presentazione

BANDIERE Dalla militanza all'attivismo. di Augusto Illuminati DeriveApprodi Ed.

13 febbraio 2004
ore 22:00 (Durata: 2 ore)

Alla Libreria MODO Infoshop, Venerdì 13 Febbraio ore 22
Presentazione di BANDIERE Dalla militanza all'attivismo.
di Augusto Illuminati DeriveApprodi Ed.
Ne parlerà con l'Autore Sandro Mezzadra
Le bandiere rosse in copertina e quelle iridate di cui si parla in questo libro
sono i segni tangibili delle diverse modalità del prendere parte/prendere partito
in cui da sempre si è espressa la militanza.
Sono cambiati i nomi, i valori, i protagonisti, ma sempre il mondo si è retto
e si è salvato grazie a chi va contro il corso del mondo, arrestandone la catastrofe
e gettando magari le basi per guai maggiori.
Si discute di Paolo di Tarso e di Saint-Just, si evocano cospiratori mistici e nichilisti,
si ricordano grandezza, miseria e orrore della militanza bolscevica.
Si interpellano le figure del martirio, della disciplina e della diserzione.
Ci si chiede se la nuova categoria di attivismo ripeta o superi le forme antecedenti di impegno
e organizzazione e soprattutto se esista una militanza del comune e in qual modo
si commisuri alle dinamiche interne dei movimenti.
L’arcobaleno delle bandiere testimonia l’irriducibile singolarità dei molti,
ma apre la questione della messa in forma della moltitudine.


Per maggiori informazioni:
Eleonora Stanzani DeriveApprodi
051262933
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1987: Muore Carlo Cassola, scrittore pacifista e fondatore della Lega per il Disarmo.

Dal sito

  • Pace
    Evento lo scorso 27 gennaio

    L'Albero della Pace ha ricordato la Shoah alla presenza della “Fiaccola della Pace”

    Ricordato il Cav. Di Franco, ultimo reduce sopravvissuto alla guerra, una pietra dedicata a "David Sassoli" e la posa al Muro dei testimoni del ritratto di Anna Frank.
    28 gennaio 2022 - Agnese Ginocchio (cantautrice per la Pace)
  • Cultura
    Giorno della Memoria

    Fare poesia dopo Auschwitz

    Primo Levi disse: “Io credo che si possa fare poesia dopo Auschwitz, ma non si possa fare poesia dimenticando Auschwitz. Una poesia oggi di tipo decadente, di tipo intimistico, di tipo sentimentale, non è che sia proibita, però suona stonata".
    27 gennaio 2022 - Franca Sartoni
  • Latina
    Honduras

    Bertha Zúniga “Le trasformazioni devono venire dai popoli”

    Copinh chiede al nuovo governo di creare le basi per il cambiamento
    e si manterrà vigile
    27 gennaio 2022 - Giorgio Trucchi
  • Cultura
    Da "L’anima e la notte, della poesia ed altri versi"

    Canzone per un bambino zingaro

    Dale Zaccaria continua la sua ricerca letteraria con la poesia e la prosa, scrivendo racconti e fiabe, in sinergia con altri artisti e generi come la pittura, la danza, la musica, il teatro e il video.
    25 gennaio 2022 - Redazione PeaceLink
  • Cultura
    Recensione

    Il miracolo della corda

    Una storia che non si può narrare tanto facilmente. Ma Monica, la figlia di Elvio Alessandri, riesce nel suo intento fino ad arrivare a scrivere un libello narrativo e riflessivo sulla Resistenza partigiana dei suoi cari.
    21 gennaio 2022 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)