trasmissione televisiva

L’esperienza del centro IMID di Campi Salentina in onda su RAI TRE

17 aprile 2008
ore 10:00 (Durata: 1 ore)

Il Centro che cura le patologie croniche immunomediate in primo piano per l’assistenza ai malati di una patologia in forte crescita anche a causa dell’inquinamento.

Le vicende sanitarie di una schiera di “nuovi” malati. L’approccio metodologico differente ad una serie di problemi più o meno gravi legati alle patologie croniche immunomediate.

Saranno questi i temi che giovedì 17 aprile a partire dalle 10.00 saranno affrontati da Fabrizio Frizzi e Elsa Gatti nella trasmissione contenitore di Rai Tre “Cominciamo Bene”.

A fornire risposte sul tema sarà il dott. Mauro Minelli, responsabile del Centro IMID (Immune Mediated Inflammatory Desorders) dell’Ospedale S. Pio di Campi Salentina: un piccolo presidio della sanità pubblica pugliese che in perfetta solitudine continua ad accogliere ed assistere persone affette da tali patologie provenienti da tutta Italia.

Minelli sarà ospite della trasmissione (in onda tutti i giorni dal lunedì al venerdì – dalle 9.15 alle 12.00), nell’ambito dello spazio Salute di questa settimana dedicato alle malattie immunoallergiche.

Il modello pluridisciplinare IMID – dice Mauro Minelli – è un moderno sistema integrato destinato, a seconda delle esigenze epidemiologiche, a compendiare o sostituire le tipologie tradizionali di assistenza ospedaliera, essendo interamente votato alla gestione e al controllo delle patologie infiammatorie in costante ed allarmante diffusione, anche a causa del dilagante inquinamento.

Modelli che in America stanno dando già importanti risultati in termini di qualità della vita dei malati, ma anche in situazioni più gravi in cui a rischio è appunto la stessa esistenza.

Nello spazio dedicato, previsto in diretta dalle 10 alle 10,30, sarà possibile il collegamento e la partecipazione diretta con quesiti da porre in trasmissione sia telefonicamente che attraverso mail.

Con preghiera di cortese diffusione,

Lecce, 15 aprile 2008

Per maggiori informazioni:
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Taranto Sociale
    Lettera al Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani

    Richiesta di fermo batteria 12 cokeria ILVA per mancata messa a norma

    E' stato autorizzato uno scenario emissivo (6 milioni di tonnellate annue di acciaio) a cui corrisponde un rischio cancerogeno inaccettabile. Tutto ciò è acclarato dalla nuova VDS (Valutazione Danno Sanitario) sarà segnalato alla Procura della Repubblica
    15 giugno 2021 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Laboratorio di scrittura
    Occorre appoggiare questa inchiesta e farne una bandiera di onestà e di trasparenza

    Dai veleni dell'Ilva al puzzo dell'inchiesta di Potenza

    Che l'Ilva inquinasse lo si sapeva. Ma qui si arriva a un livello di manipolazione delle istituzioni inusitato. Un sistema di potere occulto - con manovre bipartisan - ha tentato di fermare a Taranto l'intransigenza della magistratura prima dall'esterno e poi dall'interno.
    15 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
  • Ecologia
    Produzione ILVA a Taranto

    Anche 6 milioni di tonnellate di acciaio sono troppe

    E adesso come faranno ad autorizzare 8 milioni di tonnellate/anno se già 6 mettono a rischio la salute della popolazione? Arpa Puglia, Aress e Asl fanno i calcoli ed emerge ciò che era ovvio. La VIIAS del 2019 aveva dato rischio sanitario inaccettabile a 4,7 milioni di tonnellate/anno di acciaio.
    20 maggio 2021 - Redazione PeaceLink
  • Ecologia
    Ilva, a Taranto pure lo Stato si è liquefatto

    Ma i soldi del recovery Plan non potrebbero risarcire Taranto dandole un futuro pulito?

    Dopo la sentenza di primo grado che ha condannato i Riva per disastro ambientale e disposto la confisca degli impianti, ed ecco emergere un’impressionante continuità di pratiche illegali finalizzate ad ammorbidire l’azione della magistratura.
    11 giugno 2021 - Gad Lerner
  • Ecologia
    Il fervido cattolicesimo dei Riva

    Inquinavano e credevano in Dio

    E' crollato definitivamente il sistema di potere che veniva benedetto e celebrato a Pasqua e Natale in fabbrica, con generose donazioni dai Riva all'ex arcivescovo di Taranto monsignor Benigno Papa.
    11 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)