manifestazione

"MARCIA per la PACE" in memoria 10 anniversario attentato Torri gemelle

11 settembre 2011

In Occasione del decennale dell’ Attentato alle Torri GEMELLE (USA), Il GIORNO 11 SETTEMBRE 2011 si organizzerà una grande manifestazione e FESTA per la Pace che prevede il seguente programma: " MARCIA per la PACE, piantumazione dell' ALBERO della PACE, accensione della FIACCOLA della PACE, Jam SESSION (Musicale) per la PACE.

-MARCIA per la PACE con inizio ore 19:00 (saranno presenti ...le autorità, i cittadini e rappresentanti di Associazioni,). L’Ass. A.C.S.C. IPPOVIE Matese alla guida dei cavalli, con i vessilli della PACE scorterà i partecipanti alla Marcia.
Informazioni per la Marcia. Ritrovo ore 19:00 e partenza incrocio davanti la cappellina nei pressi del benzinaio(strada centrale). Arrivo presso la villetta Comunale, intorno alle ore 20:00 cui seguirà la:

-Piantumazione dell’ “ALBERO della PACE” nella Villetta COMUNALE. SARA’ piantato il “primo Albero della Pace nel Parco del MATESE” . L’Albero sarà piantato in memoria di quest’ evento di Pace e dei caduti di tutte le guerre, delle stragi e del terrorismo nel mondo. L’ Albero della Pace deve ricordare a ciascuno di noi l’impegno per la causa di Pace da perseguire ogni giorno mediante relazioni ed atteggiamenti di Pace e di riconciliazione con il mondo intorno a noi. Dopo la piantumazione e benedizione dell’Albero da parte del parroco don Mario REGA, ci sarà il saluto e un breve intervento delle Istituzioni presenti.

- Seguirà un momento di Animazione con i Bambini: Giochi e disegni sulla Pace a cura del Forum Giovani, SEL e Associazioni (vedi in coda) che hanno aderito all’evento di Pace.

- Seguirà l’ Accensione della “FIACCOLA della PACE”. L’atleta Antonio Alfano che nelle settimane scorse ha scalato i Monti del Matese issando la “Bandiera della PACE” sulla cima più alta di Monte MILETTO, porterà e accenderà presso la Villetta comunale accanto all’ “Albero della PACE” la “Fiaccola della PACE”. L’atleta sarà accompagnato dall’Ass. sportiva Avan MTB.

L’accensione della Fiaccola della Pace aprirà la serata finale all’insegna della musica:

“JAM SESSION per la PACE” con la partecipazione di artisti del Matese e della provincia di Caserta. Durante la serata saranno proiettate immagini e video sull’11 settembre, sulle guerre nel mondo sui Testimoni di Pace e di Giustizia del nostro tempo. Le musiche saranno intervallate da brevi letture, pensieri e riflessioni sul tema della Pace.

Il borgo Matesino di S. Angelo D’Alife, gemellato con la città de l’AQUILA, già città per la Pace, nella cui sede dimorano i sacri resti del papa S. Celestino V, nativo della terra “rupecanino-santangiolese”, ospiterà un’ evento senza precedenti. Oltre al 10° anniversario dell’attentato alle torri gemelle, quest’anno i riflettori nazionali saranno tutti proiettati sulle seguenti date storiche: 50° Anniversario della prima “Marcia per la Pace e la Fratellanza fra i popoli Perugia – ASSISI”; 50* Anniversario della nascita del “Movimento Italiano NONVIOLENTO” fondato da Aldo Capitini; 150° dell’Unità d’Italia; Anno internazionale delle Foreste; Anno internazionale del Volontariato. Pertanto, con la presente si INVITA la CITTADINANZA tutta a PARTECIPARE a questo GRANDE EVENTO di PACE senza precedenti nella zona del MATESE.

La Manifestazione é patrocinata dal: COMUNE di S. ANGELO d’ALIFE, dalla COMUNITA’ MONTANA del MATESE, dall’ Ente Parco del MATESE, ed é promossa dal “Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del CREATO-III Millennio” della provincia. Hanno aderito e lavorato attivamente per la buona riuscita della Manifestazione le seguenti associazioni: FORUM GIOVANI S. Angelo di Alife; Azione Cattolica S. Angelo d'Alife; Ass culturale sportiva A.V.A.N. MTB; CTA(Centro Turistico Acli) S. Angelo d'Alife; SEL ( S. Angelo d'Alife); Ass. A.C.S.C. (Ippovie, i cavalieri del Matese).

Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1984: A Torino muore Domenico Sereno Regis, presidente del MIR italiano e attivissimo militante nonviolento

Dal sito

  • Conflitti
    Un forum per promuovere un appello contro la guerra

    Il conflitto in Ucraina e il ruolo del movimento per la pace

    In questa pagina web riportiamo le voci di tutti coloro che stanno partecipando ai webinar di PeaceLink con lo scopo di definire una piattaforma comune di obiettivi finalizzati a evitare una degenerazione dell'aspro confronto in atto fra la Russia e la Nato
    22 gennaio 2022 - Redazione PeaceLink
  • Taranto Sociale
    Lo conferma lo studio dell'OMS

    Le emissioni dello stabilimento ILVA continuano ad essere incompatibili con la salute pubblica

    Da ora in poi, con i dati OMS che vanno a confermare le precedenti Valutazioni Danno Sanitario, non si può più considerare normale una situazione anomala. Questo rapporto dell'OMS a nostro parere costituisce notizia di reato.
    22 gennaio 2022 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)