rassegna cinematografica

L’insostenibilità socio-ambientale della ‘shining’ India. Il cinema come strumento di documentazione e riflessione di conflitti socio-ambientali.

28 febbraio 2013
ore 17:30 (Durata: 6 ore)

Iniziativa realizzata nell’ambito di una ricerca svolta durante il progetto di Servizio Civile: “Sostenibilità è incrocio di sguardi: conoscere l’India rurale e indigena attraverso il cinema e l’arte.”

Programma

17.30 – 18.00 Introduzione – Presentazione del progetto di ricerca [Paola Camisani e Davide Vaccaro] - Conflitti socio-ambientali in India: come uscire dalla prospettiva insostenibile della crescita infinita? [Nanni Salio, Elena Camino] - Presentazione dei film [Paola Camisani e Davide Vaccaro]

18.00 – 18.30

18,00 – Non cederemo né ora né mai (30’) di Danilo Licciardello (2007, Italia). Il tema trattato è l’esproprio delle terre da parte delle multinazionali

18,45 – Yindabad (55’) di Roi Guiriàn e Mariano Agudo (2007, Spagna). Oggetto del contendere è la serie di dighe già costruite e in corso di costruzione sul fiume Narmada

20,00 – 20,30 Buffet indiano

20,30 – 20.45 Introduzione al film e al caso specifico della Vedanta [Paola Camisani e Davide Vaccaro]

20.45 – 22.15 Cowboys in India (77’) di Simon Chambers (2009, UK). Il regista assume due abitanti locali come guide in una indagine che mette in luce l’impatto ambientale, sociale ed economico delle attività estrattive della bauxite

22,15 – 23.00 Conversazione con il pubblico: la dimensione globale dei conflitti socio-ambientali, tra interdipendenze e responsabilità

A cura di Centro Studi Sereno Regis, Gruppo Assefa Torino e IRIS ((Istituto di Ricerche Interdisciplinari sulla Sostenibilità)

Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Pace
    Evento lo scorso 27 gennaio

    L'Albero della Pace ha ricordato la Shoah alla presenza della “Fiaccola della Pace”

    Ricordato il Cav. Di Franco, ultimo reduce sopravvissuto alla guerra, una pietra dedicata a "David Sassoli" e la posa al Muro dei testimoni del ritratto di Anna Frank.
    28 gennaio 2022 - Agnese Ginocchio (cantautrice per la Pace)
  • Cultura
    Giorno della Memoria

    Fare poesia dopo Auschwitz

    Primo Levi disse: “Io credo che si possa fare poesia dopo Auschwitz, ma non si possa fare poesia dimenticando Auschwitz. Una poesia oggi di tipo decadente, di tipo intimistico, di tipo sentimentale, non è che sia proibita, però suona stonata".
    27 gennaio 2022 - Franca Sartoni
  • Latina
    Honduras

    Bertha Zúniga “Le trasformazioni devono venire dai popoli”

    Copinh chiede al nuovo governo di creare le basi per il cambiamento
    e si manterrà vigile
    27 gennaio 2022 - Giorgio Trucchi
  • Cultura
    Da "L’anima e la notte, della poesia ed altri versi"

    Canzone per un bambino zingaro

    Dale Zaccaria continua la sua ricerca letteraria con la poesia e la prosa, scrivendo racconti e fiabe, in sinergia con altri artisti e generi come la pittura, la danza, la musica, il teatro e il video.
    25 gennaio 2022 - Redazione PeaceLink
  • Cultura
    Recensione

    Il miracolo della corda

    Una storia che non si può narrare tanto facilmente. Ma Monica, la figlia di Elvio Alessandri, riesce nel suo intento fino ad arrivare a scrivere un libello narrativo e riflessivo sulla Resistenza partigiana dei suoi cari.
    21 gennaio 2022 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)