rappresentazione teatrale

STRANGERS IN THE NIGHT

13 ottobre 2007
ore 21:00

Popoli, il mensile internazionale dei gesuiti, propone tre incontri per un autunno all’insegna della conoscenza e dell’incontro delle diverse culture presenti sul nostro territorio. L’obiettivo è andare oltre la frequente strumentalizzazione del concetto di identità, usato per giustificare arroccamenti e chiusure. “Contro l’identità contro”, questo il titolo dell’iniziativa, rifiuta questo approccio e intende invece promuovere una “identità aperta”: aperta a conoscere, riflettere, con-vivere.

Il primo appuntamento si terrà sabato 13 ottobre, alle 21, con Strangers in the night, lo spettacolo di “cabaretnico” nato dal laboratorio di Zelig Cabaret. Un gruppo di attori stranieri, formatisi artisticamente al laboratorio di Zelig, riflette in modo ironico su schemi e pregiudizi con cui italiani e stranieri si guardano.

Formato quasi interamente da attori dilettanti, il laboratorio è nato quattro anni fa per dare spazio agli stranieri di raccontarsi, con le proprie storie di immigrazione, e di raccontare gli italiani dal loro punto di vista, al di là degli stereotipi e con una buona dose di ironia. Alla serata parteciperà anche Alfredo Minutoli, di Zelig Off, dove interpreta il personaggio del leghista Galbiati.

L’evento avrà luogo nell’Auditorium San Fedele, in via Hoepli 3/B, a Milano. Il costo del biglietto di ingresso è di 9 euro, ridotto a 7 per gruppi di almeno 10 persone. Incluso nel costo del biglietto, gli spettatori riceveranno anche un numero della rivista Popoli. Per informazioni e prenotazioni si può contattare la segreteria di Popoli telefonando allo 02.86352238 oppure inviando una mail all’indirizzo popoli@popoli.info .

La serata di Strangers in the night sarà seguita da altri due incontri, martedì 30 ottobre e mercoledì 7 novembre, con una proiezione del documentario Opera Gagia sul popolo rom e con una tavola rotonda dedicata all’incontro-scontro tra Occidente e Islam.

Gli eventi hanno il contributo della Provincia di Milano e di Banca Etica e il patrocinio della Regione Lombardia.

Per maggiori informazioni:
Cinzia Giovari
02.86352238
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Ecologia
    In occasione del vertice dei paesi del G20

    Lettera aperta ai ministri dell'Ambiente

    Di fronte ai sempre più frequenti disastri ambientali, dodici associazioni scrivono ai Ministri dell’Ambiente riunitisi a Napoli in questi giorni per esigere un’azione globale rafforzata e coordinata, non più rimandabile, per salvare il clima.
    23 luglio 2021 - Patrick Boylan
  • Editoriale
    Appello alla società civile

    Una riforma che favorirà l'impunità a molti inquinatori, alle cosche mafiose e alla malapolitica

    PeaceLink si associa al grido di allarme che proviene dal mondo della magistratura ed esprime forti timori rispetto alla riforma della giustizia. Se non siete d'accordo sulla riforma della giustizia condividete questo testo
    23 luglio 2021 - Associazione PeaceLink
  • Disarmo

    Leader del Congresso degli Stati Uniti spingono per una revisione progressiva della postura nucleare

    Dal team di PNND - Parliamentarians for Nuclear Non-Proliferation and Disarmament - giunge la notizia di questo importante appello indirizzato al Presidente Biden, per una revisione della Nuclear Posture Review
    22 luglio 2021 - Roberto Del Bianco
  • Economia
    Economia, occupazione, ecologia e mutamenti climatici

    L'acciaio "green" taglia del 75% la forza lavoro

    La cosiddetta "decarbonizzazione" dell'ILVA con forni elettrici basati su DRI richiede, secondo fonti sindacali, dai 350 ai 400 lavoratori per milione di tonnellate/anno di acciaio prodotte. Un taglio netto rispetto al 1.500 lavoratori per milione di tonnellate/anno di acciaio del tempo dei Riva.
    22 luglio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Editoriale
    La batteria 12 della cokeria dell'ILVA di Taranto va fermata

    Vince la cittadinanza attiva

    Vince contro le pretese dell'azienda di continuare a produrre nonostante tutto, nonostante la grave situazione sanitaria dovuta all'inquinamento. Impianti fuori norma, come la cokeria 12, non possono continuare a produrre.
    21 luglio 2021 - Associazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)