corso

Marcondirondera Un mondo diverso è in costruzione: chi ha paura del cambiamento? Insicurezza e solidarietà

7 maggio 2004

Il Gruppo Tenda per la Pace di Monfalcone,
in collaborazione con
Beati i Costruttori di Pace,
Libera - associazioni, nomi e numeri contro le mafie,
Comune di Monfalcone,

presenta

MARCONDIRONDERA
Un mondo diverso è in costruzione:
chi ha paura del cambiamento?
Insicurezza e solidarietà

Corso di formazione
per operatori di Pace

Villesse
7-9 maggio 2004

Il corso è rivolto ad insegnanti, educatori, operatori ed esponenti del mondo dell'associazionismo interessati al tema. Vuole rispondere all'esigenza espressa da più parti di avviare percorsi di aggiornamento e di formazione permanente per chi opera sul tema della pace negli istituti scolastici, in associazioni, amministrazioni e altre forme di aggregazione.

E` stata scelta la forma del seminario residenziale, concentrando la partecipazione in circa 48 ore (dal venerdì sera alla domenica pomeriggio) piuttosto che organizzare una lista di incontri singoli, perché questa modalità consente di creare un clima fra i partecipanti che permetterà sia di coinvolgersi attivamente in tutte le sollecitazioni che verranno proposte, sia di instaurare rapporti da far fruttare in futuro nell'ottica del lavoro in rete.

Per questo motivo sarà data priorità ai partecipanti provenienti dalla Provincia di Gorizia, in cui operiamo.

Il corso si struttura in due parti: la prima dedicata ai contenuti, la seconda alla progettualità, perché vorremmo gettare le basi per progetti di educazione alla pace da realizzare nel territorio nel periodo 2004-2005, mettendo -appunto- in rete tutti quelli che parteciperanno e si renderanno disponibili a collaborare. Solo per motivi logistici il corso sarà a numero chiuso (max 25 partecipanti).

ISCRIZIONI:
Per iscriversi è possibile contattare l'organizzazione
tramite e-mail o telefonicamente ai seguenti recapiti
pigi.monaco@lillinet.org
genni.fabrizio@libero.it
altran@interfree.it
349 7499526

SCADENZA:
entro 27 Aprile

QUOTA DI PARTECIPAZIONE:
30 euro, da versare all'arrivo. Comprende vitto, alloggio, uso delle
strutture per la durata dell'intero corso. Il pernottamento è previsto
presso una grande sala comune, per cui ogni partecipante dovrà essere
attrezzato con branda o materassino e saccoapelo . Per chi avesse
esigenze particolari è possibile pernottare presso pensioni locali a
prezzo convenzionato (in parte extra-quota di partecipazione)

Per maggiori informazioni:
Genni Fabrizio
349 7499526
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Latina

    Crisi climatica e il rischio di difendere i beni comuni

    Rapporto di Global Witness evidenzia drammatico aumento degli attacchi mortali
    19 settembre 2021 - Giorgio Trucchi
  • Disarmo
    Il Pentagono finalmente ammette l’«orribile errore»

    Il drone americano a Kabul ha fatto una strage di civili

    Un missile americano il 29 agosto ha ucciso 10 persone innocenti. Zamarai Ahmadi, obiettivo del drone, lavorava per una organizzazione umanitaria Usa. Non trasportava esplosivo, ma «taniche d’acqua per la sua famiglia». Il generale Mark Milley aveva inizialmente definito l’attacco «giusto».
    19 settembre 2021 - Marina Catucci
  • PeaceLink
    L’obiezione di coscienza di Daniel Hale

    Italiani per Hale

    L’ex analista dell'intelligence Usa è in carcere perché ha svelato i danni collaterali dei droni. Ha detto: "Abbiamo ucciso persone che non c’entravano nulla con l’11 settembre". Alex Zanotelli aderisce a questa campagna e dice: “Daniel Hale è un eroe del nostro tempo, è un dovere sostenerlo".
    18 settembre 2021 - Redazione PeaceLink
  • Sociale
    Sul programma televisivo Forum

    Basta! Anche io ora dico la mia

    Violenze maschili contro le donne, patriarcato, femminicidi anche in vita: la testimonianza di Ilaria Di Roberto – scrittrice, artista, attivista femminista radicale, vittima di violenza e cyber bullismo – dopo le parole di Barbara Palombelli.
    19 settembre 2021 - Alessio Di Florio
  • Editoriale
    Questo video mostra l’uccisione spietata di un civile disarmato afghano

    Perché la maggioranza degli afghani ha preferito i Talebani agli occidentali?

    Il noto programma TV australiano “Four Corners”, simile a “Report” e “Presa Diretta” in Italia, ha ritrasmesso il video di un soldato australiano mentre uccide un civile afghano a sangue freddo. Si riaccende la polemica intorno alle “forze speciali” e a come vengono addestrate.
    13 settembre 2021 - Patrick Boylan
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)