incontro

Camminiamo Insieme - incontro c/o la Stella Alpina onlus

26 febbraio 2008
ore 18:30 (Durata: 2 ore)

Martedì 26 febbraio 2008, alle ore 18.30, c/o l’associazione “STELLA ALPINA ONLUS” in via del Biasoletto 12 (entrata via dell’’Archi - case Ater nei pressi della scuola elementare Padoa – zona San Luigi – bus 25 e 26) a Trieste ,
il nuovo Consiglio Direttivo dell’Associazione
presenterà l’attività del 2008.
L’ingresso è aperto a tutti coloro che vogliono “condividere” un momento in compagnia.
Sarà una piacevole occasione, nello scambiarci qualche idea per il futuro, per un “brindisi “ inaugurale.
L’associazione “Stella Alpina “ nasce, con statuto provinciale, il 1 marzo 1964 (primo presidente Giordano Guarniero).
L’art. 1 dettava: Si costituisce in Trieste, presso la Sede del Centro Sociale dell’I.S.S.Ca.L. (Istituto Servizio Sociale Case per Lavoratori) – in Via Solferino n. 6, una Associazione con finalità culturali-sportive-ricreative e assistenziali che assumerà (art. 2) la denominazione “STELLA ALPINA” – con sigla A.S.A .
Con decreto regionale del 17 luglio 2000 l’associazione viene iscritta al n. 648 delle onlus.
Ne è passata di acqua sotto i ponti!
Ma l’associazione continua con le sue attività e “con il suo nuovo look” ad essere presente nella realtà regionale.
L’associazione promuove la terapia del sorriso, la montagna terapia e il trekking terapia, la pet therapya, la musico terapia, la scrittura e poesia terapia ed ogni altra terapia complementare avente come obiettivo attività socializzanti, il miglioramento della qualità della vita, il benessere psico-fisico delle persone coinvolte. L’associazione è inoltre impegnata nella diffusione della cultura cinematografica o teatrale, e nella promozione dell’arte del tempo libero e del “vivere con lentezza” con l’obiettivo di riappropriarsi del tempo, e far acquisire dignità culturale alle tematiche legate alla corretta gestione del tempo come strumento per vivere meglio nell’era della velocità.

Il Presidente
Zefferino Di Gioia

Per maggiori informazioni:
Zefferino Di Gioia
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1956: Danilo Dolci con decine di disoccupati fa uno "sciopero alla rovescia", ricostruendo una strada abbandonata a Trappeto, in Sicilia. Finisce in carcere.
  • Anno 1932: Si apre a Ginevra la prima convenzione per il disarmo mondiale.

Dal sito

  • Latina
    Honduras

    Bajo Aguán, una tragedia infinita

    Nuova ondata di attacchi e di omicidi contro contadini e difensori dell'ambiente
    26 gennaio 2023 - Giorgio Trucchi
  • Disarmo
    Armi atomiche, un momento di pericolo senza precedenti

    A soli 90 secondi dall’ora fatale

    E' stato presentato l’aggiornamento annuale del doomsdyclock del Comitato per la Scienza e la Sicurezza del Bulletin of the Atomic Scientists. Il peggioramento della situazione mondiale a seguito soprattutto della guerra in Ucraina ha portato l’orologio a soli 90 secondi dall’ora fatale.
    25 gennaio 2023 - Alessandro Pascolini (Università di Padova)
  • PeaceLink
    Intervista ad Alessandro Marescotti

    «Nel 1980 avevo capito che l’informatica avrebbe cambiato completamente la società»

    Gli anni dell’università, poi la laurea in filosofia, la prima calcolatrice programmabile Texas TI58. Poi l'esperienza da programmatore, prima di diventare insegnante di Lettere. Un racconto che arriva infine alla nascita di PeaceLink, la telematica per la pace
    24 gennaio 2023 - Italia che cambia
  • Ecologia
    Video con l'intervento di Alessandro Marescotti, presidente di PeaceLink

    Audizione di PeaceLink sul decreto che istituisce lo scudo penale per l'ILVA

    "Il decreto non è emendabile e se viene convertito in legge equivale a riportare in Italia la pena di morte, per di più verso persone innocenti di cui non conosciamo nome, sesso, età e volto".
    24 gennaio 2023 - Redazione PeaceLink
  • Latina
    Dina Boluarte continua ad utilizzare la mano dura

    Perù: prosegue il conflitto sociale

    Gran parte delle morti dei manifestanti sono state provocate da proiettili sparati da armi da fuoco in dotazione alla polizia e all’esercito
    23 gennaio 2023 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)