convegno

IL DIRITTO AL FUTURO: QUALE SPERANZA PER I GIOVANI IN AFRICA

20 aprile 2007

Dedicato a Yaguine e Fodé, i due ragazzi della Guinea trovati morti nel luglio 1999 sul carrello di un aereo a Bruxelles.

Quest'anno ricorrono i dieci anni di attività di “Chiama l'Africa”. Il Convegno internazionale si terrà sempre ad Ancona nel mese di Ottobre. Il tema scelto, a vent'anni dall'assassinio di Thomas Sankara, sarà: “L'Africa in piedi. Hanno avuto il coraggio di osare”. Durante il Convegno ricorderemo, attraverso la parola di testimoni e studiosi africani quelle persone come Sankara, Lumumba, Nyerere, Nkruma, Keniatta, Cabral, che hanno speso la loro vita osando di costruire un'Africa in piedi. Non vogliamo tuttavia abbandonare la tradizione degli incontri primaverili. Nasce in questo contesto la proposta di questo incontro sul diritto al futuro e i giovani africani. Questo il programma di massima:

20 aprile 2007

21.00 Concerto di Pape Kanouté e i Mande

21 aprile 2007

09.30: saluti del sindaco e del vicepresidente della provincia di Ancona

10.00 - Helene Yinda (Camerun): Diritto al futuro e speranza in Africa. Lettura sociologica e teologica”

- Patrick Atohoon: (Benin): “Ragazzi e giovani africani. Difficoltà, dubbi, speranze”

- Pierre Kabeza (RDC – Bukavu): “Diritto al lavoro e diritti dei lavoratori. Agli albori del sindacato”

- Colette Kitoga (RDC - Kinshasa): “Il diritto alla salute soprattutto per i bambini”

12.30 Dibattito

15.00 Tavola rotonda: testimonianze di giovani africani di diversi paesi insieme con i relatori della mattinata *

17.30 Dibattito e conclusioni

Note tecniche:

– Chi volesse dormire la notte fra il 20 e il 21 con il sacco a pelo avrà a disposizione una sala attrezzata, riscaldata e con i servizi

– Per il pranzo, l'organizzazione provvederà a mettere a disposizione panini e bibite, altrimenti in zona ci sono molti bar e ristoranti. La quota di partecipazione è libera; si chiede tuttavia a tutti di dare un contributo per l'organizzazione.

* E' stato invitato anche Ferdinand Totin, delegato nazionale dei bambini lavoratori del Benin, ma non possiamo assicurare la sua partecipazione a causa delle difficioltà per il visto, essendo minorenne. Alla tavola rotonda parteciperanno giovani dal Camerun, Dall'Uganda, dal Senegal dalla Somalia. e da altri paesi africani.

Per maggiori informazioni:
065415730 - 3338101150
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Disarmo
    24.583,2 milioni di euro esclusi i finanziamenti per le missioni internazionali e del MISE

    Questione di valori: la corsa al riarmo italiano inseguendo l'America di Biden e NATO 2030

    il termine “assenza di occidente” era presente nel Rapporto sulla sicurezza di Monaco 2020 e rifletteva il diffuso sentimento di disagio e irrequietezza di fronte alla crescente incertezza sul futuro
    19 aprile 2021 - Rossana De Simone
  • Disarmo
    Una speranza di cambiamento mondiale

    Agenda ONU per il disarmo nucleare

    Le armi nucleari sono le armi più pericolose sulla terra. Una piccola ogiva può distruggere un'intera città, ma qui parliamo di arsenali che possono sterminare centinaia di milioni di persone, mettendo a repentaglio l'ambiente naturale e la vita delle generazioni future
    14 aprile 2021 - Laura Tussi
  • Taranto Sociale
    A cura di Max Perrini

    Video su Taranto, l'ambiente e la salute

    Il Comitato cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto ha creato un canale su Youtube. Vi riportiamo il link per accedervi
    Redazione PeaceLink
  • Ecologia
    E' in Germania, ha 220 mila abitanti e ha creato 13 mila posti di lavoro nella green economy

    Friburgo, i sette impatti della Green City

    Non e' una citta' ma una esperienza di anticipazione del futuro; nel tempo indicativo esiste il 'futuro anteriore' e Friburgo e' qualcosa che viene prima del futuro. Questi sono i primi sette impatti che Friburgo ha avuto su di me
    20 luglio 2012 - Alessandro Marescotti
  • Citizen science
    Open Data Sicilia 2021

    Monitoraggio della qualità dell'aria in provincia di Siracusa

    PeaceLink presenta una semplice ma importante iniziativa per liberare i dati del monitoraggio ambientale e renderli così fruibili a tutti
    16 aprile 2021 - Francesco Iannuzzelli
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)