2021 - Giorgio Trucchi
  • Editoriale
    Svolta storica nel diritto internazionale

    Da oggi le armi nucleari diventano illegali

    Entra in vigore il TPNW (Treaty on the Prohibition of Nuclear Weapons), detto anche TPAN (Trattato di Proibizione della Armi Nucleari. Le armi nucleari vengono messe al bando in quanto armi indiscriminate. E' una vittoria del movimento pacifista internazionale e della campagna ICAN.
    22 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Disarmo
    Un evento online promosso da Abolition 2000

    All’entrata in vigore del TPAN, ricordando la prima Risoluzione delle N.U.

    Ecco dei giorni che sembrano incastrarsi in un incrocio di eventi e di opportunità per l’obiettivo del disarmo atomico. Il nuovo Presidente U.S.A. Biden. Il TPNW. E il 75° anniversario della Risoluzione 1 (1) delle Nazioni Unite
    21 gennaio 2021 - Roberto Del Bianco
  • Disarmo
    Il trattato TPAN ha raggiunto la sua attuazione

    Nucleare civile e militare: una bomba!

    Il trattato ONU TPAN per la proibizione delle armi nucleari il 22 gennaio 2021 entra in vigore, anche se ha dei limiti perché non è stato ancora né firmato, né ratificato da nessuno dei paesi che detengono l’arma nucleare
    17 gennaio 2021 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)