convegno

Toscana comunità aperta e solidale

7 aprile 2009

Programma

1a Sessione: Iniziative e progetti (ore 9,30-13,30)

1a parte - Coordina Xhevahir Luzi, Vice-presidente del Consiglio degli Stranieri di Calenzano
Ore 9,30 – Relazione introduttiva di Giuseppe Carovani, Responsabile della
Consulta Immigrazione - Un impegno per l’inclusione e per la convivenza
che va rafforzato e sviluppato
Ore 9,50 – Comunicazione di Papa Demba, Coordinamento dei Consigli degli
Stranieri e delle Consulte della Toscana - Un’esperienza di partecipazione
in direzione di un diritto negato: il diritto di voto
Ore 10,05 – Comunicazione di Giovanni Lattarulo, Dirigente della Regione Toscana
A che punto è il progetto ReSISTo
Ore 10,20 – Comunicazione di Giuseppe Faso, Agenzia Interculturale
dell’Empolese-Valdelsa - Usi del linguaggio e livelli di informazione che
alimentano l’intolleranza
Ore 10,35 – Comunicazione di Moreno Biagioni, Consulente dell’ANCI Toscana
Come sviluppare i Percorsi di cittadinanza
Ore 10,45 – Pausa caffè

2a parte - Coordina Assane Kebe, del Consiglio degli Stranieri del Comune di Firenze
Ore 11 – Dibattito, con interventi di amministratori, esponenti dell’associazionismo, del sindacato, delle realtà autorganizzate dei migranti
Interventi programmati:

Luigi Andreini, Coordinamento Nazionale delle Comunità di Accoglienza della Toscana
Alessandro Martini, Caritas
Simone Consani, ANOLF/CISL
Franca Cecchini, CGIL regionale
Adelina Lacaj, Associazione Nosotras
Roger Sessou, FAT (Federazione Africani in Toscana
Rossella Pappalardo, Sindaco di Uzzano)
Andrea Frattani, Assessore del Comune di Prato
Manola Guazzini, Assessora della Provincia di Pisa, o Massimo Marianetti, Nord-Sud

Ore 12,30 – Interventi conclusivi della 1a Sessione:
Adriano Chini, Sindaco di Campi Bisenzio,
Luca Pacini, Commissione Immigrazione ANCI Nazionale
Gianni Salvadori, Assessore regionale alle Politiche Sociali

Ore 13,15 – Luca Menesini, Assessore del Comune di Capannoni -
Presentazione delle indicazioni in materia di immigrazione per gli
Amministratori che verranno eletti a giugno

Ore 13,30 – Buffet

2a sessione: I migranti dopo il pacchetto sicurezza (ore 14,30 – 17)

Coordina Marie Fall, del Consiglio degli Stranieri della Provincia di Firenze
Ore 14,30 – Introduce Emilio Santoro, L’altro Diritto
Ore 14,50 – Comunicazione di Mercedes Frias o Fahria Aidid, Punto di Partenza
Ore 15,05 – Comunicazione di Sara Denevi o Paolo Sarti, Medici per i Diritti Umani
Ore 15,20 – Comunicazione di Sandro Margara, Presidente della Fondazione Michelucci, o
Nicola Solimano, Fondazione Michelucci

Ore 15,35 – Dibattito, con interventi di amministratori, esponenti dell’associazionismo, del sindacato, delle realtà autorganizzate dei migranti

Interventi programmati:
una/un rappresentante del COSPE
una/un rappresentante della realtà dei migranti empolese o livornese
Sergio Bontempelli, Africa Insieme
Piero Colacicchi, di OsservAzione, o Demir Mustafà, Amalipè Romanò
Lucia De Siervo, Assessora del Comune di Firenze
Vincenzo Striano, Presidente regionale dell’ARC

Ore 16,40 – Interventi conclusivi della 2a Sessione:
Alfio Baldi, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Livorno
Aldo Morelli, Vice-presidente dell’ANCI Toscana
Ore 17 – Pausa caffè

Ore 17,15 – Proiezione del film “Come un uomo sulla terra” di Riccardo Biadene, Andrea Segre,
Dagmawi Yimer (in collaborazione con l’Associazione “El Mastaba”)

Per maggiori informazioni:
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
  • Ecologia
    Health Impact Assessment of the steel plant activities in Taranto as requested by Apulia Region

    Studio OMS sull'impatto dell'ILVA di Taranto sulla salute

    Lo studio è stato richiesto dalla Regione Puglia ed è del giugno 2021, ed è uno studio predittivo. Nelle conclusioni si legge: "Le stime della presente relazione sono pienamente in linea con le precedenti valutazioni, effettuate da autorità regionali e altri ricercatori".
    12 gennaio 2022
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)