rassegna cinematografica

L’insostenibilità socio-ambientale della ‘shining’ India. Il cinema come strumento di documentazione e riflessione di conflitti socio-ambientali.

28 febbraio 2013
ore 17:30 (Durata: 6 ore)

Iniziativa realizzata nell’ambito di una ricerca svolta durante il progetto di Servizio Civile: “Sostenibilità è incrocio di sguardi: conoscere l’India rurale e indigena attraverso il cinema e l’arte.”

Programma

17.30 – 18.00 Introduzione – Presentazione del progetto di ricerca [Paola Camisani e Davide Vaccaro] - Conflitti socio-ambientali in India: come uscire dalla prospettiva insostenibile della crescita infinita? [Nanni Salio, Elena Camino] - Presentazione dei film [Paola Camisani e Davide Vaccaro]

18.00 – 18.30

18,00 – Non cederemo né ora né mai (30’) di Danilo Licciardello (2007, Italia). Il tema trattato è l’esproprio delle terre da parte delle multinazionali

18,45 – Yindabad (55’) di Roi Guiriàn e Mariano Agudo (2007, Spagna). Oggetto del contendere è la serie di dighe già costruite e in corso di costruzione sul fiume Narmada

20,00 – 20,30 Buffet indiano

20,30 – 20.45 Introduzione al film e al caso specifico della Vedanta [Paola Camisani e Davide Vaccaro]

20.45 – 22.15 Cowboys in India (77’) di Simon Chambers (2009, UK). Il regista assume due abitanti locali come guide in una indagine che mette in luce l’impatto ambientale, sociale ed economico delle attività estrattive della bauxite

22,15 – 23.00 Conversazione con il pubblico: la dimensione globale dei conflitti socio-ambientali, tra interdipendenze e responsabilità

A cura di Centro Studi Sereno Regis, Gruppo Assefa Torino e IRIS ((Istituto di Ricerche Interdisciplinari sulla Sostenibilità)

Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Dal sito

  • MediaWatch
    Fact-checking

    Il ministro Gualtieri non ha rilasciato nessuna dichiarazione ufficiale sull'ILVA

    "Stato pronto a coinvestire" per "una Ilva forte, che produca tanto" è una dichiarazione riferita da fonti sindacali non identificate. Nessun tweet di Gualtieri. Se intervenisse lo Stato, verrebbero scaricate sui contribuenti le perdite dell'ILVA, che ammontano a cento milioni di euro al mese
    25 maggio 2020 - Redazione PeaceLink
  • Legami di ferro
    Lo riferisce il sito di siderurgia Siderweb

    "La nuova acciaieria a Odisha rischia di provocare un'autentica sollevazione popolare"

    In India i cittadini della regione sono contrari al progetto di Jindal e difendono l'ambiente dal rischio di deforestazione. E' previsto un taglio di un'area forestale per far posto a un maxi-stabilimento della JSW Steel da 12 milioni di tonnellate annue di acciaio
    25 maggio 2020 - Redazione PeaceLink
  • Pace
    L'Italia cessi di rifornire di armi chi ogni giorno in Africa commette stragi

    Giornata internazionale dell'Africa

    L'Africa ci parla, ci interroga, ci indica i nostri comuni doveri, e primo fra tutti il dovere di condividere il bene ed i beni fra tutti gli esseri umani, tutti ugualmente appartenenti all'unica umana famiglia, tutti ugualmente abitanti di quest'unico mondo vivente.
    24 maggio 2020 - Peppe Sini (Centro di ricerca per la pace, i diritti umani e la difesa della biosfera)
  • Ecologia
    Fuga da Taranto

    "ILVA è la peggiore operazione mai fatta da ArcelorMittal"

    "Un Vietnam", così Il Sole 24 Ore definisce Taranto. "Una bomba a orologeria piazzata nei conti del gruppo ArcelorMittal"
    24 maggio 2020 - Redazione PeaceLink
  • Pace
    La terrestrità unisce donne e uomini e ogni essere vivente in spazi e tempi di fraternità e sororità

    Agenda Onu 2030: pensare la pace

    In questi giorni, è stato l’anniversario della morte del colonnello sovietico Petrov che è riuscito a salvare l’umanità dalla terza guerra mondiale e nucleare, il giorno 26 settembre del 1983, in piena guerra fredda
    24 maggio 2020 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)