corso

Alle radici della violenza. Violenza e nonviolenza nella vita quotidiana

25 ottobre 2003
ore 15:00

COORDINAMENTO PER LA PACE di MANTOVA - o.n.l.u.s.
in collaborazione con
Provincia di Mantova - Assessorato alle Politiche Sociali Giovanili e
dell'Immigrazione
Insegnanti per la pace

MANTOVA: PROGETTO FORMAZIONE 2003-2004
Alle radici della violenza.
Violenza e nonviolenza nella vita quotidiana
La violenza e la guerra, sua massima espressione, hanno origine e radici
nella cultura e nei comportamenti. Accade così che, anche nel nostro
quotidiano, subiamo e riproduciamo violenza. Rendere esplicite queste
strutture culturali profonde, queste dinamiche e questi comportamenti è il
primo passo per poter attivare una trasformazione personale e sociale, che
non nega il conflitto, ma si impegna a gestirlo in modo costruttivo e
nonviolento.

Programma:
25-26 ottobre 2003
Tiziana Bortuzzo (Teatro dell'Oppresso)
Mettere in gioco il sé: gestione creativa e nonviolenta del conflitto
sabato: ore 15.00-19.00
domenica: ore 9.00-13.00 / 15.00-19.00
Centro Educazione Interculturale - Piazza Sordello, 43 - Mantova
(E 25)

15 novembre 2003
Marianella Sclavi
L'ascolto attivo: imparare ad ascoltare e ad ascoltarsi
sabato: ore 14.30 - 18.30
Centro Bruno Cavalletto - via Tezze, 6/a - Mantova (E 10)

29-30 novembre 2003 (data da confermare)
Maria G. Di Rienzo
Il linguaggio come strumento di violenza e come possibilità di cambiamento
sabato: ore 15.00-18.00
domenica: ore 9.00-13.00
Centro Bruno Cavalletto - via Tezze, 6/a - Mantova (E 15)

17-18 gennaio 2004
Pat Patfoort
Io voglio tu non vuoi: la gestione nonviolenta dei conflitti
(corso di II° livello)
sabato: ore 15.00-19.00
domenica: ore 9.00-13.00 / 15.00-19.00
Centro Educazione Interculturale - Piazza Sordello, 43 - Mantova
(E 25)

Il seminario con Pat Patfoort è di II° livello, cioè riservato a persone
che già conoscono la sua teoria sul conflitto interpersonale, per aver
letto suoi libri o partecipato a suoi seminari. Per chi non la conoscesse,
sabato 6 dicembre 2003 (ore 15 - 18) organizziamo presso il Centro Bruno
Cavalletto di via Tezze - Mantova una lezione introduttiva sul suo metodo
(gratuita).

Per chi si iscrive al ciclo completo la quota di iscrizione, scontata, è di
E 65
Il corso è a numero chiuso (max 25 persone): è indispensabile la prenotazione

Per maggiori informazioni:
mantovani
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Taranto Sociale
    Lettera al Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani

    Richiesta di fermo batteria 12 cokeria ILVA per mancata messa a norma

    E' stato autorizzato uno scenario emissivo (6 milioni di tonnellate annue di acciaio) a cui corrisponde un rischio cancerogeno inaccettabile. Tutto ciò è acclarato dalla nuova VDS (Valutazione Danno Sanitario) sarà segnalato alla Procura della Repubblica
    15 giugno 2021 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Laboratorio di scrittura
    Occorre appoggiare questa inchiesta e farne una bandiera di onestà e di trasparenza

    Dai veleni dell'Ilva al puzzo dell'inchiesta di Potenza

    Che l'Ilva inquinasse lo si sapeva. Ma qui si arriva a un livello di manipolazione delle istituzioni inusitato. Un sistema di potere occulto - con manovre bipartisan - ha tentato di fermare a Taranto l'intransigenza della magistratura prima dall'esterno e poi dall'interno.
    15 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
  • Ecologia
    Produzione ILVA a Taranto

    Anche 6 milioni di tonnellate di acciaio sono troppe

    E adesso come faranno ad autorizzare 8 milioni di tonnellate/anno se già 6 mettono a rischio la salute della popolazione? Arpa Puglia, Aress e Asl fanno i calcoli ed emerge ciò che era ovvio. La VIIAS del 2019 aveva dato rischio sanitario inaccettabile a 4,7 milioni di tonnellate/anno di acciaio.
    20 maggio 2021 - Redazione PeaceLink
  • Ecologia
    Ilva, a Taranto pure lo Stato si è liquefatto

    Ma i soldi del recovery Plan non potrebbero risarcire Taranto dandole un futuro pulito?

    Dopo la sentenza di primo grado che ha condannato i Riva per disastro ambientale e disposto la confisca degli impianti, ed ecco emergere un’impressionante continuità di pratiche illegali finalizzate ad ammorbidire l’azione della magistratura.
    11 giugno 2021 - Gad Lerner
  • Ecologia
    Il fervido cattolicesimo dei Riva

    Inquinavano e credevano in Dio

    E' crollato definitivamente il sistema di potere che veniva benedetto e celebrato a Pasqua e Natale in fabbrica, con generose donazioni dai Riva all'ex arcivescovo di Taranto monsignor Benigno Papa.
    11 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)