incontro

Somalia Ieri e Oggi - Le radici del conflitto e le possibili vie per una riconciliazione nazionale

19 maggio 2007
ore 15:00 (Durata: 2 ore)

L’associazione El Vagón Libre, con il sostegno del CESV (Centro di Servizio al Volontariato), organizza un incontro di approfondimento sulla situazione in Somalia.

Il paese è sin dal 1990 senza alcun riferimento istituzionale e sembra non trovare nessuna via per superare uno dei periodi più drammatici della sua storia. All’indomani di un’azione militare etiopica che segna una nuova era nel conflitto, la Somalia viene colpita da una delle crisi umanitarie più grandi della sua storia. A stima dell’UNHCR, l’Alto Commissariato per i Rifugiati dell’ONU, sono più di 200.000 gli abitanti che hanno abbandonato Mogadiscio dall’inizio di Febbraio 2007. Circa la metà di essi ha cercato riparo nelle province circostanti di Middle e Lower Shabelle. Chi non è fuggito vive in condizioni allarmanti. “In città non arriva praticamente più cibo e chi è rimasto non può uscire di casa. La scarsità di generi di prima necessità ha lanciato i prezzi alle stelle.”

Avendo ben a mente lo storico legame dell’Italia con la Somalia, occorre informare e mobilitare tutte le persone che hanno a cuore le sorti di questo paese sulle iniziative avviate al riguardo, sia a livello nazionale che internazionale. È di vitale importanza proporre ed individuare nuove strategie per la ricostruzione dello Stato somalo, ed è altrettanto importante che l’Italia, in virtù dei legami suddetti, si adoperi per tenere sempre in primo piano sulla scena internazionale la tragica situazione umanitaria in Somalia.
L’incontro si svolgerà il 19 Maggio 2007 alle ore 15:00 presso la sede del CESV a Roma, Via dei Mille 6 (Zona Stazione Termini). L’ingresso è libero.
Si prega di registrarsi inviando una mail a progetti@elvagonlibre.org

Per maggiori informazioni:
A. Sharif
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • PeaceLink
    L’obiezione di coscienza di Daniel Hale

    Italiani per Hale

    L’ex analista dell'intelligence Usa è in carcere perché ha svelato i danni collaterali dei droni. Ha detto: "Abbiamo ucciso persone che non c’entravano nulla con l’11 settembre". Alex Zanotelli aderisce a questa campagna e dice: “Daniel Hale è un eroe del nostro tempo, è un dovere sostenerlo".
    18 settembre 2021 - Redazione PeaceLink
  • Latina
    Honduras

    Edwin e Raúl sono già liberi

    Assolti da tutte le imputazioni
    21 settembre 2021 - Giorgio Trucchi
  • Latina
    Il 7 settembre scorso il Covid-19 ha ucciso il sacerdote salvadoregno

    Rutilio Sánchez: in direzione ostinata e contraria

    Vicino alla guerriglia e impegnato nelle comunità di base, fino alla fine ha rappresentato una voce libera e critica del suo paese
    22 settembre 2021 - David Lifodi
  • Cultura
    In Memoria di Virginio Bettini

    Lettera a Virginio Bettini. A un anno dalla sua scomparsa

    È occorso parecchio tempo per preparare il tuo libro postumo perché come tu ci hai chiesto, necessitava dei contributi di due tuoi cari compagni. Il primo contributo di Maurizio Acerbo e il secondo di Paolo Ferrero
    21 settembre 2021 - Laura Tussi
  • Latina

    Crisi climatica e il rischio di difendere i beni comuni

    Rapporto di Global Witness evidenzia drammatico aumento degli attacchi mortali
    19 settembre 2021 - Giorgio Trucchi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)