convegno

Nicaragua: noi donne le invisibili

7 marzo 2009
ore 16:19

Sabato 7 marzo alle ore 16,30 presso la Sala Conferenze della Provincia di Viterbo in via Saffi, 49, in occasione della Giornata Internazionale della Donna (8 marzo), avrà luogo la presentazione del libro “Nicaragua: noi donne, le invisibili” a cura dell’Associazione Amicizia Solidarietà Italia-Nicaragua.

Il volume, pubblicato dalla Casa Editrice Davide Ghaleb, è stato realizzato grazie al contributo della Provincia di Viterbo, Assessorato alla Pace, alla Cooperazione Internazionale e alla Solidarietà (Giuseppe Picchiarelli).

La pubblicazione, voluta e curata dall’Associazione Italia- Nicaragua, ha posto l’attenzione sul mondo femminile nicaraguense, per la sua storia interna e per il ruolo svolto dalle donne durante la rivoluzione sandinista. Si snoda attraverso sette capitoli con interviste, interventi e testimonianze lungo le problematiche specifiche del Nicaragua che appartengono però al tutto il Sud del mondo: dal Brasile, alla Bolivia, al Venezuela, dalle campagne ai barrios, narrando dell'unica “rivoluzione vincente” cioè quella femminista, che nonostante il tentativo di soffocamento da parte dello strapotere delle multinazionali e l’arroganza padronale e delle gerarchie ecclesiastiche di quelle terre, ha continuato il suo cammino in difesa dei diritti delle donne e della libertà femminile.
Il dramma dell’aborto, la violenza sulle donne, il mondo del lavoro femminile, il problema dell’acqua e la discriminazione delle donne saranno i temi che verranno affrontati anche attraverso una perlustrazione letteraria con poesie e racconti di importanti autrici nicaraguensi.
Il libro contiene interventi di Gianni Beretta, Sara Tagliacozzo e la prefazione di Nora Habed, psicologa nicaraguense che dal 1980 al 1990 ha ricoperto l’incarico di Console e Primo Segretario dell’Ambasciata del Nicaragua presso la Santa Sede.
Contiene inoltre una presentazione di Geraldina Colotti, giornalista del quotidiano “Il Manifesto”e curatrice dell’edizione italiana di “Le Monde Diplomatique”.

Il ricavato delle vendite è destinato a sostenere i progetti dell’Associazione Italia- Nicaragua con il popolo e le donne del Nicaragua, per cui è acquistabile attraverso l’Associazione Italia Nicaragua, via Petrella n° 18 – 01017 Tuscania (VT) o presso la Casa Editrice Davide Ghaleb, on line, su questo link: -------ACQUISTA IL LIBRO (www.ghaleb.it)

Per maggiori informazioni:
Associazione Italia-Nicaragua
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Dal sito

  • MediaWatch
    Cosa possiamo fare per lui

    David McBride, un nuovo caso Assange

    In questa pagina web puoi leggere la storia di questo coraggioso avvocato militare australiano che ha denunciato i crimini di guerra in Afghanistan. E' stato condannato per aver obbedito alla sua coscienza e rivelato la verità.
    22 maggio 2024 - Alessandro Marescotti
  • Editoriale
    L'arresto richiesto dal presidente della Corte Penale Internazionale del premier Netanyahu

    Quando cade un tabù: una democrazia può commettere crimini di guerra?

    La reazione indignata del primo ministro israeliano Netanyahu, che ha respinto con veemenza il paragone tra lo "Stato democratico di Israele" e Hamas, tocca la diffusa convinzione che una nazione considerata "democratica" sia immune dall'accusa di crimini contro l'umanità. Il caso di David McBride
    22 maggio 2024 - Alessandro Marescotti
  • MediaWatch
    PeaceLink sostiene la campagna per la liberazione del fondatore di Wikileaks

    "Una rara buona notizia per Julian Assange"

    Amnesty International valuta positivamente la decisione dell’Alta corte di Londra di garantire a Julian Assange la possibilità di appellarsi contro l’estradizione negli Usa. Wikileaks ha rivelato i crimini di guerra Usa e il movimento pacifista deve oggi sostenere la causa di Assange.
    21 maggio 2024 - Redazione PeaceLink
  • Pace
    Contro il militarismo e per la pace

    Manifesto per la diserzione civile

    La diserzione civile comincia con l’impegno a smentire la propaganda e a far circolare informazione veritiera. Contrastare i piani di riarmo vuol dire pretendere il finanziamento della spesa sociale per la sanità, la scuola, l’ambiente sottraendo fondi alla militarizzazione.
    20 maggio 2024
  • Disarmo
    Idiozia e disinformazione? O solo idiozia? Giudicate voi.

    Idiozia o disinformazione?

    Dal senatore USA Lindsey Graham, importante membro del Partito Repubblicano, una ricetta semplice ed efficace per risolvere la guerra tra Israele e Gaza...
    19 maggio 2024 - Roberto Del Bianco
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.7.15 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)