conferenza

PER UN MONDO PIU EQUO E SOSTENIBILE

14 aprile 2004
ore 21:00 (Durata: 2 ore)

LAVORARE PER UN MONDO PIU EQUO E SOLIDALE
globalizzazione - sviluppo sostenibile - stili di vita


ne parliamo con un operatore che da anni si impegna su questi temi

ALBERTO ZORATTI
biologo - responsabile politico della cooperativa ROBA - centrale d'importazione del commercio equo


Di fronte alla globalizzazione la risposta non è chiudersi in un localismo sterile o battersi per bloccare l’inarrestabile, ma entrare a pieno titolo in un fenomeno sempre più senza regole e disumanizzante riportando al centro diritti e bisogni. In poche parole: l’uomo.

Davanti ad un gioco così escludente ed alienante il trucco non è lasciare il banco, ma rilanciare in alto, costruendo alternative reali e concrete e nello stesso tempo lavorando per porre regole (laddove manchino) o per modificarle (laddove siano ingiuste).

L’equo uscirà definitivamente dalla nicchia in cui è cresciuto nel momento in cui saprà dosare adeguatamente stabilità commerciale con coerenza politica, la forza di essere attore economico credibile con la capacità di cambiare le regole: vendere prodotti in Bottega rischia di essere un atto pre-politico se non è seguito da una chiara messa in discussione degli stili di vita e del sistema economico attuale, con il rischio di rimanere nicchia etica per anime pie, che pur costruendo un’alternativa di vendita rimane assolutamente funzionale e compatibile al pensiero unico.

Perché essere alternativi non basta, è necessario, oggi come oggi, ri-costruire vere e proprie comunità di resistenza sociale, laboratori politici dove le persone possano non solo formarsi, ma anche agire concretamente ed informare. Costruire spazi dove si rivaluti il concetto stesso di cittadinanza, che non può e non deve più essere sinonimo solamente di “scelta di consumo”, ma di vera e propria “scelta di valori”.


SE PUOI SEI INVITATO

organizza

centro khorakhane' - attac lecco - rete lilliput - punto rosso- gruppo ambiente e partecipazioen oggiono - mir sada progetto per la pace - lila cidius - emergency - italia nicaragua

Per maggiori informazioni:
paolo trezzi - centro Khorakhane'
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    Quattro giorni di cinema al femminile a Taranto

    Mostra del Cinema di Taranto dal tema «Lo sguardo della tigre»

    Storie di donne, testimonianze di vita di registe e attrici che da Afghanistan, Iran, Palestina e Marocco si danno appuntamento a Taranto.
    23 giugno 2022 - Fulvia Gravame
  • Pace
    I dati del sondaggio europeo ECFR dà i pacifisti in minoranza fra i Grünen

    I Verdi tedeschi e il pacifismo

    La maggiore percentuale di pacifisti in Germania non è fra i Verdi ma fra i socialdemocratici dell'SPD. Intanto il giornale Der Spiegel ironizza sui leader verdi tedeschi ribattezzandoli "verdi oliva" e raffigurandoli con tute militari verdi, elmetto e bazooka
    23 giugno 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti
    Oggi alla Camera dei Deputati

    Cosa rispondere a Draghi che dice: "L'Ucraina si deve difendere"

    Una difesa è tale quando riduce le sofferenze, i morti, i feriti, non quando li aumenta, ed è quello che sta avvenendo. Biden ha detto che occorre vincere e battere la Russia (cosa che si sta rivelando irreale); prima tutti dicevano "no all'escalation" ma poi è arrivato l'ordine: "Vincere".
    22 giugno 2022 - Alessandro Marescotti
  • Migranti
    Peacelink Common Library

    Siamo una società di pace? La criminalizzazione della solidarietà

    Mi sono avvicinata allo studio delle migrazioni, alla complessità delle storie che ogni rifugiato, richiedente asilo o migrante porta con sé. Perché le stragi delle frontiere marittime e terrestri sono catastrofi umanitarie. Qual è la nostra responsabilità? Qual è oggi il ruolo della società civile?
    21 giugno 2022 - Carmen Zaira Torretta
  • Sociale
    Uno studio sulla produzione di cacao

    Cacao amaro: lo sfruttamento minorile nella produzione di cioccolato

    Un nuovo studio dimostra i livelli dello sfruttamento minorile in Africa per la produzione di cacao. Solo in Costa d'Avorio e Ghana sono 1,5 milioni i bambini sfruttati
    25 ottobre 2020 - Katrin Gänsler
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)