presidio

CONTRO il SALVA-ILVA a Montecitorio (con Taranto, dopo il 7 aprile)

9 aprile 2013
ore 10:00 (Durata: 8 ore)

Taranto e le città italiane hanno bisogno di un futuro diverso.
Mai più morti per inquinamento.

Dopo la marcia a Taranto del 7 aprile, incontriamoci a Piazza Montecitorio (dalle 10.00 alle 14.00 e dalle 15.00 alle 18.00).
Mai più una legge come il decreto 207/2012 (Salva-Ilva) che blocca gli interventi urgenti dei giudici e lascia in attività impianti pericolosissimi. Il 9 aprile la Corte Costituzionale decide sulla sua illegittimità.
In ogni caso chiediamo rispetto e giustizia per le vittime e i territori più colpiti e l’aiuto di neo-parlamentari e cittadini per abrogarlo

"Non un altro bambino, non un altro abitante di questa sfortunata città, non un altro lavoratore dell'Ilva, abbia ancora ad ammalarsi o a morire o a essere comunque esposto a tali pericoli, a causa delle emissioni tossiche del siderurgico" (dall'Ordinanza del Gip di Taranto)

Dalle 15.00 alle 18.00 saremo con chi chiede ai nuovi eletti di difendere ovunque i Diritti Umani e la legalità. No all’acquisto di cacciabombardieri e alle forniture di armi alla Siria, no all’opera di chi continua a creare le condizioni per interventi armati illegittimi (Presidio NoWar)

Tra i cittadini, associazioni e realtà tarantine, sono attesi cittadini di altre zone d'Italia e associazioni che hanno aderito all'appello per chiedere l'abrogazione del decreto-legge 297/2012

www.peacelink.it
Web TV - http://www.livestream.com/peacelinkonair
https://www.facebook.com/pages/Peacelink/91048861525?fref=ts

Per maggiori informazioni:
Alessandro Marescotti
Vedi anche:
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Dal sito

  • Ecologia
    ILVA, parole di rabbia e di dolore

    "Quest’ammasso di rottame venga chiuso"

    La sorella di Cosimo Massaro, il gruista siderurgico morto un anno fa, nella commemorazione ha avuto parole dure verso la fabbrica e ha detto ai lavoratori: "Il posto dove lavorate è la morte".
    AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
  • Ecologia
    Oggi la commemoriazione

    Per ricordate il gruista ILVA Cosimo Massaro

    Il 10 luglio 2019 una tromba d'aria a 110 chilometri orari si abbatteva a Taranto sulle grandi gru del quarto sporgente dell’Ilva. Rimase intrappolato Cosimo Massaro
    10 luglio 2020 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
  • Ecologia
    Il 9 luglio 1960 veniva posta la prima pietra

    Sessanta anni fa nasceva lo stabilimento siderurgico di Taranto

    Pubblichiamo qui un'interessante ricerca del prof. Enzo Alliegro che ricostruisce la nascita della fabbrica, andando a focalizzare aspetti inediti della sua storia, con particolare riguardo alle problematiche ambientali e sanitarie
    9 luglio 2020 - Alessandro Marescotti
  • Taranto Sociale
    Comunicato stampa

    Un anno fa nell'ILVA la tragica morte del gruista Cosimo Massaro

    La tragedia di questa famiglia si accomuna alla tragedia delle tante famiglie vittime dell'ILVA. Ora più che mai sentiamo urgente l'impegno di porre termine all'inutile strage.
    9 luglio 2020 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Disarmo
    ... Forse è ancora possibile sperare...

    Dal Costa Rica un commento alla nuova ratifica al TPAN

    L'ultima firma, dal governo delle Isole Fiji, ha fatto calare a 11 il numero di Stati ancora necessari per l'entrata in vigore del Trattato. Il Ministro degli Esteri costaricano approva e ne sottolinea la necessità
    9 luglio 2020 - Roberto Del Bianco
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)