incontro

La situazione dei popoli indigeni dell'Amazzonia colombiana

14 giugno 2007
ore 18:00 (Durata: 2 ore)

La situazione dei popoli indigeni dell'Amazzonia colombiana

Insieme a: José Sebastián Jansasoy (*)

Presentazione

Il conflitto interno colombiano ha un drammatico impatto popolazioni indigene, minacciando i loro sistemi di governo, l'applicazione della giustizia tradizionale, i loro territori e, in generale, la loro sopravvivenza fisica e culturale. Secondo l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, nel corso degli ultimi anni, tutti i gruppi armati presenti nel paese hanno compiuto numerosi atti di violenza ed esecuzioni selettive contro le autorità indigene, i medici tradizionali e le guide spirituali.

Il Relatore Speciale della Commissione dei Diritti Umani, Rodolfo Stavenhagen, nel suo Rapporto sulla Situazione dei Diritti Umani degli Indigeni, ha inoltre sottolineato l'estrema vulnerabilità e la difficilissima sopravvivenza culturale dei popoli indigeni di fronte agli effetti devastanti del conflitto che colpisce la Colombia da diversi anni : assassinii, torture, sfollamento di massa, rapimenti, reclutamento armato forzato, stupro delle donne indigene e occupazione dei loro territori. Il Relatore ha osservato che il crescente fenomeno di militarizzazione e le numerose violazioni dei diritti umani stanno conducendo al rischio di scomparsa di molte comunità indigene.

* José Sebastián Jansasoy è nato a Villagarzón, Putumayo (Colombia). Ha studiato medicina tradizionale indigena per 25 anni con le popolazioni Cofan, Siona e Inga e , negli ultimi anni , con Taita Querubin Queta Alvarado, massima autorità del popolo Cofan. Dal 1995 è Direttore esecutivo della Fundación Zio- A'I - "Unión de Sabiduría". E' stato il Consigliere tradizionale alla Tavola di Lavoro Permanente delle Popolazioni Cofan dal 1998 al 2003.

Relatori

* Maria Cuellar Cabrera - Avvocatessa e ricercatrice sul tema dei diritti umani

Saluto d'apertura

* Antonino Colaianni - Università "La Sapienza"

* José Sebastián Jansasoy - Fundación Zio- A'I

* Luca De Paoli - Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli (CISP)

* Andrea Stroppiana - Ricerca e Cooperazione (RC)

* Carlo Tassara - Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli (CISP)
Conclusioni

Moderatore
Dario Sendoya Zuluaga - El Vagón Libre

Dibattito.

Si prega di registrarsi a:
eventi@elvagonlibre.org
338.2033.711

Per maggiori informazioni:
Dario Sendoya Zuluaga
338.20.33.711
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Disarmo
    Biden e Putin siglano un comunicato congiunto “on Strategic Stability”

    Good News? La speranza continua

    "Gli Stati Uniti e la Russia avvieranno insieme un dialogo bilaterale integrato di stabilità strategica nel prossimo futuro, che sarà deliberato e solido. Attraverso questo Dialogo, cerchiamo di gettare le basi per future misure di controllo degli armamenti e di riduzione dei rischi.”
    17 giugno 2021 - Roberto Del Bianco
  • Sociale
    Siamo nel 2021 e le donne, qui, in Italia, italiane e straniere, ancora non possono dire no!

    Saman

    Saman non è stata uccisa per ordine del Corano. Saman è stata uccisa dal sistema patriarcale. La sua uccisione è un femminicidio come qualsiasi femminicidio che succede quotidianamente in Italia e ovunque a conseguenza di una mentalità maschilista marcia ed arretrata
    17 giugno 2021 - Gulala Salih (Donna curda cittadina italiana. Attivista per la pace e i diritti delle donne e dei bambini)
  • Sociale
    Ilaria Di Roberto: «non siamo un sesso debole, siamo sopravvissute».

    «Quanto subisco rispecchia il concetto di femminicidio in vita»

    La denuncia pubblica di quanto subisce da anni e dell’ultima molestia subita l’11 giugno e un drammatico appello, «ho bisogno di essere creduta e di aiuto».
    17 giugno 2021 - Alessio Di Florio
  • Taranto Sociale
    Lettera al Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani

    Richiesta di fermo batteria 12 cokeria ILVA per mancata messa a norma

    E' stato autorizzato uno scenario emissivo (6 milioni di tonnellate annue di acciaio) a cui corrisponde un rischio cancerogeno inaccettabile. Tutto ciò è acclarato dalla nuova VDS (Valutazione Danno Sanitario) sarà segnalato alla Procura della Repubblica
    15 giugno 2021 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Laboratorio di scrittura
    Occorre appoggiare questa inchiesta e farne una bandiera di onestà e di trasparenza

    Dai veleni dell'Ilva al puzzo dell'inchiesta di Potenza

    Che l'Ilva inquinasse lo si sapeva. Ma qui si arriva a un livello di manipolazione delle istituzioni inusitato. Un sistema di potere occulto - con manovre bipartisan - ha tentato di fermare a Taranto l'intransigenza della magistratura prima dall'esterno e poi dall'interno.
    15 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)