evento

Napoli Arte e Pace

13 maggio 2007
ore 10:00 (Durata: 2 ore)

ARTE E PACE
Un itinerario nel centro storico di Napoli alla scoperta dei luoghi
della pace

Tra vita e morte si dipanano nella nostra città “tracce misteriose” che
s’intrecciano e ricoprono continuamente. Con questo itinerario proviamo
a “svelare” una “traccia di pace” che s’è costruita nel palpitare
quotidiano delle persone di varie epoche e nelle opere che ci hanno
lasciato, con tutte le ferite sofferte. Tra queste memorie ritroviamo
storie, arte, presenze, vuoti. In pochi isolati, oltre a raccontare
pezzi significativi della storia di Napoli, proviamo una ricostruzione
“diversa” di fatti talvolta poco discussi, conosciuti o ignorati, e a
varcare porte della memoria chiuse da tempo.
Nella nostra città siamo abituati a riconoscere una “trama di violenza”,
ricordando i luoghi precisi teatro di attentati, omicidi, stragi o di
qualche episodio che ci ha visti vittime di rapine, scippi ed altre
piccole o grandi violenze ed ingiustizie.
Poi possiamo riconoscere una “trama di guerra”: la scomoda e umiliante
militarizzazione del territorio, con le sue caserme e le sue basi di
morte.
Ma possiamo anche allenare l’occhio e il cuore a riconoscere una “trama
di pace”, che corra lungo il filo della tormentata ma avvincente storia
di Napoli. Una trama fatta di persone, di fatti, di luoghi e, non
ultimo, di arte.
Già, l’arte.
L’arte come strumento di educazione alla pace. Un po’ inusuale questo
accostamento, soprattutto nell’universo pacifista, che nella sua azione
di sensibilizzazione predilige i temi più direttamente etici e politici.
Ma abbiamo voluto provare a tratteggiare, con umiltà e accogliendo la
sfida di imparare a dire la pace con parole nuove, un itinerario, un
percorso a piedi nelle stradine di Napoli cariche di storia, alla
scoperta di angoli più o meno noti da attraversare con uno sguardo
diverso. Alla scoperta di tanti echi di nonviolenza e di giustizia che,
attraversando il tempo, risuonano scolpiti sul nero del piperno o sul
tufo giallo che costituiscono da sempre l’ossatura millenaria della
sirena Partenope.
Lavorando a questo progetto abbiamo scoperto che “arte e pace” è un
binomio fecondo, capace di riempire il libro della storia di Napoli con
pagine di un’attualità insospettata. Sfogliando queste pagine ci siamo
convinti che una città, con le sue memorie sovente ignorate, e gli
artisti, con le loro opere troppo spesso dimenticate, possono
risvegliare i sentimenti e le potenzialità migliori degli abitanti. E
siamo cresciuti ancor più nella convinzione che alla causa della pace
non hanno proprio nulla da dare i militari con le loro guerre e le loro
bombe che, invece, distruggono vite, opere d’arte e luoghi della
memoria.

Itinerario:
* Cappella della Pace (Via S. Giovanni Maggiore Pignatelli, 14,
sede di Pax Christi Napoli): accoglienza, visita alla Cappella,
presentazione e proiezione sul tema generale.
* L’Istituto Universitario Orientale e l’interculturalità.
* La chiesa di Santa Chiara (sec XIV) tra guerra e pace.
* La chiesa della Redenzione dei Captivi (sec. XVI) e le nuove
schiavitù.
* La chiesa di S. Pietro a Maiella (sec. XIII) e la storia di
Celestino V (spoliazione del potere, perdono e riconciliazione).
* Le mura greche di P.zza Bellini (sec. V a. C.) e il concetto di
difesa.
* P.zza S. Domenico Maggiore, la chiesa di S. Angelo a Nilo (sec
XIV) e la militarizzazione della fede.
* La casa di Benedetto Croce (1866-1952), e la nonviolenza
(l’incontro con Aldo Capitini).
* Cappella della Pace con visita alla cripta e momento di
convivialità.

Durata complessiva dell’itinerario: due ore, dalle ore 10,00 alle ore
12,00.

Date: 13, 20 e 27 maggio 2007, in occasione del Maggio dei Monumenti

Prenotazione obbligatoria, telefonando al n. 0817549426 dalle ore 19,30
alle ore 21,30.

Pax Christi – Punto Pace di Napoli

Via S. Giovanni Maggiore Pignatelli, 14 – 80134 Napoli
HYPERLINK "mailto:Info@paxchristi.it"info@paxchristinapoli.it -
HYPERLINK "http://www.paxchristinapoli.it/"www.paxchristinapoli.it

Per maggiori informazioni:
Punto Pace Napoli
0817549426
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Taranto Sociale
    Lo conferma lo studio dell'OMS

    Le emissioni dello stabilimento ILVA continuano ad essere incompatibili con la salute pubblica

    Da ora in poi, con i dati OMS che vanno a confermare le precedenti Valutazioni Danno Sanitario, non si può più considerare normale una situazione anomala. Questo rapporto dell'OMS a nostro parere costituisce notizia di reato.
    22 gennaio 2022 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)