trasmissione televisiva

L’esperienza del centro IMID di Campi Salentina in onda su RAI TRE

17 aprile 2008
ore 10:00 (Durata: 1 ore)

Il Centro che cura le patologie croniche immunomediate in primo piano per l’assistenza ai malati di una patologia in forte crescita anche a causa dell’inquinamento.

Le vicende sanitarie di una schiera di “nuovi” malati. L’approccio metodologico differente ad una serie di problemi più o meno gravi legati alle patologie croniche immunomediate.

Saranno questi i temi che giovedì 17 aprile a partire dalle 10.00 saranno affrontati da Fabrizio Frizzi e Elsa Gatti nella trasmissione contenitore di Rai Tre “Cominciamo Bene”.

A fornire risposte sul tema sarà il dott. Mauro Minelli, responsabile del Centro IMID (Immune Mediated Inflammatory Desorders) dell’Ospedale S. Pio di Campi Salentina: un piccolo presidio della sanità pubblica pugliese che in perfetta solitudine continua ad accogliere ed assistere persone affette da tali patologie provenienti da tutta Italia.

Minelli sarà ospite della trasmissione (in onda tutti i giorni dal lunedì al venerdì – dalle 9.15 alle 12.00), nell’ambito dello spazio Salute di questa settimana dedicato alle malattie immunoallergiche.

Il modello pluridisciplinare IMID – dice Mauro Minelli – è un moderno sistema integrato destinato, a seconda delle esigenze epidemiologiche, a compendiare o sostituire le tipologie tradizionali di assistenza ospedaliera, essendo interamente votato alla gestione e al controllo delle patologie infiammatorie in costante ed allarmante diffusione, anche a causa del dilagante inquinamento.

Modelli che in America stanno dando già importanti risultati in termini di qualità della vita dei malati, ma anche in situazioni più gravi in cui a rischio è appunto la stessa esistenza.

Nello spazio dedicato, previsto in diretta dalle 10 alle 10,30, sarà possibile il collegamento e la partecipazione diretta con quesiti da porre in trasmissione sia telefonicamente che attraverso mail.

Con preghiera di cortese diffusione,

Lecce, 15 aprile 2008

Per maggiori informazioni:
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Dal sito

  • MediaWatch
    Una luce di speranza per il co-fondatore di WikiLeaks?

    Lunedì prossimo il verdetto sul caso Julian Assange. Tutti gli occhi puntati su Londra.

    Appuntamenti a Roma e a Milano per seguire l’udienza in diretta e per sentire i commenti a caldo sul verdetto dell'Alta Corte di Londra. Malgrado i suoi problemi di salute, Assange conta di essere presente in aula.
    18 maggio 2024 - Patrick Boylan
  • Editoriale
    Ma Rainews non trasmette le immagini

    Papa Francesco ci invita a diventare "seminatori di speranza"

    La giornata di oggi a Verona è stata splendida, permeata dal vero spirito della vita e dalla missione fondamentale di costruire un futuro di speranza. L'Arena di pace ci ha ricordato l'importanza dell'impegno collettivo per realizzare un mondo migliore.
    18 maggio 2024 - Alessandro Marescotti
  • MediaWatch
    SOS ("MayDay") di Stella Assange

    Il Giorno X per Julian Assange, più volte rinviato, arriva il 20 maggio

    “Lanciamo l'allarme per il 20 maggio, data della nuova udienza per Julian Assange.” Così ha postato su Instagram sua moglie, chiedendo ai suoi sostenitori nel mondo di raggiungerla davanti all’Alta Corte britannica a Londra la mattina del 20 oppure di manifestare ognuno nella propria città.
    16 maggio 2024 - Vincenzo Vita
  • Cittadinanza
    Esigenze militari e gestionali stanno dando forma alle nostre istituzioni scolastiche

    La scuola pubblica italiana, oggi, sta istruendo alla guerra o alla pace?

    Online il 2° Dossier dell'Osservatorio contro la militarizzazione delle scuole e delle università. Spaventa il numero delle attività svolte insieme tra militari e scuole in un solo anno. Non è una esagerazione, è in atto una deriva aziendalista e autoritaria nella scuola pubblica italiana
    14 maggio 2024 - Maria Pastore
  • Disarmo
    Iniziativa promossa da Amnesty International e PeaceLink a Lecce

    Stop arming Israel

    Tutti gli Stati hanno l’obbligo di prevenire i crimini di atrocità e di promuovere il rispetto delle norme che proteggono i civili. È da tempo che la comunità internazionale deve tener fede a questi impegni. Presidio in piazza Sant'Oronzo a Lecce il 7 maggio alle ore 19.
    14 maggio 2024 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.7.15 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)