seminario

Seminario sulle tv di strada a Bologna-presentazione rivista INCHIESTA n. 152

30 novembre 2006
ore 14:30 (Durata: 5 ore)

BOLOGNA,

GIOVEDI’ 30 NOVEMBRE 2006

Aula C, Via Zamboni 34, ore 14.30

"Tv di strada: territori della comunicazione dal basso e della partecipazione"

L’incontro prende spunto dalla presentazione del numero 152 della rivista INCHIESTA, dedicato alla “Storia e geografia delle tv di strada in Italia”, per dare la possibilità ad alcune delle principali esperienze di tv di strada di 'raccontarsi' con l'intenzione di generare un dibattito propositivo su quelle che sono le principali problematiche del fenomeno oggi: si spazierà dal problema legislativo e della regolamentazione dell’etere al tema dei canali distributivi dei materiali video, dell'integrazione con la rete Internet, dei linguaggi specifici del medium ecc.

Saranno anche presenti alcuni studiosi e ci si interrogherà se e come le tv di strada e le forme di comunicazione dal basso possano essere strumenti in grado di sviluppare e aiutare processi di territorializzazione, di riscoperta delle dinamiche comunitarie e della cittadinanza attiva a partire dalle periferie delle nostre città, dai piccoli paesi, dalle scuole, ecc. evidenziando nuove geografie della comunicazione e della partecipazione.

PROGRAMMA

- Vittorio Capecchi, Paola Bonora, Giacomo Andreucci: Introduzione e presentazione della rivista.


- OrfeoTv: Tv di strada oggi: esperienze e prospettive

- Gabriele Grandi: Teletorre 19, tv di condominio al Pilastro

- Cesare Romani: Prate-Tv, una tv di strada a Bologna nei primi anni ‘90

- Teleimmagini: Una telestreet alla Bolognina

- Giampaolo Colletti: Altratv.tv: generazione tele-studente. Il fenomeno delle uni-tv nella wikipedia sulle altre tv.

- Franco Berardi Bifo

- Eraldo Busarello: Telestreet Tesino, una tv di strada della Valsugana

- Luigi Oliviero: Tele Monte Orlando

- Massimo Bassi: Telecitofono, telestreet di Reggio Emilia

- Enea Discepoli: Disco Volante, telestreet di Senigallia

- Associazione Comunicaree (Aree Comuni)

A CURA DI:

Dipartimento di Discipline Storiche Università di Bologna

Scuola di Dottorato in “Storia d'Europa:Identità collettive, Cittadinanza e Territorio nell'Età Moderna e Contemporanea”

Corsi di Laurea in Scienze Geografiche e Geografia e processi territoriali

Per maggiori informazioni:
Giacomo Andreucci
339/7230194
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Dal sito

  • Legami di ferro
    Lo riferisce il sito di siderurgia Siderweb

    "La nuova acciaieria a Odisha rischia di provocare un'autentica sollevazione popolare"

    In India i cittadini della regione sono contrari al progetto di Jindal e difendono l'ambiente dal rischio di deforestazione. E' previsto un taglio di un'area forestale per far posto a un maxi-stabilimento della JSW Steel da 12 milioni di tonnellate annue di acciaio
    25 maggio 2020 - Redazione PeaceLink
  • Pace
    L'Italia cessi di rifornire di armi chi ogni giorno in Africa commette stragi

    Giornata internazionale dell'Africa

    L'Africa ci parla, ci interroga, ci indica i nostri comuni doveri, e primo fra tutti il dovere di condividere il bene ed i beni fra tutti gli esseri umani, tutti ugualmente appartenenti all'unica umana famiglia, tutti ugualmente abitanti di quest'unico mondo vivente.
    24 maggio 2020 - Peppe Sini (Centro di ricerca per la pace, i diritti umani e la difesa della biosfera)
  • Ecologia
    Fuga da Taranto

    "ILVA è la peggiore operazione mai fatta da ArcelorMittal"

    "Un Vietnam", così Il Sole 24 Ore definisce Taranto. "Una bomba a orologeria piazzata nei conti del gruppo ArcelorMittal"
    24 maggio 2020 - Redazione PeaceLink
  • Pace
    La terrestrità unisce donne e uomini e ogni essere vivente in spazi e tempi di fraternità e sororità

    Agenda Onu 2030: pensare la pace

    In questi giorni, è stato l’anniversario della morte del colonnello sovietico Petrov che è riuscito a salvare l’umanità dalla terza guerra mondiale e nucleare, il giorno 26 settembre del 1983, in piena guerra fredda
    24 maggio 2020 - Laura Tussi
  • Disarmo
    Il TPNW quasi in dirittura d'arrivo. Ma i trattati sul disarmo che si sciolgono...

    Da festeggiare. Forse sì ma forse no

    Il TPNW, il Trattato per la proibizione delle armi nucleari, ha trovato adesso un altro impegnativo firmatario. Il Belize, piccolo Stato nei Caraibi che va ad aggiungersi alla schiera delle ratifiche già avvenute da parte delle altre nazioni dell’arcipelago. Però...
    24 maggio 2020 - Roberto Del Bianco
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)