conferenza

Pianificazione di Area Vasta: Valorizzazione delle Aree Archeologiche della Città di Taranto

14 febbraio 2008
ore 16:30 (Durata: 2 ore)

La progettazione degli interventi urbanistici da attuare sul territorio, prevista dai nuovi strumenti di pianificazione territoriale (Piano Triennale, Area Vasta), può rappresentare un ulteriore, importante, momento di valorizzazione dei siti e delle aree archeologiche della città di Taranto.
L’assessorato al Risanamento Città Vecchia ed Archeologia, con la consulenza tecnico-scientifica fornita – a titolo gratuito – da due cooperative tarantine operanti nel settore dei Beni Culturali, ha compiuto negli ultimi mesi un’accurata ricognizione dei progetti già approvati, degli interventi da portare a compimento e delle nuove progettualità da realizzaree su quei beni che meritano (e, anzi, necessitano con urgenza, visto lo stato di degrado in cui versano) un processo di valorizzazione.
Su quest’ultima tipologia di beni (tombe a camera, aree archeologiche, chiese rupestri) è stata realizzata una schedatura puntuale, che ha portato a definire un pacchetto di proposte di intervento confluite in un Sistema Informativo, liberamente consultabile sul WEB, la cui presentazione vuole essere anche un momento di riflessione allargata sulle prospettive della salvaguardia del nostro importante patrimonio culturale e sulle priorità degli interventi da attuare, che possono trovare opportuna coniugazione attraverso gli strumenti finanziari che interesseranno nel prossimo futuro la città.

Interventi previsti:

L’Archeologia come risorsa culturale ed economica per la città di Taranto.
(Lucio Pierri, Assessore al Risanamento Città Vecchia e all’Archeologia).

I beni culturali nel contesto della Pianificazione di Area Vasta.
(Alfredo Cervellera, Vicesindaco e Assessore all’Urbanistica).

Presentazione del lavoro di redazione delle schede dei siti da valorizzare e illustrazione dei criteri di selezione utilizzati per l’individuazione degli interventi.
(Patrizia Guastella, Cooperativa PoliSviluppo; Francesco Zerruso, Cooperativa Novelune).

Presentazione del Sistema Informativo Territoriale. L’accesso alla conoscenza dei siti e delle proposte di intevento attraverso le mappe satellitari georeferenziate di Google Map.
(Giulio Calculli, Cooperativa Novelune).

Dibattito sulle prospettive di valorizzazione dei Beni Archeologici di Taranto.
Ne parlano: personale scientifico della Soprintendenza Archeolgica della Puglia, Cosimo D’Angela, Piero Massafra, Annapaola Petrone Albanese, Silvano Trevisani., Rocco Tancredi.

Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Taranto Sociale
    Lo conferma lo studio dell'OMS

    Le emissioni dello stabilimento ILVA continuano ad essere incompatibili con la salute pubblica

    Da ora in poi, con i dati OMS che vanno a confermare le precedenti Valutazioni Danno Sanitario, non si può più considerare normale una situazione anomala. Questo rapporto dell'OMS a nostro parere costituisce notizia di reato.
    22 gennaio 2022 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)