happening

Emergency Night

23 ottobre 2006
ore 21:00 (Durata: 2 ore)

La presidente Teresa Sarti, i volontari di Emergency e tanti amici del mondo della cultura e dello spettacolo a Roma per i 12 anni di attività dell’Associazione; al Teatro Brancaccio, il prossimo 23 ottobre (ore 21) per la prima ‘Emergency Night’.
Per e con Emergency per questa serata evento: Dario Vergassola, Davide Riondino, Petra Magoni e Ferrucio Spinetti, l’Orchestra di Piazza Vittorio, Eugenio Bennato, Daniele Silvestri, Johnny Palomba, la Banda Osiris e Stefano Benni accompagnato al pianoforte dal Maestro Umberto Petrin.

L’evento servirà a raccogliere fondi per apparecchiature radiologiche da destinare al Centro chirurgico “Ilaria Alpi” in Cambogia, inaugurato nel 1998.

Oltre alle performance degli artisti che hanno aderito con grande entusiasmo e disponibilità, gli spettatori potranno vedere un estratto del video “Okùnchiràn - Emergency in Cambogia” prodotto da Fandango/Emy con la regia di Emanuele Scaringi e Claudio Rubino su sceneggiatura di Vauro ed Emanuele Scaringi, in cartellone nella sezione Extra della prima festa del Cinema di Roma.

I sostenitori romani erano abituati a partecipare ad una festa di primavera, in Piazza Navona. Questa volta invece, il dodicesimo compleanno sarà celebrato in autunno, di sera e in teatro. Ad ottobre infatti, ricorre il primo anno dall’apertura della nuova sede romana. Due eventi che segnano la crescita delle attività e l’avvio di nuovi progetti ed ancora una volta la volontà di condividerne con i cittadini romani i risultati.

La manifestazione è patrocinata dal Comune di Roma, con il sostegno dalla nuova testata EPolis Roma e l’amichevole collaborazione della Fandango, dell’Hotel Napoleon e dall’Hotel Rex; un ringraziamento va anche al designer Lucio Zago per il suo contributo creativo.

Una serata dedicata al sostegno concreto ma anche all’informazione sugli interventi sanitari e di sviluppo che dal 1994 ad oggi hanno portato assistenza medico-chirurgica e riabilitativa ad oltre 2 milioni di persone tramite la realizzazione di Centri chirurgici specializzati, Posti di primo soccorso e Centri sanitari oltre a strutture dedicate alla maternità ed alla riabilitazione delle vittime della guerra e delle mine antiuomo.

I biglietti, al prezzo unico di € 15,00, sono già in vendita presso il circuito Green Ticket www.greenticket.it e nella sede di Emergency di Roma.

Per ulteriori informazioni:
Tel. 06.688 151 o roma@emergency.it

Per maggiori informazioni:
Nicola Tarantino
06 688151
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Taranto Sociale
    Lettera al Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani

    Richiesta di fermo batteria 12 cokeria ILVA per mancata messa a norma

    E' stato autorizzato uno scenario emissivo (6 milioni di tonnellate annue di acciaio) a cui corrisponde un rischio cancerogeno inaccettabile. Tutto ciò è acclarato dalla nuova VDS (Valutazione Danno Sanitario) sarà segnalato alla Procura della Repubblica
    15 giugno 2021 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Laboratorio di scrittura
    Occorre appoggiare questa inchiesta e farne una bandiera di onestà e di trasparenza

    Dai veleni dell'Ilva al puzzo dell'inchiesta di Potenza

    Che l'Ilva inquinasse lo si sapeva. Ma qui si arriva a un livello di manipolazione delle istituzioni inusitato. Un sistema di potere occulto - con manovre bipartisan - ha tentato di fermare a Taranto l'intransigenza della magistratura prima dall'esterno e poi dall'interno.
    15 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
  • Ecologia
    Produzione ILVA a Taranto

    Anche 6 milioni di tonnellate di acciaio sono troppe

    E adesso come faranno ad autorizzare 8 milioni di tonnellate/anno se già 6 mettono a rischio la salute della popolazione? Arpa Puglia, Aress e Asl fanno i calcoli ed emerge ciò che era ovvio. La VIIAS del 2019 aveva dato rischio sanitario inaccettabile a 4,7 milioni di tonnellate/anno di acciaio.
    20 maggio 2021 - Redazione PeaceLink
  • Ecologia
    Ilva, a Taranto pure lo Stato si è liquefatto

    Ma i soldi del recovery Plan non potrebbero risarcire Taranto dandole un futuro pulito?

    Dopo la sentenza di primo grado che ha condannato i Riva per disastro ambientale e disposto la confisca degli impianti, ed ecco emergere un’impressionante continuità di pratiche illegali finalizzate ad ammorbidire l’azione della magistratura.
    11 giugno 2021 - Gad Lerner
  • Ecologia
    Il fervido cattolicesimo dei Riva

    Inquinavano e credevano in Dio

    E' crollato definitivamente il sistema di potere che veniva benedetto e celebrato a Pasqua e Natale in fabbrica, con generose donazioni dai Riva all'ex arcivescovo di Taranto monsignor Benigno Papa.
    11 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)