evento

La Marcia per la sicurezza sul lavoro a Brindisi

22 aprile 2008
ore 18:30 (Durata: 4 ore)

Martedì 22 aprile farà tappa anche a Brindisi la marcia nazionale per la sicurezza sul lavoro promossa da lavoratori di tutta Italia, marcia partita nelle settimane scorse dallo stabilimento Torinese della Thyssen-Krupp. Proprio nei giorni in cui si promulgano nuove leggi sulla sicurezza sui posti di lavoro che cancellano nei fatti le sanzioni penali per i padroni, la città di Brindisi aspetta ancora di sapere da più di un decennio, se ci sarà un processo penale per l´omicidio colposo di qualche decina di operai del petrolchimico morti di cancro, morti di lavoro.

La Marcia vuole riaffermare il principio che quelli contro il lavoro e contro i lavoratori non possono essere reati senza castigo; che, al contrario, in questo caso sì, la certezza della pena verso chi viola i più elementari principi di sicurezza a danno dei suoi dipendenti è un valore irrinunciabile in una Repubblica fondata sul lavoro, ma, prima ancora, un altro fondamentale strumento di prevenzione.

Nei giorni scorsi abbiamo realizzato un appello rivolto soprattutto al mondo del lavoro, con il quale abbiamo dichiarato che le decisioni della Regione Puglia di aumentare medici e tecnici preposti al controllo sui posti di lavoro prese dopo le morti di Molfetta vanno nella direzione giusta, ma sono ancora insufficienti per la situazione brindisina.

I promotori della tappa Brindisina della Marcia Nazionale proporranno nel corso dell´assemblea la costituzione di un comitato che intervenga sui posti di lavoro per migliorarne la situazione attraverso iniziative specifiche. Questa proposta nasce dalla constatazione che in molti posti di lavoro non esistono nemmeno i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, le norme spesso non vengono rispettate, in alcuni casi la sicurezza viene scambiata con piccoli vantaggi economici. L´assemblea ricorderà agli Enti Preposti infine che nonostante le richieste pressanti di tutti questi anni rivolte ad ottenere la realizzazione dei piani di emergenza in caso di incidenti gravi nella zona industriale non abbiamo visto ancora nulla in termini operativi. Di tutto questo e di ogni altro aspetto della sicurezza e della dignità del lavoro ne vogliamo discutere martedì 22 aprile, alle ore 18.30, presso la sala Associarte di Brindisi, in piazzale Stazione (sopra il cinema Universal) insieme con:

Franca Caliolo - Associazione 12 giugno
Bobo Aprile -Confederazione Cobas
Stefano Palmisano - Medicina Democratica
Riccardo Rossi - Rete 28 aprile - CGIL
Comitato "vittime del petrolchimico"

Introduce: Maurizio Portaluri (oncologo)

Alle ore 20.30 seguirà lo spettacolo teatrale "Ballata per una morte bianca", opera della compagnia del Teatro delle Ceneri di Roma.
Si accede solo per invito

Per maggiori informazioni:
info: 329 1184097 - 368 582406
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Sociale
    L’associazione ITA-NICA di Livorno si occupa di cooperazione e di scambi culturali con il Nicaragua

    EquAgenda 2022: "La Terra è di tutti"

    EquAgenda 2022 nasce da una consolidata abitudine a lavorare insieme su progetti di solidarietà, scambi internazionali, inserimenti lavorativi, commercio alternativo e solidale e promozione di una finanza etica, interventi nelle scuole e itinerari didattici
    4 dicembre 2021 - Laura Tussi
  • Pace
    Nel secondo dopoguerra, si rafforza un impegno contro la guerra sempre più rilevante e capillare

    Le donne contro la guerra

    Il fascismo aveva educato le donne a fare i figli per la guerra, invece le donne i figli devono farli per la pace e per un mondo migliore
    4 dicembre 2021 - Laura Tussi
  • Disarmo
    Le Nazioni Unite ospitano colloqui diplomatici a Ginevra dal 2017

    Sui robot killer opposizione degli Stati Uniti all'ONU a un accordo vincolante

    Washington ha rifiutato l'idea di regolamentarne l'uso attraverso uno "strumento giuridicamente vincolante" proponendo invece un "codice di condotta non vincolante". Un certo numero di paesi hanno chiesto il divieto totale di qualsiasi arma che potrebbe usare la forza letale senza una supervisione.
    Redazione PeaceLink
  • Economia
    Quelle parole erano impronunciabili

    L'amministrazione Biden rifiuta la "guerra alla droga"

    Il nuovo approccio dell'amministrazione Biden si concentra sulle cosiddette misure di "riduzione del danno". L'anno scorso, più di 93.000 persone sono morte per overdose negli Stati Uniti, il numero più alto di sempre. Ampia è la diffusione del Fentanil, droga molto più potente dell'eroina.
    8 novembre 2021 - Dan Vegano
  • Ecologia
    I contadini indiani non accettano alcun tipo di compromesso né proposta di indennizzo

    La formica contro l’elefante

    Una comunità rurale della costa indiana difende la propria foresta da un gigante dell’acciaio. La stampa locale prova a richiamare l’attenzione della comunità internazionale e noi di PeaceLink accogliamo volentieri la richiesta, supportando questa collettività di attivisti, pescatori e agricoltori.
    29 novembre 2021 - Cinzia Marzo
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)