presentazione

Presentazione della Guida 2008 sui servizi e le associazioni per i malati oncologici nel Lazio

3 dicembre 2008
ore 16:00

I Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio CESV e SPES invitano alla presentazione di “Accoglienza e Sostegno. L’impegno del volontariato per i malati oncologici nel Lazio”, mercoledì 3 dicembre 2008 dalle ore 16.00 presso la Sala Tevere della Regione Lazio in Via Cristoforo Colombo 212 a Roma.

Il volume, curato dalla Rete Oncologia di CESV e SPES – Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio e pubblicato nel settembre 2008, raccoglie tutte le informazioni utili sulle associazioni di volontariato, ma anche su altre organizzazioni del terzo settore, che sostengono i malati oncologici. La consultazione è facilitata dagli indici tematici e dalla suddivisione in aree geografiche. L’appendice contiene l’elenco delle iniziative formative organizzate dalle associazioni per i volontari e per gli operatori professionali. Una guida, dunque, utile non solo a chi ha bisogno di assistenza o sostegno, ma anche per tutti coloro che sono quotidianamente impegnati in favore dei malati oncologici e delle loro famiglie.

Intervengono:
Letizia Lombardi, Rete Oncologia – SPES, “Presentazione dei dati emersi dalla ricerca”.
Prof. Francesco Cognetti, Istituto Nazionale dei Tumori Regina Elena, “La rete oncologica regionale, una nuova organizzazione, l’integrazione con il volontariato e con gli altri soggetti del privato sociale”.
Santina Proietti, Associazione ALCLI “Giorgio e Silvia”, “L’integrazione fra volontariato e struttura sanitaria pubblica nei processi di cambiamento: una esperienza”.
Giovanna Natalucci, A.O. San Camillo Forlanini, “La rete della Solidarietà dell’Azienda Ospedaliera S. Camillo Forlanini”.
Paolo Cespa, Associazione KIM Onlus, “La rete di accoglienza dei bambini stranieri malati e delle loro famiglie”.
Conclude Renzo Razzano, Presidente di SPES.

Sono stati invitati: il Presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo, l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio Esterino Montino, l’Assessore alle Politiche Sociali della Regione Lazio Anna Salome Coppotelli.

Per ulteriori informazioni:
Rete Oncologia
Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio CESV - SPES
tel. 06.44702178 Numero verde 800.633563
e-mail reteoncologica@volontariato.lazio.it
web www.volontariato.lazio.it

Per maggiori informazioni:
Rete Oncologia
06.44702178
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1925: Accordo internazionale per mettere al bando i gas velenosi

Dal sito

  • Taranto Sociale
    Lettera al Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani

    Richiesta di fermo batteria 12 cokeria ILVA per mancata messa a norma

    E' stato autorizzato uno scenario emissivo (6 milioni di tonnellate annue di acciaio) a cui corrisponde un rischio cancerogeno inaccettabile. Tutto ciò è acclarato dalla nuova VDS (Valutazione Danno Sanitario) sarà segnalato alla Procura della Repubblica
    15 giugno 2021 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Laboratorio di scrittura
    Occorre appoggiare questa inchiesta e farne una bandiera di onestà e di trasparenza

    Dai veleni dell'Ilva al puzzo dell'inchiesta di Potenza

    Che l'Ilva inquinasse lo si sapeva. Ma qui si arriva a un livello di manipolazione delle istituzioni inusitato. Un sistema di potere occulto - con manovre bipartisan - ha tentato di fermare a Taranto l'intransigenza della magistratura prima dall'esterno e poi dall'interno.
    15 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
  • Ecologia
    Produzione ILVA a Taranto

    Anche 6 milioni di tonnellate di acciaio sono troppe

    E adesso come faranno ad autorizzare 8 milioni di tonnellate/anno se già 6 mettono a rischio la salute della popolazione? Arpa Puglia, Aress e Asl fanno i calcoli ed emerge ciò che era ovvio. La VIIAS del 2019 aveva dato rischio sanitario inaccettabile a 4,7 milioni di tonnellate/anno di acciaio.
    20 maggio 2021 - Redazione PeaceLink
  • Ecologia
    Ilva, a Taranto pure lo Stato si è liquefatto

    Ma i soldi del recovery Plan non potrebbero risarcire Taranto dandole un futuro pulito?

    Dopo la sentenza di primo grado che ha condannato i Riva per disastro ambientale e disposto la confisca degli impianti, ed ecco emergere un’impressionante continuità di pratiche illegali finalizzate ad ammorbidire l’azione della magistratura.
    11 giugno 2021 - Gad Lerner
  • Ecologia
    Il fervido cattolicesimo dei Riva

    Inquinavano e credevano in Dio

    E' crollato definitivamente il sistema di potere che veniva benedetto e celebrato a Pasqua e Natale in fabbrica, con generose donazioni dai Riva all'ex arcivescovo di Taranto monsignor Benigno Papa.
    11 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)