dibattito

CSDC - MEETING DI COORDINAMENTO 2011-2012

12 novembre 2011
ore 10:00

Sabato 12 novembre 2011 il CSDC organizza un incontro di coordinamento durante il quale fare il punto sulle attività e i progetti del CSDC, elaborare in maniera condivisa e partecipata il programma per il 2012 e sviluppare nuove idee progettuali aprendo alle idee e alle proposte provenienti da soci e sostenitori.

Attualmente il CSDC sta rinforzando la sua attività di lobby e advocacy tramite una maggiore presenza all’interno di tavoli di lavoro internazionale, ha da poco lanciato “Lavorare in Pace” il primo servizio di peace placement in Italia e sta per impegnarsi in un nuovo progetto sul campo in Moldavia. Parallelamente, continua l’intensa attività di ricerca attraverso la cura di nuove pubblicazioni e si rafforza il legame con Nonviolent Peaceforce grazie all’annuale campagna di supporto. Infine, le preziose collaborazioni con Università, centri di ricerca e organizzazioni internazionali stanno creando numerose opportunità di formazione specialistica di alto livello.

A questo punto del percorso, crediamo sia di vitale importanza raccogliere le energie, le idee e gli interessi di ciascuno e metterle a sistema, dando vita a nuove e stimolanti opportunità di crescita.

L’incontro è aperto a tutti coloro che condividono con noi la passione e l’impegno per la costruzione di un pace positiva attraverso metodi nonviolenti. Sarà un’occasione per conoscere meglio le attività del CSDC e prenderne parte in modo diretto, organizzando insieme i prossimi passi: progetti internazionali, campagne di sensibilizzazione, corsi di formazione, studi e tavoli di lavoro internazionali.

E' un periodo di rinnovamento in cui il contributo di ognuno può essere molto importante!

L’incontro si terrà a Roma, presso la Città dell’Altra Economia dalle ore 10 alle ore 17.00, con una pausa alle ore 13 durante la quale avremo modo di pranzare assieme e condividere in maniera informale idee e progetti.

Per ulteriori informazioni e per confermare la vostra presenza scrivete a: roma@pacedifesa.org
È possibile anche partecipare anche ad una sola sessione (mattina o pomeriggio indicando l’eventuale interesse a temi o aspetti particolari).

Per maggiori informazioni:
Graziano Tullio (CSDC – coordinamento campagna italiana a sostegno di Nonviolent Peaceforce)
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Storia della Pace
    Installati nel 1960, furono smantellati dopo la Crisi di Cuba

    Le basi dei missili nucleari Jupiter in Puglia e Basilicata

    Le basi erano 10, di forma triangolare, con tre missili ognuna. Nell'ottobre del 1961 furono colpite quattro testate nucleari da fulmini, e in due casi venne attivato il processo fisico-chimico preliminare all'esplosione (che non avvenne). Un museo della pace e della memoria è oggi possibile
    Alessandro Marescotti
  • Disarmo
    Dal territorio del nostro Paese siano eliminate tutte le armi nucleari

    L’Italia ratifichi il Trattato sulla Proibizione delle Armi Nucleari

    La presenza di tali ordigni sul territorio italiano è in contrasto anche con il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari, al quale l’Italia ha aderito nel 1975 impegnandosi a «non ricevere da chicchessia armi nucleari né il controllo su taliarmi, direttamente o indirettamente».
    16 gennaio 2021
  • Storia della Pace
    La storia della pace, dalla secolare opposizione alla guerra al recente pacifismo

    Che cosa è la Peace History

    Per Peace History si intende lo studio delle cause più profonde della guerra nonché dei mezzi per contrastarla e per gestire risoluzioni non violente dei conflitti. In questa pagina web vi sono alcuni riferimenti per la Peace History e link utili per tracciare una storia della pace
    16 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Pace
    Entrambe includono tematiche comuni nella propria area di competenza e hanno punto di contatto

    Educazione civica ed educazione alla pace: un confronto

    L'evoluzione dell’educazione civica ha portato a un sempre maggiore avvicinamento della stessa all’educazione alla pace, fino ad una sovrapposizione di competenze, che oggi può in certi contesti rendere difficile distinguere le due discipline.
    10 gennaio 2021 - Manuela Fabbro
  • Storia della Pace
    L'opposizione alla guerra è nata con la guerra stessa

    Le radici storiche del pacifismo

    Il movimento pacifista può diventare un soggetto storico consapevole dei propri compiti solo se ha la consapevolezza della sua storia. La storia della pace studia l'impegno positivo di chi si è opposto alla guerra. Ma è anche analisi strutturale delle cause dei conflitti armati.
    15 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti, Daniele Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)