corteo

Se puoi sognarlo, puoi farlo! Una marcia nella zona industriale di Taranto sul modello della Perugia Assisi.

6 aprile 2014
ore 09:00 (Durata: 4 ore)

CosmoPolis, il quotidiano online dei popoli mediterranei, ha inteso organizzare una due giorni per la tutela dell'ambiente e della salute da tenersi i prossimi 5 e 6 aprile. Nella giornata di sabato 5 aprile si terrà un convegno di approfondimento scientifico con l'intervento di relatori dalla comprovata valenza accademica. Il giorno successivo, una marcia muoverà da Statte per raggiungere i cancelli d'ingresso dell'Ilva.
Scopo dell'iniziativa è quello di sensibilizzare le Istituzioni e tutti coloro i quali rivestono ruoli di responsabilità per quel che concerne l'increscioso – e duraturo – dramma che affligge le popolazioni joniche. Consideriamo disonesto e offensivo porre in contrapposizione la vita con la il lavoro. Per una semplice – e ovvia – ragione: senza la prima non può, ne potrà mai esserci, il secondo. Serve ripensare un modello di sviluppo assai diverso da quello propinatoci sinora. Serve una “rivoluzione” dei giusti. E' necessario operare la chiusura dell'Aria a caldo dell'Ilva. Non c'è progresso quando si lede la dignità dell'uomo. La crescita di una data realtà sociale non è aspetto che può essere confinato nel perimetro della sola, e deleteria, accumulazione di denaro.
I propositi alla base della nostra idea non hanno alcuna finalità politica, men che meno perseguono interessi partitici. Invitiamo le associazioni, i comitati, l'Università, le scuole (di ogni ordine e grado), gli ordini professionali, le singole personalità e tutti quei cittadini che reclamano il ripristino di diritti troppo a lungo negati a lavorare, tutti quanti assieme, per la buona riuscita dell'iniziativa. Nel corso della manifestazione, non sono ammesse bandiere e vessilli recanti alcuna sigla.
CosmoPolis, assieme all'aiuto di quanti vorranno condividere il percorso intrapreso, ha in serbo di attribuire carattere periodico a questo tipo d'impegno.
Non rassegniamoci a vivere nel presente. Coloriamo di libertà il nostro futuro.
Il Comitato di Redazione

COME RAGGIUNGERE LA MARCIA
La marcia partirà da Statte dalla Bio Piazza Via Bainsizza (Scuola elementare Giovanni XXIII) intorno alle 9.30 e terminerà entro le 13.00. Proseguirà per alcuni km (4.8) fino all’Italcave.
La strada sarà chiusa al traffico dalle 9.00 fino al termine della manifestazione, ma sarà possibile andare da Taranto a Statte e viceversa costeggiando l'Italcave, il castello di Statte e riprendendo la via ordinaria.

IL BIGLIETTO al SOLO COSTO DI UN EURO, VA CONSERVATO

PARTENZA :
DALLE ORE 7.00 - ALLE ORE 9. 30

VIALE UNICEF- altezza Bar Nirvana
CONCATTEDRALE
DISCESA VASTO
PAOLO VI- CORTE D’APPELLO
TAMBURI- PIAZZA GESU’ DIVIN LAVORATORE

RITORNO
I bus da 50 posti RIPORTERANNO I PARTECIPANTI AL LUOGO DI PARTENZA.

I BIGLIETTI SI POSSONO RITIRARE DA:
LIBRERIA MANDESE- VIA LIGURIA 82
LIBRERIA MANDESE – VIA D’AQUINO
LIBRERIA GILGAMESH - VIA OBERDAN 43
OTTICA OCCHINEGRO - VIALE VIRGILIO 37
PAOLO VI- PANIFICIO GASTRONOMIA SAN GIUSEPPE - VIALE CANNATA
TAMBURI- BAR DIANA -PIAZZA GESÙ DIVIN LAVORATORE

Per maggiori informazioni:
Fulvia Gravame
3396352709
Vedi anche:
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Taranto Sociale
    Lettera al Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani

    Richiesta di fermo batteria 12 cokeria ILVA per mancata messa a norma

    E' stato autorizzato uno scenario emissivo (6 milioni di tonnellate annue di acciaio) a cui corrisponde un rischio cancerogeno inaccettabile. Tutto ciò è acclarato dalla nuova VDS (Valutazione Danno Sanitario) sarà segnalato alla Procura della Repubblica
    15 giugno 2021 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Laboratorio di scrittura
    Occorre appoggiare questa inchiesta e farne una bandiera di onestà e di trasparenza

    Dai veleni dell'Ilva al puzzo dell'inchiesta di Potenza

    Che l'Ilva inquinasse lo si sapeva. Ma qui si arriva a un livello di manipolazione delle istituzioni inusitato. Un sistema di potere occulto - con manovre bipartisan - ha tentato di fermare a Taranto l'intransigenza della magistratura prima dall'esterno e poi dall'interno.
    15 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
  • Ecologia
    Produzione ILVA a Taranto

    Anche 6 milioni di tonnellate di acciaio sono troppe

    E adesso come faranno ad autorizzare 8 milioni di tonnellate/anno se già 6 mettono a rischio la salute della popolazione? Arpa Puglia, Aress e Asl fanno i calcoli ed emerge ciò che era ovvio. La VIIAS del 2019 aveva dato rischio sanitario inaccettabile a 4,7 milioni di tonnellate/anno di acciaio.
    20 maggio 2021 - Redazione PeaceLink
  • Ecologia
    Ilva, a Taranto pure lo Stato si è liquefatto

    Ma i soldi del recovery Plan non potrebbero risarcire Taranto dandole un futuro pulito?

    Dopo la sentenza di primo grado che ha condannato i Riva per disastro ambientale e disposto la confisca degli impianti, ed ecco emergere un’impressionante continuità di pratiche illegali finalizzate ad ammorbidire l’azione della magistratura.
    11 giugno 2021 - Gad Lerner
  • Ecologia
    Il fervido cattolicesimo dei Riva

    Inquinavano e credevano in Dio

    E' crollato definitivamente il sistema di potere che veniva benedetto e celebrato a Pasqua e Natale in fabbrica, con generose donazioni dai Riva all'ex arcivescovo di Taranto monsignor Benigno Papa.
    11 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)