mostra fotografica

Emergency: "Conoscere le guerre e volere la pace"

20 dicembre 2007
ore 17:30

L'Associazione culturale Open Mind, con il patrocino dei Comuni di
Palagiano e Palagianello*

*presenta la mostra di Emergency*

Emergency comunica le proprie attività e svolge azioni di sensibilizzazione
e informazione anche attraverso mostre fotografiche realizzate nei paesi
dove è presente con i suoi Centri chirurgici e di riabilitazione. Le mostre
fotografiche sono un modo di far conoscere attraverso le immagini la realtà
quotidiana di paesi e di persone colpiti dalla guerra.

Emergency, su iniziativa dell'associazione culturale Open mind, ha scelto di
tenere una mostra fotografica a Palagiano e a Palagianello, con il
patrocinio delle amministrazioni comunali.

Le mostre allestite sono "*La guerra com'è*" e "*Prima le donne e i bambini*". La prima, attraverso testi, fotografie e testimonianze raccolte sul campo, racconta i caratteri delle guerre attuali e l'impegno di Emergency sul fronte medico-sanitario, come pratica di diritti umani e affermazione di una cultura di pace.

La seconda mostra racconta invece le storie di quattro donne e quattro
bambini che Emergency ha incontrato durante il suo lavoro in paesi devastati dalla guerra.

Attraverso l'utilizzo di alcuni dati essenziali, vengono sinteticamente
illustrate la condizione femminile e la condizione infantile in Afghanistan,
Cambogia, Sierra Leone e Iraq.

La mostra si terrà presso *l'Auditorium Comunale di Palagiano* di Corso
Lenne da *giovedì 20 a domenica 23 dicembre*, dalle ore *17.30 alle ore
20.30*.

*L'apertura della mostra* si terrà *giovedì 20 dicembre* alle *ore 17.30* e
prevede una presentazione della mostra a cura di *Carmine Simeone*,
volontario di Emergency, e un intervento del sindaco di Palagiano *Rocco
Ressa* e di *Maria Grazia Mellone*, consigliere delegato alla Cultura, alla
P.I. e all'osservatorio per le povertà.

Presso l'area allestita per la mostra ci sarà un banchetto gestito dai
volontari di Emergency, presso il quale effettuare donazioni, acquistare
regali solidali e gadget o prendere informazioni.

La mostra si terrà poi a *Palagianello* *dal 2 al 4 gennaio *2008, *dalle
ore 17.30 alle 20.30*, presso il *Castello Caracciolo*. L'inaugurazione è
prevista per *mercoledì 2 gennaio* alle *ore 17.30* con gli interventi del
sindaco *Francesco Petrera*, di *Carmela Resta*, vicesindaco e assessore
alla Cultura e alla P.I. e di* Carmine Simeone*, volontario di Emergency.

*L'ingresso alle mostre è gratuito.*

*Invitiamo tutti i cittadini* a visitare la mostra perché, soprattutto nel
periodo natalizio, nel quale il consumismo la fa da padrone, vuole essere un
modo per sensibilizzare verso tematiche spesso dimenticate e vuole essere un invito in più a sostenere economicamente le attività di Emergency.

*Ringraziamo* le Amministrazioni Comunali di Palagiano e Palagianello per
aver sostenuto quest'iniziativa. Un ringraziamento ai due sindaci Rocco
Ressa e Francesco Petrera e in particolare a Maria Grazia Mellone e Carmela
Resta che hanno fortemente voluto che si tenessero queste due mostre.

*Massimiliano Cavallo *-
Presidente Open mind - Associazione Culturale*

Per maggiori informazioni:
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1991: Alle ore 0,50 inizia la Guerra del Golfo, la prima dopo la fine della Guerra Fredda

Dal sito

  • Storia della Pace
    Installati nel 1960, furono smantellati dopo la Crisi di Cuba

    Le basi dei missili nucleari Jupiter in Puglia e Basilicata

    Le basi erano 10, di forma triangolare, con tre missili ognuna. Nell'ottobre del 1961 furono colpite quattro testate nucleari da fulmini, e in due casi venne attivato il processo fisico-chimico preliminare all'esplosione (che non avvenne). Un museo della pace e della memoria è oggi possibile
    Alessandro Marescotti
  • Disarmo
    Dal territorio del nostro Paese siano eliminate tutte le armi nucleari

    L’Italia ratifichi il Trattato sulla Proibizione delle Armi Nucleari

    La presenza di tali ordigni sul territorio italiano è in contrasto anche con il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari, al quale l’Italia ha aderito nel 1975 impegnandosi a «non ricevere da chicchessia armi nucleari né il controllo su taliarmi, direttamente o indirettamente».
    16 gennaio 2021
  • Storia della Pace
    La storia della pace, dalla secolare opposizione alla guerra al recente pacifismo

    Che cosa è la Peace History

    Per Peace History si intende lo studio delle cause più profonde della guerra nonché dei mezzi per contrastarla e per gestire risoluzioni non violente dei conflitti. In questa pagina web vi sono alcuni riferimenti per la Peace History e link utili per tracciare una storia della pace
    16 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Pace
    Entrambe includono tematiche comuni nella propria area di competenza e hanno punto di contatto

    Educazione civica ed educazione alla pace: un confronto

    L'evoluzione dell’educazione civica ha portato a un sempre maggiore avvicinamento della stessa all’educazione alla pace, fino ad una sovrapposizione di competenze, che oggi può in certi contesti rendere difficile distinguere le due discipline.
    10 gennaio 2021 - Manuela Fabbro
  • Storia della Pace
    L'opposizione alla guerra è nata con la guerra stessa

    Le radici storiche del pacifismo

    Il movimento pacifista può diventare un soggetto storico consapevole dei propri compiti solo se ha la consapevolezza della sua storia. La storia della pace studia l'impegno positivo di chi si è opposto alla guerra. Ma è anche analisi strutturale delle cause dei conflitti armati.
    15 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti, Daniele Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)